Skip to main content

Samsung Galaxy S21: un leak mostra Google Discover sulla home di One UI 3.1

Samsung Galaxy S21 Ultra leak
(Image credit: @OnLeaks / Voice)

Samsung si è sempre distinta dagli altri produttori per aver imposto l'utilizzo di Bixby Home, la sua app dedicata alle notizie, piuttosto che affidarsi a Google Discover o consentire agli utenti di scegliere un'alternativa. Circa un mese fa l'azienda coreana ha deciso di dare una rinfrescata all'app che, oltre a ricevere diversi aggiornamenti, ha cambiato il nome in "Samsung Free".

A quanto pare però, con l’arrivo dei nuovi dispositivi della linea Galaxy S21 che dispongono della nuova interfaccia utente One UI 3.1 le cose stanno per cambiare radicalmente. A svelarlo è un leak comparso su Twitter contenente un video che, anche se solo per un istante, mostra il motore di ricerca Google in bella vista sulla home di Galaxy S21.

See more

Android Police è stato il primo sito a notare il Tweet e, stando a quanto riporta, le sue fonti confermano la presenza di Google Discover su S21 come parte della nuova One UI 3.1 che dovrebbe arrivare insieme ai nuovi smartphone. One UI 3.0 è appena arrivata su Samsung S20 e non sarà disponibile sui modelli più datati fino a metà 2021. Non sappiamo ancora se e quando la versione 3.1 verrà estesa ai modelli precedenti a S21.

Ciononostante siamo certi che i possessori di Samsung Galaxy S21 potranno scegliere se optare per Samsung Free o per il più comune Google Discover, la scelta più popolare tra gli utenti Android. Di recente, il servizio d'informazione Google ha ricevuto una nuova funzione che consente di mettere un “like” sulle notizie più interessanti in modo da ottimizzare l’attinenza delle schede in base agli interessi dell’utente (un po' come sui social). 

Il fatto che i telefoni Samsung possano finalmente accedere al servizio Google li allinea con gli altri smartphone Android, ma saranno gli utenti a decidere se continuare a utilizzare il servizio Samsung, passare a Discover o scegliere una delle numerose app presenti sullo Store.

Fonte: Androidcentral