Skip to main content

ROG Strix RX 5700, Asus incolpa AMD per i problemi di surriscaldamento

Asus ROG Strix RX 5700 GPU cooling
(Image credit: Asus)

Asus ha recentemente apportato modifiche alla gamma di schede video ROG Strix Radeon RX 5700, intervenendo su alcuni parametri della pressione di montaggio dei dissipatori, in modo da mitigare le temperature raggiunte sotto sforzo; coloro che avevano già acquistato una GPU RX 5700 in precedenza, sono già stati informati dalla case madre Asus riguardo eventuali (e probabili) problemi di surriscaldamento; intanto, Asus sembra voler scaricare ogni responsabilità su AMD. 

Tramite un post apparso sulla pagina web di ROG (intercettato dal sito OC3D), Asus ha affermato che tutte le schede grafiche appartenenti alla serie ROG Strix RX 5700, spedite da gennaio 2020 in poi, sono state dotate di nuove viti che facilitano una maggiore pressione di montaggio del dissipatore. In parole povere, le viti sono più strette in modo da garantire un maggiore contatto tra la GPU e il dissipatore di calore e, di conseguenza, un raffreddamento migliore. 

Asus ha ammesso di aver seguito alla lettera le linee guida di AMD per quanto riguarda la progettazione delle GPU RX 5700, adoperando una pressione di montaggio di 2-2,75 bar; tuttavia, il produttore ha scoperto che una pressione di 3,40-4,10 bar risulta più adeguata, traducendosi in "un migliore trasferimento di calore dalla GPU al dissipatore”.

Asus ha dichiarato di aver preso in considerazione tali modifiche dei modelli ROG Strix dopo aver "ricevuto numerose segnalazioni degli utenti in merito a problemi di surriscaldamento"; dopotutto, vi ricordiamo che le controversie riguardanti le prestazioni del sistema di raffreddamento relative alla scheda video RX 5700 XT sono oggetto di dibattito sin dai primi giorni di lancio, con AMD che aveva allora confermato tali problemi, annunciando che si trattasse di un comportamento normale della scheda.

In ogni caso, Asus provvederà alla sostituzione delle schede video ROG Strix RX 5700 vendute lo scorso anno, trattandosi di modelli potenzialmente poco affidabili. 

La società ha dichiarato: "Vorremmo estendere i vantaggi procurati dalla nuova tecnica di montaggio anche agli utenti che hanno già acquistato una scheda grafica ROG Strix Radeon RX 5700”.

"Chiunque sia già in possesso di una di queste schede e desideri passare al nuovo sistema di montaggio, può contattare il centro di assistenza ASUS più vicino a partire da marzo 2020 e noi saremo felici di eseguire tale aggiornamento per il cliente."

Tuttavia, Asus ci tiene a precisare che il diffondersi dell'epidemia di coronavirus, che sta avendo un grave impatto sull'industria tecnologica mondiale, potrebbe causare ritardi nelle spedizioni di alcuni importanti componenti e le tempistiche potrebbero prolungarsi oltre il mese di marzo, a seconda della zona del mondo in cui vivete. 

Immaginiamo che molti di voi siano tentati dal compiere una riparazione fai da te, stringendo le viti o aggiungendo rondelle, ma Asus sconsiglia (e la scelta non ci sorprende) tali pratiche. 

Scaricabarile?

Asus, dal canto suo, sta cercando di far ricadere la colpa di questi problemi su AMD, in modo del tutto lecito qualora fosse confermato il completo rispetto da parte dell’azienda delle linee guida di progettazione imposte da AMD. Dunque, in questo caso, Asus è totalmente esente da colpe?

Al momento, non riusciamo a fornire una risposta definitiva ma, senza ombra di dubbio, troviamo alquanto sospetto che nessuno abbia notato nulla di strano nelle prestazioni del sistema di raffreddamento di ROG Strix Radeon RX 5700 durante la fase iniziale di test. Inoltre, molti di voi si staranno ponendo una domanda cruciale: come è possibile che la questione dell’errata regolazione della pressione di montaggio del dissipatore sia venuta a galla soltanto ora, a distanza di mesi dal lancio?

Si tratta di un interrogativo più che sensato, dal momento che nell'occhio del ciclone è finito un prodotto di alta qualità e caratterizzato da prezzi al top, come la scheda video ROG Strix RX 5700. Si tratta di una GPU di fascia alta (ben più costosa di altre custom di RX 5700 presenti sul mercato) e, quando vengono pagati un sacco di soldi per una scheda video, è lecito attendersi il meglio in termini di prestazioni a tutto tondo, incluse quelle legate al sistema di raffreddamento.

Fonte: Wccftech