Skip to main content

Canon EOS R3, due brevetti svelano più dettagli sulla messa a fuoco oculare

Canon EOS R3
(Image credit: Canon)

Canon ha provocato un certo scalpore quando ha svelato che la futura mirrorless Canon EOS R3 verrà dotata di un sistema di messa a fuoco automatica controllato dall'occhio umano, simile a quello presente sulle fotocamere a pellicola EOS-3 e EOS-1V.

Non si conoscono molti dettagli riguardanti la funzione preannunciata da Canon, se non che consentirà al fotografo di selezionare un punto AF semplicemente guardando il soggetto attraverso il mirino elettronico. Due nuovi brevetti depositati negli Stati Uniti offrono ora ulteriori informazioni su come potrebbe funzionare il rivoluzionario sistema autofocus.

Canon EOS R3

(Image credit: Canon)

Il brevetto USA 2021/0124239 mostra una potenziale configurazione del menu relativo al sistema di autofocus oculare. Si tratta di idee e tecnologie potenzialmente implementabili, ma non ci sono garanzie su come verrà realizzato il prodotto finale.

Nonostante ciò, il brevetto può essere analizzato per capire in in quale direzione si stanno muovendo gli sforzi dell'azienda. A quanto pare, sembra che il menu delle opzioni relative alla messa a fuoco visiva sia piuttosto semplice, in perfetto stile Canon.

Canon EOS R3

(Image credit: Canon)

Sebbene non sia specificato come funzionerà esattamente, sembra che il suo funzionamento si baserà principalmente su software. Secondo i diagrammi presenti nel brevetto, un algoritmo determinerà la linea visiva e bloccherà il punto di messa a fuoco sul soggetto, permettendo di inseguirlo visivamente tramite lo spostamento dell'occhio.

Al momento non è possibile sapere se il sistema si comporterà esattamente come previsto, potrebbe essere complesso farlo funzionare alla perfezione in uno scenario reale, ma un secondo brevetto (US 2021/0125375) indica che la EOS R3 potrebbe anche venire dotata di un meccanismo di calibrazione per determinare con precisione la direzione dello sguardo.

Canon EOS R3

(Image credit: Canon)

Le figure mostrano un potenziale menu di calibrazione della EOS R3 che permetterebbe di tarare il sistema autofocus. Il nuovo sistema autofocus è simile a quello introdotto nel 1992, e sopravvissuto su diverse fotocamere a pellicola fino allo scorso decennio. Chi ha utilizzato la EOS-3 del 1998, ricorda il sistema AF a 45 punti di messa a fuoco oculare come relativamente preciso, ma perfezionabile.

La funzione di controllo oculare, a differenza della versione installata precedentemente sulle fotocamere analogiche, potrebbe non funzionare indossando occhiali o lenti a contatto, limitando drasticamente il numero dei potenziali utenti. Tuttavia, bisognerà aspettare per sapere se tutto ciò avrà dei riscontri effettivi sulla versione definitiva della EOS R3.