Skip to main content

Nvidia GeForce RTX 3080 Ti, arriva il modello da 20 GB

Nvidia RTX 3080 Ti
(Image credit: Nvidia)

Nonostante il lancio della GeForce RTX 3080 Ti (12 GB di VRAM GDDR6X), giravano voci secondo cui Nvidia stesse pianificando anche una versione con più memoria. Bene, di recente sono state scoperte nuove prove dell'esistenza di una seconda versione della GPU.

Il noto divulgatore @momomo_us ha pubblicato un tweet che porta a una pagina di TechPowerup dove sono elencate le presunte caratteristiche della nuova scheda video.

See more

Stando alla pagina, la variante è realizzata da Gigabyte e possiede 20 GB di VRAM GDDR6X operante a 1.188 MHz, una frequenza base di 1.335 MHz e una massima di 1.665 MHz.

Sebbene queste specifiche possano catturare l’attenzione di alcuni consumatori, ci sono alcune specifiche che lasciano l’amaro in bocca...

Tanta VRAM… troppa

Secondo l’indiscrezione, la nuova RTX 3080 Ti avrebbe ben 8 GB di VRAM in più, peccato che il bus sia da 320 bit, anziché 384 come quello dell'attuale modello. Ciò limiterebbe la larghezza di banda a 760 GBps, rispetto ai 912 GBps dell’originale, e potrebbe influire negativamente sulle prestazioni della nuova GPU.

Un altro aspetto da tenere a mente sono i consumi: la nuova variante avrebbe un TBP medio di ben 420 W e un limite massimo di 450. A confronto, il modello da 12 GB ha un TBP massimo di 350 W, il che significa consumi superiori di circa il 29%. 

Se ciò fosse vero, chiunque acquisterebbe la nuova GPU dovrebbe avere o munirsi di un alimentatore da almeno 800 W.

A chi è destinata questa GPU?

Lo stesso account Twitter riporta anche un video su YouTube (sotto) in cui, apparentemente, viene utilizzata proprio una Gigabyte GeForce RTX 3080 Ti da 20 GB che garantisce un hash rate di ben 94,04 MH/s su Ethereum. A confronto, la RTX 3080 Ti da 12 GB offre un hash rate di circa 55-65 MH/s. 

Con un tale aumento delle prestazioni, non è difficile immaginare quanti miner vorrebbero mettere le mani su una GPU simile. Un altro aspetto da considerare è che l’hash rate dell'attuale RTX 3080 Ti è così basso poiché Nvidia ha implementato un limitatore di hash rate, nel tentativo di scoraggiare i miner. Non è chiaro se il nuovo modello avrebbe lo stesso blocco.

Se le specifiche e i tassi di hash fossero corretti, la nuova RTX 3080 Ti sarebbe progettata più per i miner che per i gamer. Può sembrare una mossa strana, ma potrebbe migliorare la disponibilità della RTX 3080 Ti da 12 GB.

Per quanto riguarda le prestazioni in-game, il modello da 20 GB dovrebbe essere inferiore a quello attuale, in quanto la frequenza della GPU è la stessa, ma il bandwidth è inferiore.

Nvidia GeForce RTX 3080 Ti (12 GB) è già una delle migliori GPU sul mercato, quindi non ha molto senso introdurre una versione da 20 GB con queste caratteristiche. È chiaro che Nvidia punti al mercato dei miner, in ogni caso, se fosse introdotta, si tratterebbe dell’ennesima GPU che i gamer non potranno acquistare.