Skip to main content

Huawei Mate Xs ufficiale: il pieghevole che vorrete ma forse non potrete avere

Huawei Mate Xs
(Image credit: Huawei)

Huawei Mate Xs è il nuovo ibrido a metà tra smartphone e tablet presentato dal produttore durante la conferenza virtuale di oggi. Dotato di connettività di rete avanzata, di un processore di ultima generazione e di un display flessibile da 8”, il dispositivo punta a rivoluzionare ancora una volta il nostro modo di utilizzare gli smartphone. 

Il meccanismo di sblocco della cerniera.

Il meccanismo di sblocco della cerniera. (Image credit: Huawei)

Display e cerniera completamente riprogettati

Le caratteristiche principali di uno smartphone pieghevole sono il display, che deve essere in gradi di flettersi, e la cerniera, che deve supportare le innumerevoli aperture e chiusure del dispositivo. Huawei ha migliorato entrambi questi aspetti sul nuovo Mate Xs.

La cerniera Falcon Wing di nuova generazione è composta da oltre 100 parti incastrate tra loro in grado di permettere un’apertura ed una chiusura del dispositivo fluida, oltre a rinforzare e supportare il display durante tutto il movimento. Per i materiali Huawei afferma di aver utilizzato una lega di “metallo liquido a base di zirconio”, qualunque cosa questo voglia dire. Approfondiremo l’argomento per farvi conoscere meglio i dettagli.

Il nuovo Mate Xs ricorda da vicino il modello dello scorso anno.

Il nuovo Mate Xs ricorda da vicino il modello dello scorso anno. (Image credit: Huawei)

Il pannello di tipo OLED si piega verso l’esterno, al contrario delle soluzioni giunte di recente sul mercato e prodotte da Motorola e Samsung. Da chiuso è possibile utilizzare l’equivalente di due display, uno da 6,6” e uno da 6,38”. Una volta aperta la cerniera, tuttavia, è possibile godere di un unico grande display da 8”, trasformandosi in un vero e proprio tablet. 

Huawei Mate Xs una volta aperta la Falcon Wing.

Huawei Mate Xs una volta aperta la Falcon Wing. (Image credit: Huawei)

Prestazioni di altissimo livello e connettività di ultima generazione

Huawei Mate Xs è mosso dal SoC HiSilicon Kirin 990 prodotto dalla stessa casa cinese. Il processore è composto da due core ad alte prestazioni e dimensioni maggiorate basati su architettura ARM Cortex-A76, altri due core basati su Cortex-A76 ed infine quattro core a basse prestazioni basati su Cortex-A55. Il produttore attesta la frequenza di clock base a 2,86GHz, tuttavia probabilmente si tratta solamente della frequenza dei due core più potenti.

A mantenere la temperatura sotto controllo ci pensa un nuovo sistema di raffreddamento che l’azienda chiama Flying Fish Fin. Il sistema, studiato appositamente per gli smartphone pieghevoli, è realizzato in grafene flessibile e dotato di piccole fessure. Questo ha permesso a Huawei di distribuire il sistema in modo uniforme su tutta la superficie dello smartphone per una migliore dissipazione del calore.

Uno smartphone pieghevole potente e super sottile.

Uno smartphone pieghevole potente e super sottile. (Image credit: Huawei)

Il Kirin 990 è dotato di un modem in grado di supportare le connettività 2G, 3G, 4G e 5G NSA e 5G SA. Inoltre Huawei Mate Xs supporta contemporaneamente la connettività Dual-SIM 5G+4G. Il produttore afferma inoltre di aver utilizzato un nuovo tipo di antenne 5G create appositamente per questo prodotto. 

La cerniera Falcon Wing di nuova generazione.

La cerniera Falcon Wing di nuova generazione. (Image credit: Huawei)

Quattro fotocamere adatte ad ogni occasione

Huawei Mate Xs ha quattro fotocamere poste in quella che l’azienda chiama sidebar, ovvero la parte dello smartphone più spessa. Chiamato SuperSensing Leica Quad Camera, l’array di fotocamere è così composto: 

  • Fotocamera principale da 40MP e lente grandangolare con apertura focale f/1.8
  • Fotocamera da 16MP e lente ultra-grandangolare con apertura f/2.2
  • Fotocamera da 8MP, OIS e lente telescopica con apertura f/2.4 (Huawei ci ha comunicato solamente la presenza di uno zoom ibrido 30x con stabilizzazione AI, la lunghezza focale non ci è nota al momento)
  • Un sensore Time of Flight (ToF 3D) per la scansione 3D di oggetti e di supporto per le applicazioni AR

Quattro fotocamere da poter utilizzare anche per i selfie.

Quattro fotocamere da poter utilizzare anche per i selfie. (Image credit: Huawei)

La fotocamera principale supporta una sensibilità massima di ISO 204800 per foto in situazioni di scarsa illuminazione. Si tratta dello stesso valore e degli stessi 40MP del sersore RYYB che abbiamo già provato su Huawei P30 Pro e Mate 30 Pro lo scorso anno.

Ovviamente, visto l’originale forma di Mate Xs, è possibile utilizzare i quattro sensori anche per scattarsi dei selfie.

Un software ottimizzato ma a cui mancano dei pezzi

Il software a bordo di Huawei Mate Xs è basato su Android 10 versione AOSP (Android Open Source Project) e utilizza la UI proprietaria dell’azienda EMUI 10.0.1. L’azienda ha implementato diverse funzioni che permettono un multitasking avanzato e un adattamento dell’interfaccia che varia in base alla posizione di apertura o chiusura della cerniera.

Purtroppo mancano i servizi e le applicazioni Google a causa del ban imposto dagli USA nel maggio dello scorso anno, Huawei si affida allo store proprietario AppGallery ed ai servizi Huawei Services sempre dell’azienda cinese.

Immagine 1 di 2

Il contenuto della confezione di vendita.

Il contenuto della confezione di vendita. (Image credit: Huawei)


Immagine 2 di 2

Una pratica custodia in eco-pelle proteggerà Huawei Mate Xs

Una pratica custodia in eco-pelle proteggerà Huawei Mate Xs (Image credit: Huawei)

Prezzo e disponibilità

Huawei Mate Xs sarà acquistabile all’esorbitante prezzo consigliato (MSRP) di €2499. Tuttavia non conosciamo ancora se e quando sarà disponibile all’acquisto in Italia.