Skip to main content

Apple, i nuovi Mac monteranno i chip più piccoli di sempre

chip Apple
(Image credit: Shutterstock / sdecoret)

Apple starebbe preparandosi ad avviare la produzione di nuovi iMac, secondo quanto riportato da fonti vicine a DigiTimes, infatti, sembra che l'azienda abbia dato via libera per l'avvio della produzione di chip con processo produttivo di 4nm al proprio fornitore TSMC. I nuovi processori, una volta pronti, saranno montati sui Mac di nuova generazione dell'azienda americana.

Le fonti affermano anche che Apple avrebbe chiesto a TSMC di avviare la produzione di chip A15 per gli iPhone di nuova generazione. Nonostante non ci siano notizie dettagliate riguardo le prestazioni relative ai nuovi chip, tutto fa pensare che nel mese di Aprile potrebbe tenersi un evento di presentazione Apple con un'agenda ricca di voci.

Apple sta interrompendo progressivamente la commercializzazione dei suoi iMac, pertanto è logico che voglia sostituire la vecchia generazione con una più recente. La produzione di chip comunque dovrebbe iniziare verso la fine dell'anno, pertanto ci vorrà ancora del tempo prima che i nuovi prodotti siano effettivamente disponibili.

Cosa comporta un chip a 4 nm?

I processori all'interno dei computer sono costruiti utilizzando più transistor. Un aumento dei transistor porta quasi sempre a una maggiore potenza di elaborazione, poiché la CPU potrà gestire più processi contemporaneamente. Aggiungendo più transistor la CPU diventa al contempo più grande. Usando transistor più piccoli è possibile limitare lo spazio necessario e realizzare, di conseguenza, una CPU più potente.

Un chip realizzato con processo produttivo a 4 nm presenta dei transistor del 25% più piccoli rispetto a quelli da 5 nm attualmente in uso nella CPU Apple M1, pertanto per CPU con lo stesso numero di core e frequenze, potremmo aspettarci un aumento di potenza all'incirca proporzionale con questo valore.