Recensione Samsung QN800B (65QN800B)

L'8K diventa più abbordabile, ma i tempi non sono ancora maturi.

Il Samsung QN800B 8K TV in salotto
(Image: © Samsung)

Verdetto

Samsung QNQ00B è un TV formidabile per molti versi, ma la risoluzione 8K lo rende un televisore più adatto al futuro che al presente, e utilizzato con i contenuti meno recenti può dare alcuni problemi.

Pros

  • +

    Sottile ed elegante grazie al One Connect box

  • +

    Immagini brillanti, colorate e dinamiche

  • +

    Buon supporto per il gaming

Cons

  • -

    Le immagini possono diventare troppo post-processate e poco nitide

  • -

    Niente Dolby Vision HDR

  • -

    Retroilluminazione poco uniforme

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Samsung QN800B: Recensione breve

Per certi versi, Samsung QN800B sembra un prodotto troppo bello per essere vero. Si tratta di un TV di uno dei migliori produttori in circolazione, con una suite completa di funzioni per il gaming, un'esperienza  smart TV completa, un sistema audio con specifiche di livello, un box esterno per gestire tutti gli ingressi fisici, un pannello mini-LED che promette una retroilluminazione più efficace di quella tipica degli schermi LCD e un profilo ancora più sottile del più sottile TV OLED attualmente acquistabile. Inoltre, è dotato di una risoluzione 8K che lo renderà a prova di futuro, pronto per il giorno in cui saranno disponibili trasmissioni a questa risoluzione e quando il gaming 8K sarà sostenibile.

Come mai questa non una recensione da cinque stelle? Perché alla fine risulta troppo bello per essere vero.

Sì, le prestazioni del Samsung QN800B sono indiscutibilmente solide. La luminosità è notevole, i livelli di nero sono impressionanti per gli standard degli schermi LCD retroilluminati, la paletta dei colori è ampia e naturale, e sia la definizione dei bordi che il controllo del movimento sono eccellenti. Con i pochi contenuti 8K nativi disponibili, i livelli di dettaglio sono sbalorditivi, al livello che ci si aspetterebbe dai migliori TV 8K. Il suono è più ampio e dettagliato di quanto si possa immaginare.

Ma il controllo della retroilluminazione del Samsung QN800B non è all'altezza dei migliori TV del 2022, e il modo in cui lo schermo regola la propria luminosità può rendere la visione poco uniforme. I suoni a bassa frequenza sono troppo sottotono e poiché la risoluzione 8K è infinitamente maggiore rispetto al 4K ma soprattutto al 1080P, i contenuti a risoluzione più bassa devono subire un pesante processo di upscaling che può deteriorare le immagini finali. 

Il QN800B non è aiutato dalla concorrenza del 4K nativo. Né l’ LG C2 né il Sony A95K sono pronti per lo standard di risoluzione del futuro, ma quando si tratta di visualizzare contenuti 4K nativi sono entrambi una scelta migliore. Inoltre, non presentano artefatti (fisiologici, ma non per questo meno irritanti) durante l'upscaling di contenuti con risoluzione di 1080p o inferiore. E questo prima di arrivare a constatare il continuo rifiuto di Samsung di supportare la certificazione Dolby Vision HDR, che a questo punto sembra semplicemente fuori luogo.

Per questa recensione abbiamo provato la versione da 65 pollici del Samsung QN800B.

Il Samsung QN800B 8K TV in salotto

(Image credit: Future)

Samsung QN800B: prezzo e disponibilità

  • Uscito a marzo 2022
  • Il formato da 65” costa  2.599
  • Disponibile anche con diagonali da 75" e 85"

Il TV Samsung QN800B 8K MiniLED è disponibile sul mercato nel formato dai 65 pollici che costa 2.599€, una cifra sensibilmente inferiore rispetto al prezzo di lancio (ma con qualche sconto si può trovare anche a meno). Sono disponibili anche le varianti da 75 pollici e 85 pollici, che costano rispettivamente 3.999€ e 6.699€.

I televisori da 65 pollici ad alte prestazioni non scarseggiano a questa cifra, ma nessuna delle alternative più ovvie può essere equiparata in termini di predisposizione allo standard del futuro, ovvero la risoluzione 8K. Quindi per gli early adopter, ovvero chi vuole investire nella tecnologia televisiva di prossima generazione iniziando a far crescere la base d’installazione iniziale, il 65QN800B appare una proposta piuttosto interessante. 

Samsung QN800B: caratteristiche

  • Risoluzione 8K retroilluminazione mini-LED
  • Niente supporto al Dolby Vision HDR 
  • Eccezionale connettività HDMI 2.1 con One Connect box 

La caratteristica principale è naturalmente la risoluzione nativa del pannello. Un numero di pixel pari a 7680 x 4320 significa un totale di 33.177.600 pixel, cifra che, ovviamente, supera gli 8.294.400 pixel di un display 4K. Ne risulta che uno schermo simile abbia un maggior potenziale di nitidezza,  dettagli e fedeltà di base di uno schermo 8K. Ma questo solo in teoria ovviamente.

Naturalmente, tutto ciò dovrà fare i conti con la disponibilità di contenuti nativi in 8K e, al momento, dire che ce ne sono pochi è persino un eufemismo. Samsung non si fa scrupoli, come ci si potrebbe aspettare: ritiene che la capacità di upscaling del QN800B significhi che i contenuti 4K che visualizzerete sullo schermo avranno un aspetto migliore (più nitido e dettagliato) di quello che avrebbero su uno schermo 4K.

Il QN800B è uno schermo LCD VA e utilizza mini-LED per la retroilluminazione. Ciò significa che utilizza un numero molto maggiore di LED di dimensioni molto più piccole rispetto a quelle comuni per la retroilluminazione del pannello LCD. In teoria, questo dovrebbe consentire una messa a fuoco e un controllo più precisi della retroilluminazione, migliorando il contrasto. I pannelli VA hanno una cattiva reputazione per quanto riguarda la fedeltà delle immagini fuori asse, ma Samsung ha impiegato la sua tecnologia Ultra Viewing Angle Anti-Reflective nel tentativo di mitigare i problemi di visione fuori asse e ridurre la riflettività dello schermo.

Sono disponibili quattro prese HDMI 2.1 (una con funzionalità eARC), tre ingressi USB, Ethernet e un'uscita audio digitale. Wi-Fi e Bluetooth 5.2 sono disponibili per le connessioni wireless. Come per molti altri televisori Samsung di fascia alta, tutta la connettività è contenuta in One Connect Box, che si collega al pannello con un unico cavo. Questo può essere posizionato sul retro del supporto se si utilizza il QN800B su una superficie, oppure può essere riposto ben lontano se deve essere montato a parete. 

I vantaggi di questo approccio sono evidenti: tutte le connessioni fisiche, tranne una, sono tenute lontane dal telaio dello schermo, il che rende l'aspetto molto più ordinato. Samsung fornisce due lunghezze di cavo per collegare One Connect box allo schermo, per una comodità ancora maggiore.

Poiché si tratta di un televisore Samsung, potete scordarvi il Dolby Vision. Il produttore sudcoreano si ostina infatti a ignorare questo standard che ormai è universalmente accettato nel campo dell’high dynamic range, tant’è che persino laptop e tablet lo supportano spesso. Il TV supporta solo gli standard HLG, HDR10 e Adaptive HDR10+, e per ora sembra che niente e nessuno sia in grado di far cambiare posizione all’azienda in merito a questa mancata compatibilità. L’assenza del supporto al Dolby Vision è certamente un'omissione che vale la pena tenere presente, in particolare se si desidera guardare Netflix e Disney+, che supportano entrambi questo formato. La modalità Filmmaker è inclusa per gli appassionati di cinema e per i puristi del medium. 

Samsung almeno supporta l’azienda Dolby nel campo dell’audio, garantendo la compatibilità con lo standard sonoro Dolby  Atmos. Il QN800B è dotato di un sistema di altoparlanti 4.2.2 (alcuni dei quali sono visibili sul retro dello schermo). Sono capaci di una potenza totale di 70W RMS, e sono posizionati al meglio per sfruttare l’ampiezza delle colonne sonore registrate in Dolby Atmos, ed abbiamo integrata anche la tecnologia Object Tracking Sound+ di Samsung. 

Questa  tenta di orientare l'emissione sonora in risposta ai movimenti sullo schermo e, secondo la nostra esperienza, funziona abbastanza bene. Inoltre, il QN800B è compatibile con la tecnologia "Q Symphony" di Samsung, che consente al sistema audio dello schermo di unirsi a una soundbar Samsung appropriata, invece di essere sovrascritto da essa. Supporta anche la connettività Dolby Atmos wireless con le soundbar Samsung 2022 compatibili, come ad esempio la Samsung HW-Q990B o Samsung HW-Q930B.

  • Punteggio caratteristiche: 4,5/5

Il Samsung QN800B 8K TV in salotto

(Image credit: Future)

Samsung QN800B: qualità dell'immagine

  • I contenuti in 8K sono incredibili 
  • Colori splendidi (con i giusti settaggi) 
  • Retroilluminazione solida ma non perfetta 

Samsung è stata abbastanza furba da includere l'app YouTube nella homepage del suo smart TV, e da lì è possibile accedere ad alcuni contenuti nativi in 8K. 

Certo, si tratta esclusivamente di riprese estese di paesaggi fatte con i droni o di immagini di piante o animali, ma comunque non si dovrebbe mai scartare l'opportunità di vedere contenuti 8K su uno schermo 8K. Chi può sapere quando si ripresenterà l'occasione?

E si può dire con certezza che, mentre il contenuto in sé potrebbe risultare poco interessante ai più, il risultato visivo è assolutamente sbalorditivo sul QN800B. La fedeltà cromatica è notevole, i livelli di dettaglio quasi assurdi, la profondità di campo è eccezionale... sembra davvero improbabile che qualcuno possa guardare il QN800B mentre riproduce un contenuto 8K e non rimanerne impressionato.

Nel mondo reale, tuttavia, gli entusiasmi vengono decisamente ridimensionati. In fin dei conti, il QN800B passerà la maggior parte del tempo a eseguire l'upscaling di contenuti 4K (nella migliore delle ipotesi) o 1080p e 720p, e quindi è proprio così che dobbiamo giudicarlo. E possiamo dire con certezza che, sebbene questo TV Samsung faccia quasi sempre una bella figura, le sue performance non sono certamente "impeccabili".

Il lato positivo è che il QN800B fa un lavoro decente con i toni del bianco e del nero. I toni scuri sono adeguatamente profondi, con abbondanza di dettagli e variazioni al loro interno, e il Samsung riesce a renderizzare le scene nere con un’adeguata uniformità e robustezza.  All'estremità opposta della scala, i toni del bianco risultano brillanti (in modo evidente quando lo schermo viene installato dopo l’acquisto e acceso per la prima volta), generalmente puliti e altrettanto dettagliati. I contrasti, di conseguenza, sono ampi e dinamici.

Vale la pena notare che il QN800B riduce la sua notevole luminosità quando appaiono piccoli dettagli bianchi in scene prevalentemente scure. Presumibilmente questo avviene per evitare il blooming o l'alone della retroilluminazione, ma ha un effetto piuttosto fastidioso sull'esperienza visiva. In tutte le altre circostanze, tuttavia, la retroilluminazione mini-LED di Samsung si dimostra ragionevolmente valida, anche se la luminosità non è esattamente uniforme: il centro dello schermo è sensibilmente più scuro rispetto agli angoli.

La paletta dei colori è ampia e, una volta apportate alcune modifiche necessarie nei menu di impostazione, si ottiene un’immagine dai colori abbastanza naturali (le impostazioni predefinite dello schermo esagerano un po' con i primari). 

La definizione dei bordi è forte e fluida e il controllo del movimento è buono in quasi tutte le circostanze, tranne in quelle più difficili. Purtroppo, però, il motion control più efficace si ottiene attivando la funzione "LED Clear Motion" nei menu di impostazione, che introduce un pizzico del temuto effetto "soap opera". 

Il TV Samsung si dimostra un abile upscaler di contenuti 4K (e non dimentichiamo che in pratica deve inventare al volo tre quarti delle informazioni sullo schermo), anche se le immagini possono risultare un po’ rozze e rumorose quando le scene da interpolare sono molto complesse e piene di dettagli, e questo anche con la funzione "LED Clear Motion" non attivata.

Naturalmente, la disponibilità di contenuti 4K non è affatto scontata, soprattutto quando si guarda la TV broadcast, e ci sono naturalmente dei limiti alle capacità del Neo Quantum Processor 8K del QN800B. Qualsiasi cosa in formato SD, o proveniente da una registrazione meno dettagliata e più vecchia, risulterà di dubbia qualità. Chiedetevi quindi quanto spesso guarderete contenuti a risoluzione inferiore del 1080p prima di lanciarvi nell’acquisto di questo Samsung QN800B 8K.

  • Punteggio qualità immagini: 4/5

Il Samsung QN800B 8K TV in salotto

(Image credit: Future)

Samsung QN800B: qualità del suono

  • Aggiunge spazialità laterale e verticale ai film 
  • Suono dettagliato e dialoghi chiari 
  • Mancano i bassi

Non si può criticare l'impegno profuso da Samsung nel realizzare il sistema audio del QN800B, che in pratica si dimostra migliore della media dei televisori senza diffusori esterni. La presentazione è davvero ampia e le colonne sonore Dolby Atmos aumentano la spazialità in altezza. Anche la tecnologia OTS+ ha un effetto percepibile e, sommando il tutto, si ottiene un televisore che suona meglio di quanto si possa immaginare.

La gamma media, in particolare, è aperta e distinta, con un equilibrio tonale piacevolmente naturalistico e una discreta quantità di dettagli in evidenza. Anche la parte superiore della gamma di frequenze rimane ben bilanciata, a meno che non si decida di esagerare con il volume. È solo la parte inferiore della gamma di frequenze che è prevedibilmente a corto di potenza, venendo facilmente disturbata da grandi eventi dinamici.

Detto questo, però, non si dovrebbe spendere una cifra del genere per un televisore se non si è preventivato già di acquistare (come minimo) una delle migliori soundbar, così da allineare maggiormente l'esperienza audio a quella visiva. Samsung offre alcune soundbar molto valide e, se ne acquistate una abilitata a "Q Symphony", il sistema audio del QN800B può fornire continuità di canali con quelli della soundbar, così da formare un impianto audio unico e coeso, che sfrutti appieno la quantità di canali con cui sono registrate le colonne sonore Dolby Atmos.

  • Punteggio sonoro: 4/5

Il Samsung QN800B 8K TV in salotto

(Image credit: Samsung)

Samsung QN800B: design

  • Solo 17 mm di spessore nel punto più spesso 
  • One Connect box mantiene tutti i cavi ordinati 
  • Cornice incredibilmente sottile 

Grazie ai soli 17 mm di spessore, il QN800B è perfetto per essere appeso a parete. Inoltre, parliamo di uno spessore uniforme, e non del punto più sottile in un corpo che poi al centro diventa più spesso (come avviene negli OLED). E quando si guarda il TV dal profilo, si notano dei piccoli fori ai lati dello schermo, che permettono di disperdere il calore generato da tutti quei mini-LED e di far fuoriuscire meglio anche il suono. In sostanza, questo TV Samsung è praticamente tutto schermo: le sue cornici sono estremamente ridotte.

Se decidete di non appenderlo alla parete (e dato che il QN800B da 65 pollici pesa 23 kg, potreste decidere di usare cautela), potete poggiarlo su un piedistallo centrale robusto e pesante (8 kg). Questa scelta di design riduce lo spazio occupato ma è anche funzionale, se non altro perché il Samsung non ha bisogno di una superficie così ampia su cui poggiare. E, naturalmente, a prescindere dal posizionamento, la One Connect Box del QN800B gli conferisce un aspetto ordinato e pulito.

Come di consueto, il QN800B viene fornito con una coppia di telecomandi. Uno è un dispositivo sottile, alimentato a energia solare, che copre le funzioni principali, mentre l'altro è un'alternativa un po' più grossa, un po' più plasticosa e con un gran numero di pulsanti. Il telecomando più sottile, che è più comodo da impugnare, è dotato di un tasto "microfono" e sfrutta la compatibilità con il controllo vocale di Alexa e Google Assistant e  Bixby (lo smart assistant di casa  Samsung).

È inoltre possibile controllare il QN800B utilizzando l'applicazione "SmartThings" di Samsung. È pulita, ordinata, stabile e facile da utilizzare,  e consente al televisore di integrarsi nel più ampio ecosistema "SmartThings", se lo si desidera.

Per quanto riguarda la qualità costruttiva, non c'è nulla di negativo da segnalare: il QN800B ha una qualità in linea con quella dei prodotti Samsung (di solito eccellente). Alcune delle plastiche utilizzate per la costruzione, in particolare per il pannello posteriore, non danno però l'impressione di essere troppo solide, e durante la prima installazione si ha la sensazione che il telaio sia abbastanza deformabile. Ma una volta posizionato, ovviamente, è molto difficile che un TV di queste grandi dimensioni venga più spostato, quindi non può mai diventare una situazione che desti preoccupazioni.

  • Punteggio design: 4/5

Il Samsung QN800B 8K TV in salotto

(Image credit: Future)

Samsung QN800B review: Smart TV e menu

  • Il software Tizen è pieno di app per lo streaming
  • Interfaccia un po’ rigida 
  • Impostazioni avanzate facili da trovare 

Sia l'interfaccia smart TV che il sistema operativo sono Tizen, come Samsung ci ha abituato da tempo. Ultimamente, Tizen ha preso una brutta piega, coprendo l'intero schermo e offrendo una struttura di menu "rielaborata" che è ben lontana dall'essere intuitiva. 

Anche i suggerimenti che fornisce possono impiegare un bel po' di tempo prima di allinearsi alle preferenze effettive dell'utente. Tuttavia, c’è un’abbondanza di servizi di streaming e anche il "Samsung TV Plus", una selezione gratuita di programmi piuttosto variegata, una cosa che abbiamo molto apprezzato.

Per quanto riguarda i menu di configurazione, Samsung ha raggiunto un buon punto di equilibrio tra "esteso" e "utilizzabile". Se desiderate smanettare, modificando i bordi dei riquadri alla ricerca di un'immagine perfetta, potete farlo. 

Se invece volete tirar fuori il QN800B dalla sua scatola e trovare un bilanciamento dell'immagine funzionale in cinque minuti, anche questo è possibile.

  • Punteggio Smart TV e menu: 3,5/5

Samsung QN800B 8K TV in living room

(Image credit: Samsung)

Samsung QN800B: gaming

Tutti e quattro gli ingressi HDMI sono HDMI 2.1 con velocità massima di 48 Gbps e  supporto a 4K 120Hz, ALLM, VRR e AMD FreeSync Pro. Se a ciò si aggiunge un tempo di ritardo in ingresso inferiore a 10ms (4K 60Hz) in modalità 'Game', ne consegue che gli utenti di console next-gen saranno più che soddisfatti. 

È disponibile anche la funzione "Game Bar" di Samsung, che permette l’overaly di informazioni su frame-rate, refresh-rate e quant'altro, con la possibilità di impostarle a scomparsa.

La modalità "Gioco" mantiene la latenza al minimo, ma consente anche di rendere la luminosità e il bilanciamento dei colori molto d’impatto, forse anche troppo. L'effetto complessivo di uno schermo che dà il massimo ogni volta che si accende la console può affaticare alla lunga, specialmente quando si gioca al buio. 

Conviene infatti bilanciare questo aspetto, così come l'aumento del blooming della retroilluminazione che lo accompagna, con i tempi di risposta del televisore, Ma attenzione che ridurre l’elaborazione aumenta anche l’input lag.

  • Punteggio gaming: 4/5

Samsung QN800B: qualità-prezzo

Il Samsung QN800B è un televisore relativamente conveniente per gli standard 8K, ma non significa automaticamente che questo implichi un grande valore. Certo, si è pronti e tutelati per il futuro (sempre se l'8K diventerà uno standard come successo per Full HD e 4K), ma se si cerca un televisore che sia perfetto con i contenuti 4K, non c'è molta scelta.

Il QN800B ha quattro ingressi HDMI 2.1. È dotato di un'interfaccia smart TV completa e intuitiva. Ha un corpo sottile e di bell'aspetto, ideale per essere appeso a parete, soprattutto perché ha bisogno di una sola connessione fisica per gestire ogni opzione di connettività. È dotato di un telecomando a energia solare, e chi potrebbe lamentarsi quindi?

Tuttavia, il TV OLED LG C2 è disponibile nella variante di stessa diagonale, ovvero 65 pollici, a meno di 2.500 euro, ed è difficile non considerare tale alternativa. Se invece volete scegliere il miglior televisore 4K da 65 pollici attualmente disponibile e sostenere la spesa, il Sony XR-65A95K è assolutamente incredibile. Entrambe le alternative sono dotate di Dolby Vision HDR.

Tuttavia, essendo OLED, nessuno dei due raggiunge la stessa luminosità di questo Samsung, quindi se si guarda molto in ambienti luminosi, l'immagine del Samsung può risultare migliore... ma questo vale anche per il Samsung QN95B 4K, che è molto più economico e si è guadagnato tutte le cinque stelle da parte nostra.

  • Punteggio qualità-prezzo: 3,5/5

Dovreste comprare il Samsung QN800B?

Swipe to scroll horizontally
Samsung QN800B
AttributiNotesPunteggio
CaratteristicheSpecifiche di fascia estremamente alta, tranne per la mancanza del Dolby Vision HDR.4,5/5
Qualità dell'immagineSbalorditivo con contenuti 8K. Molto buono con quelli 4K, ma non perfetto.4/5
Qualità del suonoBuon senso dello spazio come posizionamento, ma debole sui bassi.4/5
Design Splendidamente sottile, con un utile One Connect Box. Un po' plasticoso in alcuni punti.4/5
Smart TV e menuTizen è piena di app, ma non è la piattaforma smart più intuitiva.3,5/5
GamingOttimo supporto HDMI 2.1 , anche se la qualità dell’immagine viene degradata in Game mode. 4/5
Qualità-prezzoOttimo se considerato un TV 8K, ma per il 4K troverete modelli migliori e meno costosi. 3,5/5

Compratelo se…

Volete un'opzione 8K accessibile
Raramente i 33 m di pixel sono stati così convenienti: è molto più conveniente della TV ammiraglia 8K QN900B di Samsung, dell'LG Z2 o del Sony Z9K.

Siete dei videogiocatori su console
HDMI 2.1 su tutta la linea + input lag molto basso = una piacevole esperienza di gioco da console next-gen.

Non compratelo se…

Volete un’esperienza HDR superiore
Il Dolby Vision è il formato di metadati dinamici HDR preferito da produttori di film e utenti, ma non è mai supportato dai televisori Samsung.

Guarderete molti contenuti a bassa risoluzione
Il QN800B è dotato di un buon upscaler, ma non fa miracoli: è troppo chiedere di passare da SD a 8K.

Considerate anche

Image (Si apre in una nuova scheda)

LG C2 (Si apre in una nuova scheda)
Disponibile di routine per meno di 3.000 euro a 65 pollici, con un rapporto qualità/prezzo davvero eccezionale. Ottima qualità dell'immagine, forte luminosità per gli standard OLED, grande esperienza di gioco e Dolby Vision HDR.

Image (Si apre in una nuova scheda)

Samsung QN95B
Il miglior TV 4K di Samsung del 2022 è molto più economico di questo modello 8K, ma la qualità dell'immagine è eccellente. Offre tutte le migliori caratteristiche del QN800B, a parte il "future-proofing" 8K, ma alla maggior parte delle persone non importa.

Image (Si apre in una nuova scheda)

Sony A95K (Si apre in una nuova scheda)
Perché spendere di più per un TV 4K rispetto a un TV 8K? Perché si desidera l'esperienza visiva più completa, meno compromessa e più appagante in assoluto, ecco perché.

Con il supporto di