Skip to main content

Snapdragon 888: quando esce, nuove funzioni AI e prestazioni

Snapdragon 888
(Image credit: Qualcomm)

Qualcomm ha presentato Snapdragon 888, il nuovo SoC (system-on-chip) che verrà ospitato sugli smartphone di fascia alta in uscita nel 2021. 

Snapdragon 888 è stato svelato durante il Qualcomm Snapdragon Summit 2020, un evento annuale organizzato dal produttore per presentare i nuovi prodotti che saranno equipaggiati dalle future generazioni di smartphone.

Specifiche a parte, sono le nuove funzioni a rendere particolarmente eccitante la presentazione del nuovo chipset Qualcomm.

Il precedente 865 si trovava su alcune varianti della gamma Samsung Galaxy S20, su OnePlus 8 e su un gran numero di dispositivi Xiaomi, LG, Sony e via dicendo; questo vuol dire che il nuovo Snapdragon 888, probabilmente, avrà una diffusione simile tra i top di gamma in uscita nel 2021.

Il summit è durato due giorni, e in questo articolo trovate tutte le informazioni importanti relative a Snapdragon 888 emerse durante l’evento.

Dritti al punto

  • Cos’è? Il nuovo SoC Qualcomm che verrà equipaggiato sugli smartphone di fascia alta nel 2021 
  • Quando esce? Nel Q1 2021 

Snapdragon 888

(Image credit: Qualcomm)

Snapdragon 888: data di uscita

  • Quando escono i smartphone con Snapdragon 888? entro il Q1 2021.

Come sempre non potrete comprare separatamente Snapdragon 888, ma lo troverete a bordo dei nuovi smartphone top di gamma che usciranno nei prossimi mesi.

I primi modelli dovrebbero uscire nel Q1 2021, e Qualcomm ha già confermato un certo numero di produttori che utilizzeranno il processore sui loro prossimi smartphone.

Tra questi ci sono: Asus, BlackShark, Lenovo, LG, Meizu, Motorola, Nubia, Realme, OnePlus, Oppo, Sharp, Sony, Vivo, Xiaomi e ZTE.

Snapdragon 888: fotocamera

Samsung Galaxy S20 FE

(Image credit: TechRadar)
  • Triple ISP: tre fotocamere che funzionano simultaneamente in fase di acquisizione foto e video
  • Raffica: 120 foto in un secondo, tutte a 12MP 
  • 4K HDR video: registrazione e riproduzione 4K HDR a 120fps

L'arrivo di Snapdragon 888 farà felici gli amanti della fotografia, dato che questo chipset porta con se una marea di nuove funzioni dedicate alle fotocamere.

Una delle principali è senza dubbio la tecnologia Triple ISP (Image Signal Processor), che consente al dispositivo di utilizzare simultaneamente più fotocamere. 

Cosa vuol dire? Gli smartphone con Snapdragon 888 saranno in grado di catturare tre riprese 4K HDR simultaneamente (una con ogni lente nel caso di una tripla fotocamera).  Questo significa che il processore può gestire in contemporanea tre filmati registrati con le lenti posteriori, o con la selfie camera e due lenti posteriori, ad esempio.

La funzione potrebbe essere particolarmente interessante per chi si occupa di video editing, dato che da una ripresa si possono ottenere tre file video separati con focali diverse acquisiti in un singolo take. 

Questo però non significa che il sistema Triple ISP non sia utile anche ai fotografi, anzi. Con Snapdragon 888 potrete scattare simultaneamente tre foto da tre lenti differenti con una risoluzione di 28MP senza tempi di attesa.

In aggiunta il sistema Triple ISP consente di aprire più fotocamere e lasciarle in background per poi selezionare una lente differente senza dover attendere alcun tempo di caricamento, ad esempio, passando da un ultra grandangolare a un obiettivo macro. 

Qualcomm ha lavorato anche molto sugli scatti a raffica con il nuovo Snapdragon 888. Il processore è in grado di scattare fino a 120 foto al secondo ognuna delle quali conserva una risoluzione di 12MP. La raffica è ideale per chi ama fotografare soggetti in movimento o è appassionato di fotografia sportiva, e Qualcomm afferma che il nuovo chip è il 35% più veloce rispetto a Snapdragon 865.

Snapdragon 888 è migliorato anche negli scatti notturni, grazie a una nuova architettura che consente di fotografare anche con luminosità ridotte fino a 0.1 lux.

C'è anche il supporto per il formato 10-bit HDR HEIF (foto e video), che permette di scattare foto con oltre un miliardo di sfumature di colore. Potrete salvare e visualizzare immagini in 10-bit, due in più rispetto ai precedenti 8-bit di Snapdragon 865.

Oltre all'opzione di ripresa Triple 4K HDR, gli smartphones con Snapdragon 888 consentono di girare e riprodurre video 4K a 120fps, mentre l'opzione Computational HDR video aumenta notevolmente l'intervallo dinamico combinando multiple esposizioni in un unico video 4K.

Snapdragon 888 consente anche di aggiungere la crittografia alle foto, funzione che permette di verificare se si tratta di scatti originali o contraffatti. 

Snapdragon 888: gaming

Razer Phone 2

(Image credit: TechRadar)

  • Gameplay fluido: supporto per i display 144Hz e fino a 144fps 
  • Tempi di risposta ridotti: temi di risposta ridotti del 20%
  • Shading variabile: mondi più estesi, livelli più ampi, giochi più immersivi

Qualcomm ha pensato anche ai gamer includendo la suite Snapdragon Elite Gaming sul suo nuovo SoC.

Tra le molte nuove funzioni dedicate al gaming introdotte dalla suite c'è il supporto per i display fino a 144Hz e per i frame rate elevati fino a 144fps. Questo passo in avanti è reso possibile dalla GPU Adreno 660 integrata nello Snapdragon 888, che Qualcomm ha definito "il passo in avanti più significativo mai fatto da una GPU Adreno ", qualcosa che ci premureremo di verificare non appena avremo la possibilità di provarla.

Tra le novità c'è anche Qualcomm Game Quick Touch, una funzione dedicata a ridurre al minimo i tempi di risposta in gioco.

Qualcomm parla di un incremento rispetto a Snapdragon 865 che va dal 10% a 120fps, al 15% a 90fps e raggiunge il 20% a 60fps, formato standard per gran parte dei giochi per smartphone.

Il lato migliore di questa funzione è che non richiede alcuno sforzo da parte dei produttori dato che viene gestita completamente dal processore.  

Una delle funzioni che invece richiderà gli sforzi degli sviluppatori è sicuramente lo shading rate variabile. 

Questo processo opera unendo i pixel e sfumandone alcuni il che, a occhio nudo, sembra non comportare alcuna differenza, si riflette in circa il 40% di pixel in meno che vanno ad alleggerire il carico della GPU consentendo di creare mondi più grandi e aumentare la profondità visiva dei livelli.

Tutto questo porta a una maggiore immersività in gioco, aumentando al contempo del 30% le prestazioni di gioco. Fino a poco fa questa funzione era disponibile solo su PC di fascia alta e console.

Snapdragon 888 supporta anche i servizi Xbox Cloud Streaming, Google Stadia, e Amazon Luna, quindi gli smartphone che lo utilizzeranno saranno pronti a gestire le piattaforme streaming che, come stiamo osservando, sono in continua evoluzione.

Qualcomm afferma che la GPU Adreno 660 offra il 35% di velocità in più nei render grafici migliorando al contempo del 20% in termini di gestione energetica rispetto al suo predecessore.  La CPU Kryo 680 offre un ulteriore +25% di aumento prestazionale, diminuendo i consumi del 25%..

Stando a quanto sostiene Qualcomm sia la GPU che la CPU sono in grado di mantenere invariate le prestazioni per un lungo periodo di tempo.

Call of Duty Mobile, Fortnite e PUBG sono tra i giochi nominati durante il lancio, quindi ci aspettiamo dei miglioramenti evidenti per questi titoli sui futuri smartphone Android.  

Snapdragon 888: 5G e connettività

  • Connessione 5G più veloci: fino a 7.6Gbps in download e 3Gbps in upload
  • Connettività: supporto per W-Fi 6 e Bluetooth 5.2 

Snapdragon 888 è equipaggiato con l'ultimo Modem Qualcomm X60 5G, che offre una connettività migliorata e un maggiore supporto per la prossima generazione di reti mobili, come il supporto mmWave potenziato

Non è il primo chipset Snapdragon che supporta il 5G, ma consente agli smartphone di raggiungere velocità di connessione maggiori (fino a 7.6Gbps in download e 3Gbps in upload.) Ovviamente si parla di valori massimi che variano in base alla copertura e alla capacità dei diversi modelli di smartphone.

Questo vuol dire che nel 2021 vedremo più telefoni 5G? Sicuramente. Ci aspettiamo che gran parte se non tutti gli smartphone top di gamma saranno predisposti al 5G dal prossimo anno. Molti produttori si stanno già muovendo in questa direzione e sicuramente il prossimo anno verranno seguiti da chi non ha ancora adottato questa soluzione.

Del resto il 5G non è tutto, e Snapdragon 888 migliora sotto tutti i punti di vista con il sistema FastConnect 6900 che supporta le connessioni Wi-Fi 6, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.2.

Snapdragon 888: Funzioni AI

Qualcomm ha aumentato migliorato anche le funzioni AI del nuovo Snapdragon 888 che è in grado di svolgere un maggior numero di operazioni per secondo rispetto al suo predecessore riuscendo al contempo a ridurre i consumi. 

Grazie al processore Hexagon 780, che offre un incremento prestazionale fino al 50%, il doppio della compute capacity e delle prestazioni per watt nettamente migliorate (il triplo delle operazioni con lo stesso livello di potenza) rispetto a Snapdragon 865, ci sono ancora grandi margini di miglioramento per il motore Qualcomm AI Engine di sesta generazione.

Snapdragon 888 è in grado di processare fino a 26 TOPS (trilioni di operazioni per secondo) contro i 15 TOPS del precedente 865, il che significa che gli smartphone che lo utilizzeranno potranno gestire più operazioni e in modo più veloce.

Un'Intelligenza Artificiale migliorata comporta un'incremento di funzionalità generale in uno smartphone, dalla navigazione alla messa a fuoco automatica, dall'esposizione della fotocamera fino alla gestione del volume in uscita in base all'ambiente circostante.

Snapdragon 888

(Image credit: Qualcomm)

Snapdragon 888: autonomia

Qualcomm sostiene che il nuovo Snapdragon 888 garantirà una migliore efficienza energetica e consumi ridotti rispetto al suo predecessore.

La CPU octa-core Kryo 680 migliora l'efficienza del 25%, mentre il processore Hexagon 780 garantisce un incremento sostanziale in termini di prestazioni per watt (3x), e la GPU Adreno 660 gudagna un 20% di efficienza energetica rispetto alla versione precedente.

Numeri a parte, al momento non siamo in grado di quantificare l'effettivo incremento in termini di autonomia, che dipenderà principalmente da come i produttori integreranno Snapdragon 888 all'interno dei loro smartphone, oltre che dalle dimensioni della batteria, ovviamente.

Quali smartphone avranno il nuovo Snapdragon 888? 

Diversi produttori hanno già confermato che utilizzeranno Snapdragon 888 per i loro prossimi top di gamma.

Tra questi troviamo Asus, BlackShark, Lenovo, LG, Meizu, Motorola, Nubia, Realme, OnePlus, Oppo, Sharp, Vivo, Xiaomi e ZTE. 

Xiaomi ha affermato che la sua linea Mi 11 arriverà a breve e sarà equipaggiata con il SoC Snapdragon 888, anche se per ora non c’è una data di lancio ufficiale.

Sia Sony che Samsung non compaiono in lista, ma questo non vuol dire che i prossimi modelli dei due produttori non equipaggeranno il nuovo Snapdragon 888.

E lo Snapdragon 875? 

Inizialmente pensavamo che il nuovo processore Qualcomm si sarebbe chiamato 875, ma l'azienda ha cambiato la nomenclatura optando per Snapdragon 888.

Non ci sono informazioni sui motivi che hanno portato a questa scelta, ma a questo punto siamo certi che non esista alcuno Snapdragon 875.