I migliori TV sotto i 600€

migliori TV sotto i 600€
(Immagine:: Philips Hue)

La nostra classifica intende aiutarvi nella scelta tra i migliori TV sotto i 600€ presenti sul mercato. Questa cifra potrebbe essere significativa per alcuni, ma permette di portarsi a casa un TV di fascia media di dimensioni variabili variabile tra i 43” e i 65 pollici.

Le differenze tra i TV in questa fascia di prezzo sono principalmente dovute alle specifiche tecnologie implementate dai produttori, che rendono i TV più o meno costosi rispetto ai modelli concorrenti, anche se questi ultimi sono di taglia superiore.

Non aspettatevi però che a parità di prezzo un TV da 65” abbia la stessa qualità d’immagine di un 50”. I costruttori scelgono le loro priorità per ogni serie o modello in modo da fornire una vasta gamma di possibilità all’acquirente. Il che è abbastanza positivo, ma certamente non aiuta quando si decide di acquistare un TV nuovo.

Con 600€ potete trovare sia modelli QLED che LED 4K con supporto HDR, ma se volete acquistare un TV OLED, a meno che non troviate un offerta durante il Black Friday o il Cyber Monday, dovrete spendere cifre che vanno dai 700€ in su.

I migliori TV sotto i 600€

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Sharp EQ4

(Image credit: Sharp)

1. Sharp QLED EQ (50EQ4EA da 50”)

Sharp mostra i denti...appuntiti

Specifiche

Diagonale: 50 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: QLED
Smart TV: Android 11
HDR: HDR, Dolby Vision

Pro

+
Eccellente qualità generale
+
Audio Harman Kardon

Contro

-
Niente Local Dimming

Lo Sharp QLED EQ è un TV piuttosto interessante e dotato di funzioni di categoria superiore. Il TV si presenta bene, con un design color alluminio (EQ3 per il colore nero), tecnologia Quantum Dot (QLED), supporto Dolby Vision e Android TV (Android 11). La qualità del pannello è piuttosto buona, anche se non può competere con i QLED più costosi, ma è decisamente valida nella fascia di prezzo in cui si posiziona il televisore. Colori, risoluzione e profondità dei neri sono di buon livello, così come anche lo scaling e l’ottimizzazione delle immagini in movimento.

I limiti in questo caso sono la frequenza di refresh, pari a 60Hz e la mancanza del local dimming. Ciò non causa comunque nessun problema nella visione normale. La parte audio è potenziata da Harman Kardon, con dei tweeter frontali e dei woofer puntati verso il basso. Il TV riesce a fornire una buona qualità audio, senza raggiungere tuttavia quella di una soundbar esterna. In definitiva possiamo considerare lo Sharp EQ decisamente interessante e certamente uno dei migliori nella categoria sotto i 600€.

Samsung The Frame 2022

(Image credit: Samsung)

2. Samsung The Frame 43''

The Frame è fantastico, ma costoso

Specifiche

Diagonale: 43 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: QLED
Smart TV: Tizen
HDR: HDR10, HDR10+, HLG

Pro

+
Bellissimo
+
Ottima qualità
+
Tizen

Contro

-
Costoso per la diagonale

Samsung The Frame è un televisore QLED di buona qualità e si mimetizza all’interno della superficie domestica mimando un quadro appeso alla parete (da cui il nome), permettendo di utilizzare delle opere d’arte reali come schermata di blocco. Il TV si rivela valido per guardare programmi e sport anche in ambienti illuminati, data l’ottima luminosità del suo pannello, inoltre è quasi immune dai riflessi ed è in grado di scalare perfettamente i contenuti in bassa risoluzione. Tra le frecce al suo arco può contare su HDMI 2.1, bassa latenza in modalità Gaming e VRR, funzionalità che lo rendono perfetto per la stanza di un gamer.

The Frame è adatto anche per guardare contenuti in stile cinema dato che ha un elevato rapporto di contrasto nativo. Purtroppo però, manca la funzione di local dimming, che lo avrebbe reso ancora migliore. Il TV è decisamente uno dei migliori sotto i 600€, tuttavia a questo prezzo potete portarvi a casa solo la diagonale da 43”, il che potrebbe non essere ideale se il vostro salotto è anche solo di medie dimensioni.

Samsung Q60B QLED TV

3. Samsung Q60B (QE50Q60BAUXZT da 50”)

Un buon OLED di fascia bassa

Specifiche

Diagonale: 50 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: QLED
Smart TV: Tizen
HDR: HDR10, HDR10+, Dolby Vision

Pro

+
Buona qualità video
+
Tizen

Contro

-
Mancano alcune funzioni importanti

Samsung Q60B è un TV QLED di fascia bassa proposto a un prezzo concorrenziale dall’azienda sudcoreana per competere con marchi come TCL e Hisense, che offrono le loro proposte QLED nella medesima fascia di prezzo. Dovendo però sottostare a una serie di compromessi, il Q60B non riesce ad esprimere tutte le potenzialità dei migliori TV QLED. Ad esempio, pur essendo il suo pannello di buona qualità, pecca di alcuni difetti che potrebbero infastidire gli utenti più esigenti.

Parliamo del motion blur eccessivo nelle scene di movimento, di un angolo di visione modesto e di una resistenza ai riflessi piuttosto bassa. Anche la luminosità limitata non permette di godere pienamente della bellezza dell'HDR Inoltre al Q60B manca anche il local dimming, che può fare la differenza in certe scene.

Mancano poi anche funzioni chiave come il VRR, il supporto di alcune risoluzioni video utili alle console e purtroppo anche HDMI 2.1, limitando il refresh rate dei giochi a 60Hz. Nonostante ciò, rimane uno dei nostri TV preferiti in questa fascia di prezzo perché la qualità del prodotto è piuttosto alta in relazione al prezzo contenuto, anche se la concorrenza si fa sempre più vicina.

Hisense 58A72GQ

(Image credit: Hisense)

4. Hisense A7GQ (58A72GQ da 58”)

Grande e bello

Specifiche

Diagonale: 58 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: QLED
Smart TV: Vidaa
HDR: HDR10, HDR10+, HLG, Dolby Vision

Pro

+
Ottimo rapporto qualità prezzo
+
Pannello di buona qualità

Contro

-
Meriterebbe più funzioni

Il 58A72GQ è un TV QLED del 2021 prodotto da Hisense e indirizzato alla fascia media del mercato. Ha un'estetica leggera e piacevole, molto moderna. Il pannello è un IPS QLED di buon livello, ma manca il local dimming. Il processore fa un buon lavoro nel miglioramento delle scene e nell’upscaling di immagini a bassa risoluzione in 4K.

La qualità audio è solo mediocre, pertanto se volete qualcosa di più l’acquisto di una soundbar è caldamente consigliata. Il TV usa Vidaa, il cui funzionamento sta migliorando una generazione dopo l’altra ed è abbastanza fluido nell’utilizzo. Chi lo ha provato ritiene che la velocità dell’interfaccia sia migliore di quella di Android TV (ad esempio quella che si trova su TCL a pari prezzo), ma la scelta di applicazioni sia molto limitata rispetto a quelle presenti nello store Google. In ogni caso esistono tutte le applicazioni di base che vi aspettereste di trovare su un TV, inclusi Disney Plus e RaiPlay.

TCL QLED TV

(Image credit: TCL)

5. TCL QLED C63 (55C635 da 55”)

Un QLED di buona qualità

Specifiche

Diagonale: 55 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: QLED
Smart TV: Android TV
HDR: HDR10+, HLG, Dolby Vision

Pro

+
Competitivo per rapporto Q/P
+
Pannello di buona qualità

Contro

-
Velocità interfaccia

La proposta di TCL va a competere direttamente con l’offerta di Samsung per quanto riguarda i modelli QLED di fascia bassa. I due TV hanno i loro pro e contro per quanto riguarda la qualità visiva, che in entrambi i casi non è male per il prezzo. TCL fornisce alcune funzionalità che il Q60B non supporta, come il VRR e l’audio ottimizzato by Onkyo (che purtroppo non stupisce però).

Tuttavia Samsung monta un pannello che pur non essendo privo di difetti, può fregiarsi di un rapporto di contrasto più elevato per via di neri migliori e una luminosità più elevata. Ciò non fa del C63 un cattivo televisore ed è probabile che per gli stessi soldi riusciate a portare a casa una diagonale maggiore, dato che Samsung non offre alcun 55” QLED a un prezzo inferiore ai 600€, salvo offerte. Per il resto il TV TCL è convincente, con qualche riserva sulla combinazione processore/interfaccia Google TV che non è veloce come dovrebbe.

Philips 65” PUS8007

(Image credit: Philips)

6. Philips PUS8007 (50PUS8007 da 50” e 55PUS8007 da 55”)

Un buon TV se non siete puristi

Specifiche

Diagonale: 50,55 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED
Smart TV: Android TV 11
HDR: HDR10, HDR10+, HLG, Dolby Vision

Pro

+
Ottimo TV non QLED
+
Ambilight è sempre piacevole

Contro

-
La concorrenza nella fascia di prezzo è elevata

Philips PUS8007 è un Android TV di fascia media della linea Ambilight, dalla buona qualità costruttiva. Monta un processore P5 Perfect Engine “semplificato”, ma il pannello è un semplice IPS a LED da 60 Hz. In ogni caso, i colori sono convincenti e la luminosità non manca, se paragonato a TV con tecnologia similare (il paragone con OLED e QLED sarebbe impietoso).

Il TV supporta tutti i formati di HDR, incluso Dolby Vision. Una volta settate le impostazioni migliori, risulta decisamente piacevole da guardare e non sfigura in confronto ai propri concorrenti, anche se nelle scene più scure si notano alcune perdite di dettaglio. Il TV è dotato di illuminazione Ambilight su tre lati che permette una visione più confortevole e rilassata nelle stanze poco illuminate.

Sul lato Smart questo TV offre 16GB di spazio per le app, sui quali è installato Android TV 11. Non mancano tra le caratteristiche VRR e HDMI 2.1, ma per via del pannello a basso refresh non è possibile usufruire dei suoi benefici. Infine, l’audio supporta Dolby Atmos ma gli altoparlanti non sono all’altezza, similmente a quanto accade ad altri TV nella stessa fascia di prezzo, con poche eccezioni.

Philips TV PUS7406

(Image credit: Philips)

7. Philips PUS7406 (65PUS7406 da 65”)

Il migliore per diagonale / prezzo

Specifiche

Diagonale: 65 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED
Smart TV: Android TV 10
HDR: HDR10, HDR10+, HLG

Pro

+
Ottimo rapporto prezzo dimensioni
+
Suono accettabile

Contro

-
Non il migliore tra i Philips nella fascia di prezzo

Abbiamo aggiunto il Philips PUS7406 perché è il televisore più grande che possiate acquistare oggi a meno di 600€. Non è il migliore per quanto riguarda la visualizzazione delle immagini, tuttavia se non siete dei puristi e vi serve semplicemente un TV “grande” senza spendere molto, questo modello potrebbe fare al caso vostro.

Il TV Philips offre Dolby Vision, HLG e HDR10+ e monta Android 10 (Q), che permette l’utilizzo di un gran numero di applicazioni, anche se le prestazioni del sistema operativo potrebbero essere migliori. Tuttavia, il suo sonoro risulta tutto sommato accettabile, e considerate le dimensioni e le caratteristiche tecniche, rimane comunque un buon affare anche se sul piano della qualità ci sono opzioni migliori per qualità.

LG UQ75 smart tv

(Image credit: LG)

8. LG UQ8100 (55UQ81006LB da 55”)

L'offerta di LG potrebbe essere migliore

Specifiche

Diagonale: 55 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED
Smart TV: Web OS 6.0
HDR: Active HDR, HLG

Pro

+
Buona qualità ma senza picchi
+
Web OS è un ottimo sistema

Contro

-
Mediocre nella categoria

Questo TV monta un pannello piuttosto mediocre e nonostante offra un set di caratteristiche simile a quello di molti concorrenti, purtroppo non riesce a spiccare per quanto riguarda la qualità d’immagine. Non si tratta di un cattivo televisore, ma i concorrenti più competitivi offrono dei pannelli (molto) meglio dotati di caratteristiche come luminosità, contrasto, colori e capacità di processare le immagini, tanto da relegare l’UQ8100 nella parte inferiore della classifica.

L’interfaccia Web OS è semplice da usare e rassicurante nell’uso, mentre la visione laterale è piuttosto buona, ma non c’è veramente molto altro che possa far svettare questo modello rispetto alla concorrenza, se non alcune funzionalità relative al gaming.

Panasonic HX580E

(Image credit: Panasonic)

9. Panasonic HX580E (55HX580E da 55”)

Il TV per chi ama le cose semplici

Specifiche

Diagonale: 55 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED
Smart TV: Android TV 11
HDR: HDR10/HLG/Dolby Vision

Pro

+
Interfaccia di semplice utilizzo
+
Buon rapporto diagonale / prezzo

Contro

-
Esistono TV decisamente migliori

La 55HX580E è una Smart TV di fascia media dalle discrete prestazioni. Il processore grafico è in grado di regolare i livelli di colore e contrasto, restituendo una visione fluida e con un un buon livello di dettaglio anche durante le scene movimentate. Sul TV sono disponibili HDR10, HLG e Dolby Vision, e la qualità visiva è piacevole con colori brillanti, ma senza avvicinarsi ai TV QLED.

L’audio è piuttosto basilare, e anche usando le impostazioni presenti non è possibile compensare alle carenze degli altoparlanti integrati. La quantità di funzioni disponibili è meno elevata rispetto ad altri modelli, semplificando l’uso del televisore. Possiamo considerare ciò come un bene, se non vi piace andare a scavare all’interno dei menù, oppure no, nel caso in cui vogliate cucirvi addosso su misura tutti i parametri del vostro TV. In definitiva, si tratta di un buon televisore ma che non si discosta troppo dalla media della concorrenza, rendendo la sua scelta legata più al prezzo che alla qualità.

Sony KD-43X72K

(Image credit: Sony)

10. Sony X72K (KD-43X72K da 43”)

Qualità sì, ma il prezzo è elevato

Specifiche

Diagonale: 43 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED
Smart TV: Android 11
HDR: HDR10 e HLS

Pro

+
Qualità Sony
+
Funzionalità ottime per un 43"

Contro

-
Costoso in relazione alla diagonale

Il Sony KD-43X72K è un TV prodotto da Sony di discreta qualità. Monta un pannello VA Direct Led a 60 Hz capace di mostrare una buona gamma cromatica ed è coadiuvato da HDR10 e HLG. Usandolo al buio, si nota la mancanza di neri profondi propri dei modelli QLED o OLED, tuttavia nella categoria LED le capacità di questo TV sono piuttosto buone.

Il TV monta Android TV (Android 11) e sfrutta una CPU a 4 core, inoltre possiede un processore denominato “Bravia Engine” per la gestione delle immagini, che svolge il suo lavoro in maniera pressoché impeccabile. L’audio di serie è sufficiente per un TV di questa dimensione, ma alcuni utenti l’hanno definito un po’ inscatolato, ad ogni modo rientra nella media della categoria. In definitiva è un discreto TV, ma considerato la diagonale ridotta e la totalità delle sue caratteristiche, non possiamo che posizionarlo in fondo alla classifica.

Qualche consiglio aggiuntivo per l'acquisto

Un valido TV sotto i 600€ dovrebbe avere un’interfaccia quanto meno fluida e fornire una buona qualità d’immagine, anche a fronte di alcune limitazioni più o meno rilevanti dovuti al prezzo modesto. Tutti i TV sono dotati di un processore d’immagine che gioca un ruolo chiave nella visualizzazione, soprattutto perché si occupa di gestire l’upscaling dei contenuti da bassa ad alta risoluzione, ma si occupa anche del miglioramento generale delle immagini, della riduzione del rumore, e di molto altro. In questa fascia di prezzo sono presenti dei processori simili a quelli di fascia superiore, ma talvolta vengono castrati appositamente per evitare fenomeni di concorrenza interna. Volete una visione più pregiata? Dovete pagare.

L’audio è una di quelle caratteristiche che viene poco considerata nei TV a meno di 600€, e sono rari i modelli che ne hanno uno di qualità. Per contenere i prezzi difficilmente sono presenti subwoofer, anche per via di chassis sempre più sottili. Se desiderate che il vostro TV suoni bene bisognerà mettere nel carrello degli acquisti una soundbar, possibilmente scegliendola tra le migliori soundbar sul mercato.

Come nei migliori TV sotto i 500€ e nei migliori TV sotto i 400€, non si riscontrano problemi a livello di connettività, anche se salendo di prezzo potreste trovare modelli con porte aggiuntive. Probabilmente non le userete mai tutte, ma fa comodo avere ciò che serve al momento del bisogno. 

Tra le caratteristiche utili nei TV sotto i 600€ sarebbe auspicabile trovare un refresh rate dello schermo superiore ai canonici 60 Hz, magari insieme a HDMI 2.1 e VRR, e una modalità Gaming capace di ridurre il lag. Molti TV oggi presentano ancora pannelli a frequenza standard, il che va bene se non possiede una console recente, ma potrebbe essere un minus per chi ama giocare. Con le console di vecchia generazione il problema non si pone, ma è comunque auspicabile puntare ai 120 Hz per evitare di trovarsi con un TV già vecchio dopo l’acquisto di una console nuova.