Skip to main content

RTX 3060: specifiche, prezzo e data di uscita confermate sul sito Nvidia

Nvidia GeForce RTX '
(Image credit: Nvidia)

Nvidia ha aggiornato il suo sito web ufficializzando le specifiche dell'ormai prossima RTX 3060, che sarà disponibile in Europa dal 25 febbraio a partire da un prezzo indicato di 339€.

Come segnalato da Tom’s Hardware, le RTX 3060 che verranno vendute sono prodotte da terze parti, quindi non ci sarà alcuna Founders Edition. Stando a quanto riportato sul sito del produttore, le suddette GPU dispongono di 3,584 CUDA core e un base clock da 1.32GHz, mentre in boost clock raggiungono 1.78GHz.

A conferma di quanto ipotizzato in precedenza, RTX 3060 potrà contare su 12GB di memoria GDDR6 con interfaccia da 192-bit. Si tratta di una quantità di memoria superiore rispetto a RTX 3060 Ti, che rispetto alla versione base e disporrà di 8GB di VRAM GDDR6 con un bus da 256-bit. In sostanza, anche se la VRAM della versione standard è quantitativamente superiore rispetto a quella di RTX 3060 Ti, quest'ultima dispone di una memoria più veloce.

RTX 3060 Ti ha anche un maggior numero di CUDA, per la precisione 4,864 rispetto ai 3,584 di RTX 3060. Ciononostante, il boost clock è inferiore rispetto a quello indicato per 3060 (1.67GHz contro 1.78GHz), mentre il base clock è più alto (1.41GHz contro 1.32GHz).

Nvidia non ha confermato il numero di RT core (dedicati al ray tracing) di RTX 3060, ma stando alle voci raccolte finora, la versione standard dovrebbe avere 28 RT core e 112 Tensor core. 

Per quanto riguarda i consumi, RTX 3060 richiede 170W e di un alimentatore da almeno 550W rispetto ai 600W necessari per RTX 3060 Ti.

Prezzi pazzi

Nvidia ha indicato un prezzo di 329€ per il mercato Europeo, ma come si è visto, molti rivenditori hanno aperto le prevendite a cifre folli che hanno toccato i 500 euro. 

Data la scarsità di stock che ha caratterizzato tutti i prodotti della serie RTX 3000, gli analisti prevedono aumenti di prezzo che andranno dal 50% al 75%. Inoltre, vista l'assenza di versioni Founders Edition distribuite da Nvidia, riteniamo piuttosto improbabile che i prezzi delle GPU di terze parti siano in linea con quelli indicati da Nvidia. 

A questo si aggiunge la solita problematica dei cryptominers e degli speculatori che faranno di tutto per accaparrarsi le RTX 3060 al momento del lancio. Ci aspettiamo anche che su eBay compaiano annunci con prezzi folli, come del resto è avvenuto per le altre RTX 3000.

Nel frattempo Nvidia sta rimettendo sul mercato alcune GPU delle precedenti generazioni per arginare l'assenza di stock, riesumando schede video del calibro di GTX 1050 Ti e RTX 2060.