Skip to main content

PS5, Sony sarà costretta a distribuire meno console del previsto

(Image credit: Giuseppe Spinelli/ LetsGoDigital)

Sony sarebbe stata costretta a rivedere i propri piani su PS5 per l’attuale anno fiscale che si concluderà i 31 marzo 2021. Secondo quanto riferisce la testata Bloomberg, la multinazionale ha dovuto rivedere le stime sul numero di unità che verranno distribuite sino alla prossima primavera. Da una cifra iniziale di 15 milioni si è passati a 11 milioni, con una riduzione di 4 milioni.

Il motivo sarebbe legato a dei problemi di produzione e in particolare alle forniture del SOC (System-On-A-Chip) che per alcune settimane sarebbe stata ridotta del 50%. Sembra che adesso la produzione si stia riprendendo ma senza ancora raggiungere i livelli previsti inizialmente. 

Secondo l’analista Kota Ezawa, interpellato da Bloomberg, le ricadute di queste difficoltà nella produzione vanno oltre il numero di unità distribuite. A cascata, infatti, la scarsità di forniture porterebbe a prezzi più elevati del SOC e di conseguenza a un minore margine di profitto per Sony su ogni singola console venduta.

Il prezzo di PS5 resta ancora un mistero

Al momento Sony non ha ancora rivelato due informazioni chiave su PS5, ovvero il prezzo e la data di uscita. Non è escluso, come riporta Bloomberg, che Sony possa rivedere i piani originari sul prezzo della console dopo l’annuncio da parte di Microsoft di un’aggressiva politica di prezzi per i suoi modelli di Xbox della prossima generazione. Xbox Series X, infatti, avrà un prezzo di €499, mentre Xbox Series S di €299.

Secondo l’analista di Bloomberg Intelligence Masahiro Wakasugi il prezzo di PS5 con lettore ottico potrebbe aggirarsi intorno ai €449, mentre quello di Xbox Series S potrebbe essere sotto i €400. Una conferma potrebbe arrivare durante l’evento Sony previsto per domani.