Huawei, il blocco degli USA si ammorbidisce

Huawei US ban
(Image credit: Future)
(Image credit: Future)

Il governo USA ammorbidisce il bando a Huawei permettendo ad alcune aziende di continuare a fare affari con il colosso cinese.

Huawei è rimasta esclusa dal settore delle Reti delle Telecomunicazioni americane ormai da diversi anni e da qualche mese è addirittura entrata nella blacklist per ragioni di sicurezza nazionale. 

In pratica Huawei non avrebbe più potuto ricevere aggiornamenti per Android e accedere al Play Store. 

Huawei di nuovo negli USA?

Anche se Huawei sta costruendo un suo sistema operativo e realizzando i componenti dei propri dispositivi (vedi i processori Kirin ), la mancanza di servizi come Google Maps e il Google Play Store sarebbe un brutto colpo soprattutto nei mercati occidentali. E anche realizzare componenti come i modem è sicuramente impegnativa.

Nel frattempo i produttori di tecnologia americani hanno insistito a lungo con il governo perché fosse loro consentito di avere rapporti di affari con Huawei. Qualcomm, Intel and Broadcom perderebbero sicuramente grossi affari se non potessero vendere le loro componenti a Huawei.

Broadcom ha addirittura abbassato le proprie previsioni di fatturato proprio a causa del blocco.

Il governo americano aveva già fatto capire che avrebbe ammorbidito la sua posizione ma fino ad oggi senza nulla di concreto.

Ora invece è confermato che alcuni produttori potranno fare affari con Huawei , se non ci sono problemi di sicurezza. Non è però ancora chiaro di chi si tratta e quando scatterà il nuovo corso.

Huawei ha sempre negato le accuse e allo stesso tempo il governo USA non hai mai provato episodi di spionaggio, o almeno non l’ha fatto pubblicamente.

Via NYT