Microsoft Surface Laptop Go 2, poca spesa tanta resa?

Microsoft Surface Laptop Go 2
(Immagine:: Microsoft)

Microsoft ha annunciato ufficialmente il Surface Laptop Go 2. Si tratta di un portatile di fascia media, con processore Intel di 11esima generazione e proposto a €679 euro, per la versione da 4+128 GB.

Un prezzo relativamente basso, e sicuramente il Surface Laptop Go 2 si può considerare un portatile economico. Tuttavia supera la soglia psicologica dei 500 euro, e sicuramente entra in una categoria dove la concorrenza non manca. 

Per un prezzo più alto, Microsoft offre il sensore di impronte digitali integrato nel tasto di accensione, e un SSD da 256GB. 

Rispetto alla prima versione del Surface Laptop Go, non cambia molto. Abbiamo ancora un portatile compatto e dal costo contenuto, leggero e facile da trasportare, grazie anche a uno schermo più piccolo del solito, da 12,4". 

Il processore è l'Intel Core i5-1135G7. Non è un mostro di potenza ma è adatto a un prodotto di questa categoria, e sicuramente aiuta a tenere il prezzo sotto controllo. Per avere più prestazioni, si può scegliere la versione con 8 GB di RAM. Rispetto alla prima versione, aumenta la dimensione del drive principale, che nel 2020 partiva da 64 GB - che per un sistema Windows sono una cosa assurda. 

Con questo hardware non si può giocare, ma chi non vuole comprare anche un notebook gaming potrà, forse, trovare una soluzione nel gioco in streaming tramite Xbox Game Pass Ultimate, Google Stadia o simili. 

Nell'insieme, il Surface Laptop Go 2 è una discreta proposta nell'ambito nei portatili economici, ma non riesce ad essere il prodotto più consigliabile, per via di un mix di luci e ombre. Per esempio, da una parte 4GB di RAM sono pochissimi oggigiorno, ma dall'altra Microsoft promette un portatile relativamente facile da riparare - il che è sempre una buona cosa. 

Considerando i portatili economici, comunque, non si trovano certo dispositivi premium a quattro soldi. Almeno in ambito Windows, bisogna sempre spendere qualche centinaio di euro per avere un portatile che sia almeno discreto. Ma per studenti e uso domestico vale sempre la pena di fermarsi un attimo e pensare di prendere un Chromebook.

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.