iOS 16 completerà i captcha al posto vostro

Captcha on iOS
(Immagine:: TechRadar)

Cosa succede? iOS 16 potrà completare i captcha al posto vostro, garantendo la natura umana degli utenti.

Perchè è importante? Questo è un grande passo verso un'accessibilità più inclusiva, inoltre risparmierà a tutti gli utenti un bel po' di tempo e seccature.

É capitato a tutti di imbattersi in captcha che rendono molto più complicato del necessario accedere alla vostra mail o a qualsiasi altro sito e applicazione. iOS 16 porrà fine a questa seccatura, completando i captcha al posto vostro e garantendo la natura umana degli utenti

I codici captcha sono piccoli popup che appaiono al momento del login su molti siti e applicazioni, pensati per bloccare l'accesso da parte di sistemi automatizzati. Ce ne sono di molte tipologie: alcuni vi chiederanno di individuare e selezionare tutte le immagini contenenti un determinato soggetto, altri di trascrivere codici alfanumerici all'interno di disegni e pattern.

Una soluzione apparentemente semplice, ma che negli anni ha comportato non pochi fastidi e perdite di tempo per gli utenti, che spesso si trovano ad affrontare puzzle troppo confusionari e complicati. Un'esagerazione, insomma, considerando la difficoltà in proporzione alla semplicità di quella che dovrebbe essere un'operazione elementare, ovvero verificare un account.

Le informazioni contenute in questo video distribuito da Apple (Si apre in una nuova scheda) mostrano come una piccola, ingegnosa funzione di iOS 16 vi permetterà di sbarazzarvi per sempre di queste operazioni frustranti sul vostro iPhone. Un grande passo un'accessibilità più inclusiva, grazie al quale tutti (anche chi soffre di disturbi dell'udito o della vista) potranno accedere ai propri account senza risolvere puzzle di varia natura.

Apple chiama questa funzione Verifica Automatica, ed è stata sviluppata in collaborazione con Fastly e CloudFlare. Dei token verranno inviati al server del sito in questione come modo per autenticarsi, confermando che l'utente è un umano tramite il controllo di sicurezza iCloud. La funzione si può attivare tramite Impostazioni > Apple ID > Privacy e sicurezza > Verifica automatica. Non è stato ancora chiarito se questa funzione arriverà anche su macOS Ventura.

Giulia Di Venere è Editor Senior per TechRadar Italia e lavora con orgoglio al progetto da quando è nato.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è una grande appassionata di cinema, libri, cucina e cinofilia.

Da sempre considera la scrittura lo strumento più efficace per comunicare, e scrivere per fare informazione, ogni giorno, è per lei motivo di grande soddisfazione.

Copre una grande varietà di tematiche, dagli smartphone ai gadget tecnologici per la casa, gestendo la pubblicazione dei contenuti editoriali e coordinando le attività della redazione.

Dalla personalità un po’ ambivalente, ama viaggiare tanto quanto passare il tempo libero nella tranquillità della propria casa, in compagnia del suo cane e di un buon libro.

Con il supporto di