Skip to main content

Recensione Chromecast con Google TV

Chromecast con Google TV è un dispositivo di streaming 4K/HDR dal valore incredibile

chromecast with google tv
Great Value
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Chromecast con Google TV non offre nulla di nuovo nel settore, ma è un'opzione comoda, facile da usare e completa per le persone che non vogliono spendere troppo.

Pro

  • 4K/HDR con Dolby Vision
  • Google Assistant integrato
  • Viene fornito con un telecomando
  • Buona selezione di app

Contro

  • Lento all’avvio
  • Non può essere alimentato da tutti i televisori
  • L'interfaccia utente di Google TV non è il massimo
  • Manca il supporto per Google Stadia

Chromecast con Google TV (2020) non è innovativo, ma migliora una tecnologia quasi perfetta grazie al telecomando e al "nuovo" software del colosso di Mountain View, Google TV.

Combinati, i due offrono nuove funzionalità rispetto ai precedenti Chromecast che richiedevano l’uso dello smartphone o del tablet. Ora il dispositivo presenta un'interfaccia con cui interagire direttamente sullo schermo del TV.

Dal software si ha accesso immediato alla maggior parte dei principali servizi di streaming come Disney Plus, HBO Max e persino all'app di streaming del suo più grande concorrente, Amazon Prime Video. Inoltre, ci sono una serie di app che sono state trasferite da Android TV, il predecessore di Google TV.

Il risultato è un dispositivo di streaming ottimizzato che ricorda le vecchie iterazioni, ma che offre un'esperienza completa e intuitiva per le persone che preferiscono usare un telecomando.

Disponibilità e prezzo

  • Disponibile dal 30 settembre
  • Costa circa 70 euro

Chromecast con Google TV è disponibile dal 30 settembre 2020, nelle colorazioni bianco, rosa e blu; costa circa 20 euro in più rispetto al Chromecast di terza generazione e 20 in meno rispetto a Chromecast Ultra. Il prezzo è dunque aumentato, ma è comunque inferiore a quello di Nvidia Shield basato su Android TV che costa quasi tre volte di più.

Chromecast con Google TV, quindi, è un prodotto a metà strada tra il modello di terza generazione e Chromecast Ultra: può riprodurre contenuti in streaming 4K/HDR con Dolby Vision, ma non i giochi. Il mancato supporto a Google Stadia è un peccato, ma non un problema. 

chromecast with google tv

(Image credit: Future)

Design

  • Design ovale simile al Chromecast originale
  • Viene fornito con un telecomando
  • Può essere alimentato dal televisore o dalla presa al muro

Negli ultimi tre anni, Google ha riproposto lo stesso design ovale per i suoi dispositivi Chromecast e il nuovo arrivato non fa eccezione; è leggermente più lungo della precedente iterazione, ma nel complesso, è simile ai suoi predecessori.

Ancora una volta, si collega al TV tramite un cavo HDMI (che per fortuna è HDMI 2.1) ed è alimentato da una porta USB-C; l’estremità USB-A del cavo di alimentazione può essere collegato sia al TV che a un caricabatteria.

Purtroppo, il nuovo dispositivo consuma circa 7 W e pochi TV possono erogare una tale potenza, quindi probabilmente dovrete collegarlo a un caricatore, il che è un peccato. Ciò potrebbe essere frustrante per chi non ha molte prese libere, ma la maggior parte delle persone non avrà problemi.

A differenza del Chromecast Ultra, è privo di una presa Ethernet, quindi funzionerà solo tramite Wi-Fi. Detto ciò, potete risolvere tale problema acquistando un adattatore da USB-C a Ethernet (non è incluso nella confezione).

Il nuovo Chromecast viene fornito con un telecomando Bluetooth/IR; è in plastica (sembra fragile), presenta un pad circolare, un bilanciere del volume laterale e otto pulsanti frontali. Se il vostro TV supporta HDMI-CEC, potete regolarne il volume con il telecomando di Chromecast e persino spegnerlo.

Il dispositivo è il primo prodotto dotato del software Google TV e ovviamente è compatibile con Google Assistant.

chromecast with google tv

(Image credit: Future)

Funzioni

  • Occorre un account Google per utilizzarlo
  • La trasmissione funziona su smartphone iOS e Android
  • La maggior parte delle app di streaming è inclusa, a eccezione di Apple TV e Google Stadia

Come ci si aspetterebbe da un prodotto con "Google TV" nel nome, il nuovo Chromecast si rivolge al pubblico Android: occorre un account Google per usare il dispositivo e avere accesso a Google Assistant, YouTube / YouTube TV (se avete un account), Play Store, Google Foto e dispositivi Nest.

È interessante notare che questo non è il primo dispositivo basato su Android TV a incorporare l'assistente digitale di Google: i televisori Sony lo supportano da anni, così come il nuovo Nvidia Shield. Coloro che sono preoccupati per la privacy possono dormire sonni sereni, Google Assistant si attiva solo quando viene premuto il pulsante sul telecomando, inoltre potete disabilitarlo completamente dal vostro account Google, all'avvio.

Grazie al vostro account Google, la schermata principale dell'interfaccia utente visualizzerà contenuti pertinenti e consigliati. Se avete familiarità con Android TV, non avrete problemi, ma per chi non lo sapesse, è un vero e proprio “buffet” di contenuti. Ad esempio, sulla nostra schermata iniziale abbiamo Captain America - Il primo Vendicatore (molto probabilmente perché abbiamo visto i film della Marvel) e una selezione di contenuti presi da Netflix, Prime Video e Google Play Movies.

Al momento i contenuti consigliati, così come la sezione continua a guardare, non include tutte le app. Per esempio, il sistema ignora del tutto RaiPlay, almeno per ora, il che è un peccato visto che è una delle migliori app streaming disponibili nel nostro Paese. 

All'inizio la sezione dei contenuti consigliati conteneva moltissime cose che avevamo già visto. Bisogna prendersi il tempo necessario per dire a Google TV "questo l'ho già visto", e magari valutare ogni film. Dopo un po', vedrete dei contenuti suggeriti effettivamente interessanti e coerenti con i vostri gusti.

Scorrendo verso il basso, troverete righe di contenuti simili a Netflix raggruppate per genere, una riga di video consigliati da YouTube e infine programmi e film di tendenza. Lasciando la sezione “Per te”, scoprirete aree separate per film, programmi, app e la vostra raccolta che, a meno che non acquistiate frequentemente film da Google Play Movies e TV, sarà vuota. 

Potete anche aggiungere i contenuti alla vostra Watch List per poterli riprendere in un secondo momento. Google TV usa anche un sistema di preferenza (like e dislike, come su Youtube) per migliorare i suggerimenti. Ultimo, ma non meno importante, c'è una funzione di ricerca integrata che mostra diversi modi in cui riprodurre in streaming un determinato film o programma.

L'interfaccia non è rivoluzionaria e può sembrare un po' banale, ma queste sono le nostre uniche critiche: nel complesso, è intuitiva e funziona bene.

Il software è compatibile con le principali app di streaming: Netflix, Prime Video, HBO Max e Disney Plus, nonché altre 6.500 app meno note che Google TV ha ereditato da Android TV. Almeno in teoria, ma in pratica facendo una ricerca nelle app se ne trovano davvero poche: molte app Android TV, tecnicamente compatibili, non compaiono nei risultati e di fatto non si riesce a installarle. L'unica soluzione è installare l'app Android TV su un altro dispositivo, e poi lo troverete nella sezione "App che hai usato su altri dispositivi". Una vera seccatura. 

(Image credit: Future)

Prestazioni

  • Streaming costante, anche con larghezza di banda ridotta
  • Un piccolo pop-in evidenze durante l'installazione
  • Supporto a contenuti 4K/HDR (HDR10+, Dolby Vision) e Dolby Atmos

Chromecast con Google TV è un prodotto completo e performante: indipendentemente dal SoC scelto, abbiamo notato pochissimo lag, specialmente una volta scelto quale contenuto guardare.

In effetti, l'unico vero rallentamento che abbiamo notato è stato all'avvio, quando è stata visualizzata l'interfaccia utente per la prima volta (questa operazione ha richiesto alcuni secondi). Ciò che ci ha colpito è che l'hardware sembra funzionare sia vicino al router che lontano da esso e sembra che vada bene anche con connessioni “lente”... la musica cambia con contenuti 4K/HDR.

Chromecast con Google TV può trasmettere in streaming in 1080p o 4K/HDR con supporto ai formati HDR10+ e Dolby Vision, che consigliamo di provare per un’esperienza visiva ottimale. Per gli audiofili, il nuovo Chromecast supporta i formati DTS, Dolby Audio, Dolby Digital Plus e Dolby Atmos, ma come per i formati HDR, avrete bisogno di un TV e/o di un sistema audio compatibili per ascoltarli effettivamente.

Sia i contenuti in Dolby Vision che i normali video in HD/SDR sembravano a posto sul nostro TV, ma non vi aspettate una post-elaborazione da parte di Chromecast. Per visualizzare i contenuti alla massima risoluzione e con specifici formati video, vi consigliamo di usare il telecomando e cercarli direttamente nel software TV. Se desiderate solo contenuti veloci, potete risparmiare tempo usando un dispositivo dispositivo iOS o Android.

L'unica vera limitazione che abbiamo riscontrato è che Chromecast con Google TV non supporta ancora Stadia (forse nel 2021).

Non è la fine del mondo, ma è un piccolo avvertimento per le persone che cercano un prodotto completo.

A volte potreste notare qualche lag nella schermata principale, ma nel complesso, l'interfaccia utente è veloce e reattiva. Google Assistant può essere incostante in termini di risultati di ricerca (non sempre percepirà le vostre parole) ma la maggior parte delle volte funziona come previsto.

Vale la pena acquistare Chromecast con Google TV?

(Image credit: Google)

Compratelo se...

Volete un dispositivo di streaming economico e facile da usare

Abbiamo sempre pensato che Chromecast fosse intuitivo, ma ora che ha un telecomando, anche i meno esperti possono godersi il dispositivo di streaming di Google.

Siete pronti per dilettarvi con lo streaming in 4K/HDR

Sul mercato, sono disponibili diverse opzioni per lo streaming in 4K/HDR, ma la maggior parte di esse costa più del Chromecast con Google TV. Se volete spendere poco, il nuovo Chromecast è il prodotto che fa per voi.

Non compratelo se...

Siete abbonati a Google Stadia

Se siete abbonati a Google Stadia, vi conviene spendere 20 euro in più e acquistare Chromecast Ultra, poiché il nuovo arrivato non supporta ancora il servizio di streaming di giochi di Google.

Siete utenti iOS senza un account Google

Gli utenti multipiattaforma non avranno problemi a passare da un dispositivo all'altro, ma gli utenti iOS che hanno un abbonamento ad Apple TV Plus non potranno visualizzare tale contenuti con Chromecast con Google TV.

Volete un dispositivo di streaming premium

Chromecast con Google TV introdurrà probabilmente migliaia di persone al mondo di Dolby Vision e Dolby Atmos e, come porta d’ingresso al mondo dell'HiFi, è fantastico. Tuttavia, se desiderate le migliori prestazioni, quell'onore appartiene ancora a Nvidia Shield TV o Apple TV 4K. Nel complesso, il rapporto qualità-prezzo di Chromecast con Google TV è superiore, ma l’esperienza utente non è completa.