Skip to main content

Nvidia fa piazza pulita delle vecchie GPU Turing per far spazio ad Ampere

Nvidia RTX
(Image credit: Nvidia)

Sembra che Nvidia abbia scelto di interrompere la produzione delle schede grafiche GeForce RTX 2070, RTX 2070 Super, RTX 2080 Super e RTX 2080 Ti. Le informazioni sono arrivate da IThome, e Nvidia non pare intenzionata a rilasciare dichiarazioni ufficiali sull'argomento.

La decisione di eliminare progressivamente dal mercato le GPU con architettura Turing per lasciare il posto ai nuovi modelli con architettura Ampere potrebbe in teoria avere senso. Se Nvidia continua a rispettare le solite tempistiche relativamente al ciclo di sviluppo anche per la tecnologia Ampere, l'azienda dovrebbe disporre già di prototipi funzionanti, per poi iniziare la produzione di massa ad agosto.

Per fare spazio alle nuove GPU Nvidia potrebbe quindi iniziare a ritirare gradualmente dal mercato alcuni dei prodotti, iniziando dalla RTX 2080 e dalla RTX 2080 Ti. Se queste indiscrezioni dovessero rivelarsi fondate, l'azienda potrebbe annunciare la GeForce RTX 3080 e RTX 3080 Ti a settembre.

IThome afferma anche che le GPU con tecnologia Turing menzionate qua sopra subiranno presto un rincaro nei prezzi, a causa sia di un interesse crescente per il mining delle criptovalute e a una fornitura insufficiente da parte di TSMC, l'azienda che si occupa della realizzazione delle GPU Nvidia con architettura Turing con processo produttivo FinFET a 12nm. Questa affermazione sembra però discutibile, in quanto bisogna considerare che TSMC annovera tra i suoi clienti molti altri pezzi grossi, come Apple, Qualcomm e AMD, quindi la richiesta di forniture rimane sempre molto alta.

In ultimo, IThome ritiene che la tecnologia Ampere verrà ufficialmente annunciata il 17 settembre, ma non c'è ancora nessuna informazione ufficiale a supporto di questa indiscrezione.