I migliori TV sotto i 500€

migliori TV sotto i 500€
(Immagine:: Yamaha Music)

Questa classifica è stata realizzata per aiutarvi a scegliere uno dei migliori TV sotto i 500€. Scegliere un televisore a questa cifra potrebbe sembrare piuttosto semplice ma credeteci, non lo è. Il mercato propone uno straordinario numero di modelli, e basta aprire un listino qualsiasi per scoprire che ogni produttore offre diverse linee di televisori, e per ognuna esiste un certo numero di modelli che a prima vista sembrano identici, ma non lo sono. Si tratta di un vero e proprio ginepraio, insomma.

Due considerazioni prima di iniziare: tutti i TV della nostra classifica sono Ultra HD 4K, perciò diamo per scontato questo dettaglio tecnico evitando di ripeterlo per ogni singolo modello. Inoltre, con 500€ è possibile acquistare televisori che vanno dai 50” a 55”, escluso le offerte momentanee.

Non abbiamo considerato TV più piccoli, ma quasi per ogni modello tra quelli da noi proposti c’è anche la possibilità di acquistare il TV con diagonale da 43”. Per aiutarvi a fare un minimo di preselezione, possiamo dividere i migliori TV da 500€ in due categorie. Abbiamo alcuni QLED di fascia bassa nella prima, mentre la seconda ospita dei più tradizionali TV LED (siano tradizionali, Edge o DLED). In fondo all'articolo troverete più dettagli.

I migliori TV sotto i 500€

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Samsung Q60B QLED TV

1. Samsung Q60B (QE50Q60BAUXZT da 50”)

Non è perfetto, ma ha un ottimo rapporto qualità prezzo

Specifiche

Diagonale: 50 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: QLED
Smart TV: Tizen
HDR: HDR10, HDR10+

Pro

+
QLED
+
Software Tizen

Contro

-
Scarso angolo di visione laterale
-
Non ottimizzato per le nuove console

Samsung Q60B è un TV QLED di fascia bassa proposto a un prezzo concorrenziale dall’azienda sudcoreana per competere con marchi come TCL e Hisense, che offrono le loro proposte QLED nella medesima categoria. Dovendo però sottostare a una serie di compromessi, il Q60B non riesce ad esprimere tutte le potenzialità dei migliori TV QLED.

Ad esempio, pur essendo il suo pannello di buona qualità, pecca di alcuni difetti che potrebbero infastidire gli utenti più esigenti. Parliamo del motion blur eccessivo nelle scene di movimento, di un angolo di visione modesto e di una resistenza ai riflessi piuttosto bassa. Anche la luminosità limitata non permette di godere pienamente della bellezza dell'HDR Inoltre il Q60B pecca anche del local dimming, che se implementato a dovere può fare la differenza in certe scene.

Mancano poi anche funzioni chiave come il VRR, il supporto di alcune risoluzioni video utili alle console e purtroppo anche HDMI 2.1, limitando il refresh rate dei giochi a 60Hz. Nonostante ciò, rimane uno dei nostri TV preferiti in questa categoria perché la qualità del prodotto è piuttosto alta in relazione al prezzo contenuto, anche se la concorrenza si fa sempre più vicina.

Hisense E79HQ

(Image credit: Hisense)

2. Hisense E79HQ (50E79HQ da 50” e 55E79HQ da 55”)

Tallona Samsung da molto vicino

Specifiche

Diagonale: 50 pollici, 55 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: QLED
Smart TV: Vidaa
HDR: HDR10, HDR10+ e Dolby Vision

Pro

+
Buona qualità complessiva
+
QLED

Contro

-
Niente 120Hz
-
Audio migliorabile

Hisense E7HQ (anche nelle varianti E78HQ e E79HQ) è un TV QLED economico di fascia bassa dalle buone prestazioni a tutto tondo. Porta in dote un buon pacchetto di funzioni che renderanno il suo proprietario indubbiamente soddisfatto, come HDR10, HDR10+ e Dolby Vision, ma soprattutto una discreta visione laterale. Il TV usa la tecnologia Quantum Dot su un pannello DLED, con degli interessanti risultati per quanto riguarda il colore.

Non aspettatevi la luminosità dei TV più costosi però, la luminosità è in linea con i QLED concorrenti. Nonostante manchi il local dimming il pannello si difende più che degnamente quando scritte chiare appaiono su sfondo nero. L’audio risulta più che accettabile per la fascia di prezzo, ma non aspettatevi la qualità di una soundbar anche economica: gli alti sono elevati, ma le frequenze basse non sono troppo chiare e presenti.

Il TV è carente di HDMI 2.1 è ciò rende impossibile giocare a 120Hz con le console di nuova generazione, ma perlomeno è presente la modalità Gaming a bassa latenza. Il software Vidaa è piuttosto veloce per un televisore di questo prezzo, inoltre non manca la possibilità di usare uno dei tre assistenti vocali presenti (Google, Alexa, Vidaa Voice).

TCL C63

(Image credit: TCL)

3. TCL QLED C63 (50C631 da 50” e 55C631 da 55”)

Il rivale di Hisense

Specifiche

Diagonale: 50 pollici, 55 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: QLED
Smart TV: Vidaa
HDR: 4K HDR Pro

Pro

+
QLED e VRR
+
Audio Onkyo

Contro

-
Interfaccia lenta
-
Qualità immagine migliorabile

La proposta di TCL è simile a quella di Hisense e vuole intaccare il dominio di Samsung nell’offerta QLED in questa categoria. Ne è in grado? I due TV hanno i loro pro e contro per quanto riguarda la qualità visiva, che in entrambi i casi non è male per il prezzo, e TCL fornisce alcune funzionalità che il Q60B non supporta, come il VRR e l’audio ottimizzato by Onkyo (che purtroppo non stupisce però).

Tuttavia Samsung monta un pannello che pur non essendo privo di difetti, può fregiarsi di un rapporto di contrasto più elevato per via di neri migliori e una luminosità più elevata. Ciò non fa del C63 un cattivo televisore ed è probabile che per gli stessi soldi riusciate a portare a casa una diagonale maggiore, dato che Samsung non offre alcun 55” QLED a un prezzo inferiore ai 500€, salvo offerte. 

Per il resto il TV TCL è convincente, con qualche riserva sulla combinazione processore/interfaccia Google TV che non è veloce come dovrebbe.

LG UQ7500

(Image credit: LG)

4. LG UQ7500 (55UQ75006LF da 55”)

Un discreto TV a LED

Specifiche

Diagonale: 55 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED IPS
Smart TV: Web OS 6.0
HDR: Active HDR

Pro

+
Ottimo angolo di visione
+
Buone funzionalità gaming

Contro

-
Contrasto modesto
-
Luminosità migliorabile

LG UQ75 è un TV tradizionale con pannello LED IPS di buona qualità, ma con tutti i limiti intrinseci di questa tecnologia che ormai si trova alla base dei TV odierni. Nonostante ciò, l’UQ75 è pieno di funzioni che lo rendono una scelta interessante per moltissimi utenti.

Iniziamo a dire che il TV è abbastanza spesso, cosa che normalmente potrebbe essere considerato un difetto, ma in questo caso è invece un beneficio per la qualità audio. A livello video, non manca la funzionalità Active HDR che qui viene coadiuvata da un processore α5 di 5 generazione con AI 4K per il miglioramento delle immagini. Che sono di buon livello, ma soffrono i limiti del pannello e non riescono a bucare lo schermo come su altri TV più quotati.

In ogni caso webOS è un sistema piacevole da usare e al di là di qualche mancanza come un refresh rate elevato, local dimming e tutte le funzionalità di sincronia con i giochi (G-Sync, Freesync, VRR), possiamo dire che ci troviamo davanti a un TV piuttosto completo, considerato anche che con 500€ ci portiamo a casa una diagonale da ben 55”.

Xiaomi A2

(Image credit: Xiaomi)

5. Xiaomi A2 (da 50")

Il primo TV di Xiaomi

Specifiche

Diagonale: 50 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED IPS
Smart TV: Android TV 10
HDR: Dolby Vision, HDR10, HLG

Pro

+
Buone funzionalità audio
+
Estetica d'eccezione

Contro

-
Qualità video modesta

Lo Xiaomi A2 è il primo TV dell’azienda cinese ad entrare nel nostro mercato. Si tratta di un modello economico, ma da non sottovalutare. L’estetica semi borderless è impressionante e non sfigurerebbe su televisori che costano il quadruplo, se vi piace il bello sicuramente noterete subito questo Xiaomi. A2 fa uso (presumibilmente, visto che l’azienda non l’ha dichiarato) di un pannello IPS a 60Hz di buona qualità. Anche qui, con tutti i limiti della tecnologia, la resa è buona se non si hanno pretese.

La luminosità è modesta ma i colori appaiono brillanti e non mancano tutte le tecnologie HDR disponibili sui concorrenti. L’audio purtroppo è molto modesto (non più di altri concorrenti però), ma porta in dote Dolby Audio e DTS-HD. Al contrario, il sistema Android TV 10 installato funziona bene e risulta sufficientemente veloce da non creare problemi nell’uso. Infine parlando di connettività, c’è tutto quello che ci si aspetta da un TV di questa fascia di prezzo.

Samsung BU8070

(Image credit: Samsung)

6. Samsung BU8070 (UE50BU8070 da 50”)

Un Samsung LED pieno di funzioni

Specifiche

Diagonale: 50 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED IPS
Smart TV: Tizen
HDR: HDR, HDR10+, HLG

Pro

+
Ottime funzioni audio
+
Tizen

Contro

-
Qualità video modesta
-
Non fa meglio dei concorrenti

Il Samsung BU8070 è un TV entry level dotato di alcune caratteristiche davvero interessanti. Anche qui troviamo un pannello LCD di media qualità che permette di guardare film e spettacoli senza problemi nella maggior parte delle situazioni di luminosità.

Il TV mette a disposizione dell’utente ben tre assistenti vocali (Bixby, Alexa, Google) e parecchie funzioni relative al miglioramento della qualità audio come Q-Symphony, Adaptive Sound e OTS Lite, che rimane però discreta e niente più. Quest’ultime saranno comunque utili per interfacciare una soundbar successivamente. Sul BU8070 abbiamo diversi controlli per migliorare colori e contrasto, ma che operano chiaramente entro i limiti del pannello.

Infine sono presenti buone funzionalità gaming e di connettività, da sempre fiore all’occhiello dell’interfaccia Tizen. Ci troviamo davanti a un TV Samsung che paga la concorrenza di modelli simili sul mercato, oltre quella dei propri TV QLED di fascia bassa. Per questa ragione è difficile consigliarlo come prima scelta, pur trattandosi tutto sommato di un buon televisore in assoluto.

Philips TV PUS7406

(Image credit: Philips)

7. Philips PUS7406 (50PUS7406 da 55”)

Specifiche

Diagonale: 55 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: LED IPS
Smart TV: Android TV 10 (Q)
HDR: Dolby Vision, HDR10, HDR10+, HLG

Pro

+
Buon audio
+
Supporto HDR

Contro

-
Prestazioni interfaccia modeste
-
Qualità video modesta

Philips PUS7406 è un modello di fascia media caratterizzato da un pannello di discreta qualità Ultra HD 4K con Dolby Vision, HLG e HDR10+. L’immagine fornita è abbastanza dettagliata ma non troppo definita, una caratteristica comune con diversi altri TV del segmento. Il PUS7406 monta Android 10 (Q) che permette l’utilizzo di un gran numero di applicazioni, anche se le prestazioni del sistema operativo potrebbero essere decisamente migliori.

Il suo sonoro è apprezzabile, il che è positivo dato che la qualità media in questa fascia di prezzo viene spesso bollata come modesta o scadente. Il TV ha diverse funzionalità interessanti che lo rendono papabile all’acquisto, tuttavia non riesce a svettare sui modelli della concorrenza. In generale possiamo classificarlo come un TV accessibile ma dalle prestazioni che faticano a scostarsi troppo dalla mediocrità.

Panasonic TV JX800E

(Image credit: Panasonic)

8. Panasonic JX800E (TX-50JX800E) da 50”

Specifiche

Diagonale: 50 pollici
Risoluzione: 4K
Tipo di pannello: EDGE LED
Smart TV: Android TV 10
HDR: Dolby Vision, HDR10, HDR10+, HLG

Pro

+
Modalità HDR
+
Buona implementazione di Android TV

Contro

-
Audio modesto
-
Qualità video mediocre

Il Panasonic JX880E è un TV da 50” relativamente economico dal design interessante, che si rivela una scelta valida più per via del prezzo contenuto che per le sue prestazioni. Come su altri modelli in questa fascia di prezzo, la qualità del pannello Edge Led Ultra HD 4K è discreta, ma rimangono presenti alcuni difetti come una certa difficoltà nell’inserimento in ambienti troppo luminosi o troppo scuri.

Nonostante ciò, i colori sono comunque piuttosto brillanti e sono disponibili diverse funzionalità come HDR10, HLG ,Dolby Vision and HDR10+, certamente utili ma limitate nell’usabilità dalla qualità del pannello stesso. L’audio anche in questo TV si rivela piuttosto basico e richiederebbe l’aggiunta di una soundbar per poter essere considerato accettabile. 

Infine, sono presenti sia la game mode, che la compatibilità con Google e Alexa, non così scontate in questa categoria. Il sistema operativo è Android TV e la sua implementazione in questo modello sembra migliore che su altri (come ad esempio lo Sharp 50BL2EA).

Qualche consiglio aggiuntivo per l'acquisto

Se prendiamo in considerazione i TV QLED che si possono acquistare con 500€ , i loro pannelli faticano ad arrivare alle prestazioni di quelli presenti sui modelli più costosi, con (talvolta) importanti carenze di visibilità laterale e luminosità insufficiente per un buon HDR.

Nel caso abbiate un salotto molto largo con posizioni decentrate, come può capitare in cucina, fareste meglio a optare per un TV con un buon pannello LED IPS per minimizzare lo sconforto di una pessima visione laterale, se invece avete una stanza che a grandi linee si configura come una sala cinema, con il TV da un lato e gli spettatori semicentrali dall’altro, allora un QLED sarà una scelta maggiormente azzeccata.

Purtroppo anche in questa fascia di prezzo non è possibile portarsi a casa alcun modello di TV OLED, se non puntando alle offerte che di tanto in tanto vengono proposte a fine serie o durante eventi come il Black Friday o il Prime Day. Rimane rilevante anche la differenza tra pannelli a 60Hz e 120Hz, decisamente preferibili se avete una console come Xbox Series X o PS5 (solo in presenza di HDMI 2.1).

Parlando di sonoro: i produttori mettono a disposizione nei loro modelli moltissime funzionalità per la gestione e il miglioramento dell’audio, tuttavia con i TV di questa categoria diventa quasi certamente necessario l’acquisto di una soundbar per poter ascoltare degnamente i contenuti più evoluti, come film in streaming e Blu-ray.

L’audio di base è invece quasi sempre sufficiente se si desidera guardare i classici programmi TV, anche se ad esempio in una cucina rumorosa potrebbe essere difficile comprendere il parlato, anche mantenendo alto il volume. Dal punto di vista dei connettori, le case produttrici sono solite abbondare e la dotazione di porte è solitamente superiore alle reali necessità. Se avete esigenze particolari, come collegare un vecchio VCR scart o una cuffia con jack, verificate comunque le schede tecniche onde evitare sgradite sorprese dopo l'acquisto.