Skip to main content

AMD RX 5600 XT, aumento di prestazioni per rispondere al taglio di prezzo di Nvidia RTX 2060

(Image credit: AMD)

Pare che la sfida tra AMD e Nvidia si intensificherà nel 2020. A seguito dell’annuncio sul taglio di prezzo di Nvidia RTX 2060, AMD ha risposto immediatamente aumentando la frequenza della RX 5600 XT.

Nvidia infatti ha tagliato il prezzo dell'RTX 2060 del 15%, per cui ad AMD rimanevano solo due scelte per restare competitiva, tagliare a sua volta il prezzo della propria GPU o aumentare le prestazioni della RX 5600 XT, e secondo quanto riportato da Videocardz, il Team Red ha optato per quest’ultima.

La RX 5600 XT uscirà il 21 gennaio, ed è stata progettata per “sconfiggere” la GeForce GTX 1660 Ti e la GTX 1660 Super, ma la riduzione di prezzo della RTX 2060, ha reso la GPU “verde” più appetibile nel rapporto qualità-prezzo.

Di conseguenza, AMD ha distribuito un nuovo BIOS che consente di aumentare il TBP (Total Board Power) da 150 W a 160 W, e da ciò ne consegue frequenze più alte per performance superiori.

Ad esempio, la scheda grafica Pulse RX 5600 XT di Sapphire è passata da un game clock di 1.560 MHz a 1.615 MHz mentre la frequenza in turbo boost è aumentata da 1.620 MHz a 1.750 MHz.

Come se non bastasse, anche la frequenza della memoria è aumentata, passando da 12 Gbps a 14 Gbps; tutte le altre specifiche non sono cambiate, ovviamente.

Aumento di prestazioni 

Guru 3D riporta inoltre di "cambiamenti significativi" al firmware del 5600 XT, che sono progettati per favorire i modelli OC (overclockati) dell'RX 5600 XT, come il suddetto prodotto Sapphire.

Sia Nvidia che AMD stanno modificando le rispettive offerte, e come abbiamo già menzionato, la riduzione del prezzo della RTX 2060, dovrebbe comportare un calo di prezzo anche per la GTX 1660 Ti.

D’altro canto il “power-up” della RX 5600 XT ha indotto molti a pensare che le prestazioni di quest’ultima potrebbero avvicinarsi a quelle della RX 5700. Questo è plausibile, ma vi ricordiamo che l'RX 5700 offre 8 GB di RAM video e un bus di memoria da 256 bit, rispetto ai 6 GB e 192 bit della 5600 XT.

L’ultimo tassello del puzzle sarà la cifra richiesta dai produttori, in quanto a seconda del dissipatore e dell’overclock effettuato, il prezzo potrebbe variare; in ogni caso, mancano pochi giorni all’uscita della GPU di fascia bassa di AMD, per cui ne sapremo presto di più.