Skip to main content

Microsoft promette che Windows 11 sarà più veloce nel 2022

(Image credit: Future)

Fin dai primi giorni successivi al lancio, alcuni degli elementi della UI (interfaccia utente) di Windows 11 hanno manifestato problemi prestazionali piuttosto latenti. Microsoft si è subito attivata per risolvere i bug più importanti, e promette altri miglioramenti dai primi mesi del prossimo anno.

In un AMA (‘Ask Me Anything’, ovvero una sorta di Q&A) condotto su Reddit dal team di sviluppo di Windows 11 (fonte: Windows Latest), un utente ha commentato un trend che faceva riferimento alla lentezza della UI ricevendo una risposta molto rassicurante:  

"Le prestazioni saranno tra i nostri obiettivi principali nel 2022, (inclusi gli elementi della UI). Molta attenzione verrà riservata alle prestazioni di lancio/avvio".

L'utente ha continuato elencando alcuni dei bug più comuni riscontrati su Windows 11 (e Windows 10), come ad esempio i malfunzionamenti di Esplora File, oltre alla lentezza del menu a tendina che si attiva con il tasto destro, definendoli "i motivi per cui sono tornato [Windows] 10 sui miei PC.”

Microsoft ha risposto spiegando che: “Alcuni dei problemi che hai menzionato sono prestazioni dettate da WinUI e, anche se non tutte sono correlate al lavoro svolto dal nostro team, il feedback dei nostri utenti è importante/valido per migliorare Windows nel suo complesso." 

"Da parte nostra, oltre a voler concentrare parte del nostro framework UX sul miglioramento delle prestazioni nel 2022, abbiamo un team recentemente formato appositamente per affrontare questo argomento in modo più efficace.”

Se state riscontrando problemi con il nuovo OS Microsoft potreste trovare la soluzione ad alcuni dei bug più comuni nella nostra guida dedicata: Windows 11, come risolvere i problemi più comuni.

Darren is a freelancer writing news and features for TechRadar (and occasionally T3) across a broad range of computing topics including CPUs, GPUs, various other hardware, VPNs, antivirus and more. He has written about tech for the best part of three decades, and writes books in his spare time (his debut novel - 'I Know What You Did Last Supper' - was published by Hachette UK in 2013).