Skip to main content

Anteprima Samsung Galaxy Note 20

Samsung Galaxy Note 20 è il nuovo smartphone Samsung con S Pen

Che cos'è una recensione hands-on?
Samsung Galaxy Note 20
(Image: © TechRadar)

Prime impressioni

Samsung Galaxy Note 20 è il nuovo smartphone con pennino incluso del 2020, ma questa volta non sembra presentare niente di particolarmente emozionante per i fan della serie Note. Presenta alcune specifiche inferiori e un prezzo più basso rispetto alla versione Ultra, quindi potrebbe essere il modello ideale per chi non vuole spendere troppo.

Pro

  • Ottime fotocamere
  • S Pen migliorata

Contro

  • I bordi non sono curvi
  • Schermo stranamente peggiorato rispetto al modello precedente

Il Samsung Galaxy Note 20 è il modello di base della linea Galaxy Note di quest'anno. Esso è inferiore sotto il profilo tecnico e perde alcune caratteristiche rispetto al suo fratello maggiore, il Galaxy Note 20 Ultra, che è stato presentato al suo fianco, ma al contempo il suo prezzo è notevolmente più contenuto.

Certamente il Note 20 non apporta grosse novità rispetto al modello precedente, ma se siete alla ricerca di ottime prestazioni e di una fotocamera capace di regalarvi grandi soddisfazioni, il tutto in uno smartphone economico rispetto al Note 20 Ultra, questo potrebbe essere il Note che fa per voi.

Alcune delle caratteristiche principali del nuovo telefono di Samsung sono la presenza del 5G (esiste anche una variante 4G più economica), una S Pen migliorata e prestazioni al top garantite dagli ultimi processori disponibili sul mercato.

Samsung Galaxy Note 20: prezzo e data di uscita

Samsung Galaxy Note 20

(Image credit: TechRadar)

Samsung Galaxy Note 20 è stato presentato in occasione dell'evento virtuale Galaxy Unpacked il 5 agosto, insieme a Note 20 Ultra e altri dispositivi Samsung. Lo smartphone si può già pre-ordinare sul sito ufficiale Samsung, e le spedizioni inizieranno il 21 agosto.

L’azienda ha inoltre confermato che coloro che preordineranno il telefono avranno la possibilità di ricevere in regalo a scelta un abbonamento di tre mesi a Xbox Game Pass o un paio di Galaxy Buds+.

Il Galaxy Note 20, anche se è il più conveniente tra i due modelli, non è affatto economico. Infatti, la variante base, dotata di connettività 4G e di 256GB di spazio di archiviazione, costa ben 979€, mentre, se si vuole il 5G, il prezzo lievita di ulteriori 100€ partendo quindi da 1079€. 

Samsung Galaxy Note 20: design e display 

Immagine 1 di 3

Samsung Galaxy Note 20

(Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 3

Samsung Galaxy Note 20

(Image credit: TechRadar)
Immagine 3 di 3

Samsung Galaxy Note 20

(Image credit: TechRadar)

Se avete già posseduto un telefono appartenente alla serie Note, potete immaginare le grandi dimensioni del Galaxy Note 20 e il design premium che offre una sensazione di alta qualità. Si tratta di un dispositivo gigantesco con uno schermo da 6,7 pollici, e il fatto che il Galaxy Note 20 Ultra abbia un display leggermente più grande non significa che il Note 20 sia piccolo.

Sorprendentemente, lo schermo risulta peggiore rispetto a quello del Galaxy Note 10 dell'anno scorso. Tanto per cominciare, a differenza di quel telefono, il display non è curvo ai lati, ma a filo con i bordi superiori, a sinistra e a destra.

Oltretutto, il display del Galaxy Note 20 supporta una frequenza di aggiornamento massima di 60Hz, mentre molti altri telefoni di fascia alta, compresi tutti e tre i telefoni appartenenti alla gamma Galaxy S20 e Note 20 Ultra, supportano un refresh rate di 120Hz.

Ciò significa che lo schermo si aggiorna più velocemente su questi altri telefoni, garantendo un'esperienza più fluida quando si gioca o si sfogliano i feed dei social media. Se non avete mai usato un telefono con schermo a 120Hz prima d'ora non noterete molta differenza, tuttavia ciò ci sembra una grande e grave omissione da parte di Samsung su un telefono così costoso.

Il display ha una risoluzione Full HD e risulta inferiore rispetto agli schermi QHD appartenenti alla gamma Galaxy S20, ma è adatto per la visione di contenuti. Nel complesso, perciò, il display ci ha deluso, soprattutto a fronte dei progressi che Samsung ha fatto di recente nel realizzare alcuni dei migliori schermi che si possano trovare su un telefono.

Lo smartphone restituisce fin da subito una sensazione di alta qualità grazie anche ai bordi metallici più piatti rispetto ai dispositivi precedenti. Questi bordi più piatti significano che si nota davvero la mancanza di bordi curvi dello schermo, ma è un design che alcuni potrebbero preferire.

Il retro del telefono restituisce al tatto la sensazione di toccare un qualcosa fatto di ceramica, ma in realtà è un effetto spazzolato sopra quello che Samsung chiama "Glasstic". Ciò significa che il retro del telefono non è propriamente in vetro, infatti Samsung stessa ci ha confermato che si tratta di policarbonato.

Samsung Galaxy Note 20

(Image credit: TechRadar)

Galaxy Note 20 è disponibile in tre colorazioni diverse, tra cui la più richiesta sembra essere Mystic Bronze. Sono poi disponibili i colori Mystic Green e Mystic Grey, ma rimane la possibilità che Samsung decida di aggiungere altri colori in futuro.

La S Pen si trova ancora all’interno del telefono, ma è stata spostata dal lato destro del bordo inferiore a quello sinistro, quindi, se avete già posseduto un telefono Note, potreste in un primo momento confondervi sulla sua posizione.

L'azienda ha migliorato la S Pen in diversi modi, aggiungendo nuovi gesti per interagire con il telefono e migliorando sia la precisione che la sensibilità del pennino per renderlo più utile. La registrazione delle note audio mentre si scarabocchiano le note scritte con la S Pen è ora più comoda; sincronizzerà ciò che viene detto ad alta voce mentre si scrive sullo schermo, creando ciò che equivale a una linea temporale interattiva scritta a mano per l'audio.

Samsung Galaxy Note 20: fotocamera e batteria

Finora abbiamo potuto testare la fotocamera di Galaxy Note 20 solo in maniera limitata, ma il tempo che abbiamo trascorso scattando foto con il nuovo dispositivo ci ha dimostrato che le fotocamere sembrano essere decisamente all'altezza della serie Galaxy S20.

Tra le fotocamere posteriori troviamo un obiettivo principale da 12MP f/1.8, un teleobiettivo da 64MP e un grandangolo da 12MP.

Comprensibilmente, la fotocamera principale non è potente come l'obiettivo da 108MP del Note 20 Ultra, ma in fase di test ci ha fatto ottenere scatti niente male. Le foto scattate erano ricche di dettagli, luminose e saturate con la giusta intensità, esattamente come ci si può aspettare da un top di gamma Samsung.

Samsung Galaxy Note 20

(Image credit: TechRadar)

Non abbiamo ancora testato a dovere il grandangolo, ma il teleobiettivo da 64MP con zoom 30x ha regalato ottime performance nei nostri scatti di prova, dandoci risultati simili a quelli ottenuti con Galaxy S20.

La fotocamera frontale è da 10MP, e al momento non la abbiamo ancora testata. La fotocamera è posizionata in un piccolo foro centrale sul display, un'ottima notizia per chi non è un grande fan dei notch.

Lo smartphone presenta una batteria da 4.300 mAh, che ci aspettiamo riesca a garantire un'autonomia di un giorno intero senza problemi. Quando avremo utilizzato lo smartphone per un periodo di tempo adeguato, capiremo meglio come si comporta giorno dopo giorno.

Il Note 20 supporta la ricarica rapida a 25W, al contrario di Galaxy S29 Ultra e Note 10 Plus, che arrivano a 45W. 25W garantiscono comunque tempi di ricarica relativamente brevi, e la buona notizia è che lo smartphone supporta anche la ricarica wireless a 15W e la funzione Wireless Power Share.

Software e prestazioni

Samsung Galaxy Note 20

(Image credit: TechRadar)

La versione di Galaxy Note 20 distribuita in Italia monta il chipset di fascia altaExynos 990.

Lo abbiamo testato per un breve periodo di tempo, e possiamo dirvi che la potenza garantita da questo processore non vi deluderà. Sono inoltre presenti 8GB di RAM.

Lo spazio di archiviazione parte dai 256 GB per il modello base. Galaxy Note 20 supporta anche il 5G, ma se non siete interessati alla tecnologia di nuova generazione potete scegliere la versione con solo supporto 4G.

 Il sistema operativo a bordo del nuovo smartphone è ovviamente Android 10 di Google personalizzato da Samsung con la One UI 2.5, in modo che l’esperienza d’uso sia simile a quella di altri smartphone Android, ma non si discosti troppo da Android stock. 

Speriamo che Note 20 riceva l'aggiornamento ad Android 11 entro la fine dell'anno, anche se purtroppo Samsung non è mai tra le prime aziende a portare gli aggiornamenti di sistema operativo sui propri smartphone.

Giudizio preliminare

Samsung Galaxy Note 20

(Image credit: TechRadar)

La versione base della serie Galaxy Note non è lo smartphone Samsung migliore che ci sia al momento. Dopo l'introduzione nel 2019 della versione Plus, e l'arrivo di Galaxy Note 20 Ultra quest'anno, Galaxy Note 20 non ci ha entusiasmato come avremmo creduto.

Rimane comunque un ottimo smartphone, dotato di S Pen, con uno schermo enorme e dal prezzo relativamente contenuto.

Se state cercando il meglio del meglio che Samsung ha da offrire (e potete permettervelo) sicuramente preferirete Galaxy Note 20 Ultra o uno dei modelli della serie Galaxy S20.

Non appena avremo terminato di testare approfonditamente Galaxy Note 20 potremo darvi un giudizio più preciso.

Che cos'è una recensione hands-on?

Le recensioni "Hands on" sono le prime impressioni di un giornalista, basate su un utilizzo dell'oggetto per breve tempo. Potrebbe trattarsi di pochi momenti o qualche ora. La cosa imporante è che abbiamo potuto usarlo personalmente e possiamo raccontarti ciò che ci è sembrato, anche se è solo un giudizio embrionale. Per saperne di più leggi Garanzia delle recensioni TechRadar.