Skip to main content

Blocco Huawei, il colosso cinese dice addio al sogno di un altoparlante con Google Assistant

Google Home Mini
(Image credit: Shutterstock.com)

A quanto pare, Huawei e Google stavano per presentare un altoparlante smart con Google Assistant, ma poi il blocco degli USA nei confronti di Huawei ha fatto saltare tutto.

Secondo quanto affermato da The Information, Huawei e Google avevano intenzione di presentare un nuovo altoparlante con funzioni smart all'IFA 2019 di Berlino a settembre. Però, le sanzioni del governo statunitense, che ha limitato l'accesso da parte di Huawei ai fornitori a stelle e strisce, ha portato alla cancellazione del progetto a maggio di quest'anno.

Un dipendente Huawei, che ha scelto di rimanere anonimo, ha rivelato a The Information che "avevano lavorato a questo progetto per un anno ed erano stati fatti molti passi avanti, ma poi, improvvisamente, si è bloccato tutto". 

Le fonti citate nell'articolo di The Information non hanno fornito dettagli sull'altoparlante, ma è possibile che si trattasse di un prodotto simile al Huawei AI Cube, il router 4G/altoparlante smart dell'azienda cinese.

Conseguenze a livello planetario

Il fatto che Huawei stesse lavorando a un prodotto del genere assieme a Google non è certo una sorpresa. Gli smartphone Huawei e Honor utilizzano Android come sistema operativo e Big G e Huawei hanno collaborato per diversi anni.  

Tuttavia il blocco statunitense nei confronti di Huawei ha avuto un impatto davvero vasto, creando enorme incertezza sul futuro del rapporto tra i due colossi della tecnologia. 

Quando l'amministrazione Trump inserì Huawei nella lista nera qualche mese fa, diverse aziende, tra cui Google, posero dei limiti ai propri rapporti commerciali con l'azienda cinese. 

Per esempio, Google ha sospeso l'accesso per Huawei al Play Store di Android e agli aggiornamenti di sicurezza del sistema operativo, il che ha fatto sorgere diversi interrogativi sui futuri smartphone a marchio Huawei e Honor. 

Sia Google che Huawei hanno promesso che il supporto ai dispositivi attualmente sul mercato rimane, ma non sappiamo per quanto tempo questi prodotti continueranno a ricevere gli aggiornamenti di sicurezza relativi ad Android o per quanto tempo ancora avranno accesso a Google Play Store.

Recentemente abbiamo visto un lieve allentamento della tensione, e Trump, al G20 tenutosi in Giappone, ha affermato che il blocco nei confronti di Huawei potrebbe finire presto. Inoltre, a metà luglio, ad alcune imprese statunitensi è stato permesso di riallacciare i rapporti commerciali con Huawei.

Per il momento, la collaborazione tra Google e Huawei prosegue temporaneamente, ma data l'enorme incertezza che caratterizza tutta questa situazione, probabilmente non vedremo mai questo smart speaker progettato da Huawei e Google.