Skip to main content

Intel, Core i9-9900KS in arrivo ad ottobre

(Image credit: Future)

All'IFA 2019, Intel ha tenuto una conferenza stampa in cui ha rivelato che la CPU Core i9-9900KS, capace di raggiungere una frequenza di 5 GHz con tutti i suoi otto core e svelata per la prima volta al Computex, sarà in vendita a partire da ottobre. 

Si tratta di una versione cosidetta binned, vale a dire selezionata, del Core i9 9900K. In pratica Intel ha scelto il silicio di qualità più elevata ricavato dalla produzione di questo processore, utilizzando solo quei chip in grado di raggiungere una frequenza di 5 Ghz per tutti i core (il 9900K raggiunge i 5 Ghz solo in modalità turbo single core).  

Intel ha sì detto che il processore 9900KS arriverà nei negozi ad ottobre, ma purtroppo non ha detto nulla sul prezzo e sul TDP. Su quest'ultimo punto, però, siamo certi che sarà superiore ai 95W del 9900K versione base.  

Intel ha detto chiaramente che la velocità turbo 5 GHz sarà effettivamente a 5 GHz. Questa è stata una frecciatina lanciata contro AMD, visti i recenti problemi con le frequenze boost dei processori Ryzen. Comunque AMD ha fatto sapere che si sta occupando della questione e che è tutto dovuto a un bug nel firmware.   

Intel, da parte sua, ha preso la palla al balzo e sfruttato questa debolezza dell'avversario. Infatti, come notato da The Guru of 3D, Intel ha mostrato una slide intitolata "Dubbi da parte della community" in cui ha sottolineato tutta la vicenda che ha colpito i Ryzen 3000 e i "problemi relativi a frequenza di clock e costanza e trasparenza nelle prestazioni". 

Come sottolineato da Tom’s Hardware ,  Intel ha mostrato un PC con 9900KS e Hitman 2 in esecuzione e il processore ha sempre raggiunto i 5 Ghz in tutti i core, tranne che in un'occasione. 

Dissipatore adeguato

Un elemento da sottolineare è che per chi vorrà acquistare questo processore, sarà necessario avere una soluzione di raffreddamento adeguata, che consenta alla CPU di esprimersi al massimo in modalità Turbo. Per la dimostrazione con Hitman 2, Intel ha scelto un dissipatore a liquido AIO di Corsair da 240 mm. 

Bisogna anche tenere a mente che Intel 9900KS è pur sempre un processore a 14 nm della famiglia Coffee Lake Refresh, mentre i processori Ryzen di terza generazione si basano sulla nuova architettura AMD Zen 2 a sette nm che offre un miglioramento prestazionale notevole, oltre che un passo in avanti altrettanto degno di nota a livello di istruzioni per ciclo di clock. 

Al di là dei problemi sulla frequenza boost degli ultimi giorni, abbiamo provato a fondo i processori Ryzen 3000 e dobbiamo dire che ci hanno davvero colpito, soprattutto se consideriamo anche il prezzo. 

Nel corso della conferenza, Intel ha anche menzionato Cascade Lake-X, mostrando una slide in cui si affermava che questi nuovi processori arriveranno anch'essi ad ottobre e offriranno un incremento di 2,09 volte nel rapporto prestazioni relative per dollaro rispetto a Skylake-X. Questo ci fa pensare che questi nuovi processori di fascia alta potrebbero avere un prezzo più basso. 

Però, recentemente sono emerse delle indiscrezioni che, si dice, riguardino le prestazioni di un processore Core i9 Cascade Lake X a 10 core e, onestamente, non ci ha impressionato, soprattutto se prendiamo in considerazione quanto offerto dai Ryzen Threadripper. Certo, ovviamente si tratta di indiscrezioni quindi bisogna andarci cauti. Insomma, non ci resta che aspettare il prossimo mese e toccare con mano. 

IFA 2019 è la più grande fiera dell'elettronica in Europa. Il team di TechRadar si trova a Berlino per darvi tutte le notizie più importanti e le prime impressioni sulle nuove TV, orologi e tutti gli altri prodotti che verranno presentati.