Recensione Google Drive

Eccellente sotto ogni punto di vista

Google Drive
(Image: © Google)

Verdetto

Google Drive è un servizio cloud efficiente, dedicato sia ai consumatori che alle aziende. La costante aggiunta di nuove funzioni e la disponibilità di una suite office gratuita online, unite alla possibilità di conservare i propri file, lo rendono una scelta vantaggiosa per lavoratori e non.

Pro

  • +

    Veloce e intuitivo

  • +

    Ampia disponibilità di servizi

  • +

    Suite office gratuita

Contro

  • -

    Dipendente dall’ecosistema Google

  • -

    Manca la crittografia end-to-end

  • -

    Limitate opzioni di backup

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Google Drive non si limita ad offrire un servizio cloud sul web, ma mette a disposizione anche un'applicazione per smartphone e strumenti di backup per Windows e iOS che consentono di caricare velocemente i file sul cloud. Le funzioni sono basilari, ma la sua efficacia compensa eventuali mancanze. 

Google Drive si è sviluppato al punto da competere con altri servizi cloud come Box e Dropbox. Le applicazioni che mette a disposizione, oltre al servizio base, lo rendono una scelta ottimale

Google Drive: funzionalità 

Google Drive, grazie alla sua interfaccia intuitiva e all’ampia disponibilità di applicazioni per smartphone, consente di accedere comodamente ai propri file da ogni luogo e gli strumenti di condivisione sono funzionali e di facile utilizzo.

La condivisione può essere impostata a differenti livelli, a seconda dell’accesso che si intende fornire ai propri contatti. Un file, o una cartella, possono essere condivise tramite link o via mail. Un’aggiunta gradita, in merito ai livelli di accesso, è stata l’introduzione dei permessi da Commentatore, a metà tra Visualizzatore e Editor.

I Drive condivisi per il team, funzione disponibile solo per gli account Business e Enterprise, permettono di creare uno spazio per i gruppi che devono lavorare su determinati documenti. Ogni singolo Drive per i gruppi di lavoro può essere personalizzato ed è possibile inviare una mail all’intero team, oltre che gestire comodamente i permessi d’accesso. 

Servizi come Docs, Sheets e Slide sono ben integrati nel sistema e la qualità delle singole applicazioni non ha nulla da invidiare a Microsoft Office (è anche possibile convertire i file office nei rispettivi formati Google). In caso non si voglia effettuare l’operazione di conversione, Google Drive permette di conservare i file nei loro formati originali e sincronizzarli tra diversi dispositivi.

La sincronizzazione con i programmi desktop non è semplice come con Dropbox, ma è possibile effettuarla senza troppa fatica con Windows e macOS o conservare alcuni file e cartelle esclusivamente online. Ogni volta che si apportano modifiche ad un documento, l’utente riceverà una notifica. 

(Image credit: Google)

Google Drive: interfaccia 

L’interfaccia è coerente con i prodotti Google: ampi spazi bianchi, i colori tipici del brand e i caratteri in grassetto. L’azienda non ha optato per un design complesso, preferendo a quest’ultimo la facilità di navigazione e l’intuitività. 

Le barre di navigazione a disposizione sono due e consentono la ricerca tramite keyword o tipologia di file (barra superiore) o tra le cartelle (barra laterale). Tramite il riconoscimento ottico dei caratteri è possibile effettuare una ricerca testuale anche nei file PDF o nelle immagini. 

Il layout dell’interfaccia principale può essere modificato in versione miniatura e i file possono essere facilmente trascinati da una cartella all’altra. Tuttavia, non è disponibile una modalità offline.

L’intelligenza artificiale di Google si occupa di sistemare i documenti a seconda della necessità, spostando in alto quelli di cui si ha maggior bisogno, anche se non sempre questa funzione lavora come dovrebbe. In alternativa, si possono ordinare i file in ordine cronologico, a partire dal più recente.

L’interfaccia della versione per smartphone ricalca quella web. Inoltre, per Windows e macOS, è disponibile uno strumento di backup e sincronizzazione per facilitare la gestione in locale. Il sistema di backup funziona anche in senso inverso, da locale a web.

La versione desktop di Google Drive facilita l’utilizzo anche in ambienti con scarsa connessione, limitando l’ampiezza di banda ed evitando una congestione della rete. Quest’ultima funzione non è disponibile per iCloud Drive, principale competitor di Google Drive.

Durante la fase di test la velocità di upload e download si è mantenuta stabile. L’efficacia del servizio dipende maggiormente, in ultima analisi, dalla connessione dell’utente.

(Image credit: Google)

Google Drive: sicurezza 

Il sistema di crittografia di Google Drive non è end-to-end, dunque il contenuto può essere visualizzato da Google. Fatta questa precisazione, il livello di sicurezza di Drive è buono e, oltre all’autenticazione in due fattori, viene inviata una notifica per ogni nuovo accesso. Le opzioni di gestione e sicurezza si moltiplicano quando si scelgono gli account Business e Enterprise. 

Google Drive: prezzi 

L’offerta gratuita di Google Drive include uno spazio di archiviazione di 15GB, condiviso tra tutte le app come Gmail e Google Photo. È possibile aumentare lo spazio a disposizione senza dover passare ad un altro account, tramite le tariffe offerte da Google One.

Al costo di 1,99€ si ottengono 100GB con il piano base; il piano standard offre invece 200GB a 2,99€ mentre, l’opzione premium garantisce 2TB a 9,99€. Le tariffe sopra menzionate sono mensili. 

Le funzioni ottenibili con i piani a pagamento sono limitate al solo servizio cloud, a differenza di Apple che include musica e gaming. Inoltre, lo spazio può essere condiviso con altri cinque utenti. 

Gli utenti premium potranno avvantaggiarsi anche di una VPN per Android e iOS mentre, sia per gli utenti standard che premium, è previsto uno sconto del 10% sui prodotti del Google Store

Google One offre anche dei piani annuali che permettono di risparmiare fino al 17%: 19,99€ per 100GB; 29,99€ per 200GB e 99,99€ per 2TB.

Per le aziende, c’è Google Workspace, una suite che include tutte le applicazioni Google, Drive e Gmail compresi. Disponibile in prova gratuita, Google Workspace offre piani di abbonamento, per ogni singolo utente, di 4,68€ (30GB), 9,36€ (2TB), 15,60€ (5TB) e l’opzione Enterprise per la quale è necessario contattare il team di vendita. 

(Image credit: Google)

Conclusioni 

Google drive è un servizio tutto in uno che, oltre ad offrire uno spazio web, mette a disposizione applicazioni per Windows, Android, iOS e macOS. Inoltre, si integra benissimo a Google Calendar e Gmail.

Google Drive ha alcune lacune, come la mancanza di crittografia end-to-end e backup bare metal. Tuttavia, la disponibilità di una suite office gratuita, le opzioni di condivisione e di gestione degli accessi, lo rendono uno dei migliori servizi cloud disponibili. 

Con il supporto di