Skip to main content

Anteprima Samsung Galaxy S20

Galaxy S20 è dotato di 5G, di una fotocamera da 64MP e di molte altre funzionalità, ma il prezzo è aumentato

Che cos'è una recensione hands-on?
Samsung Galaxy S20
(Image: © TechRadar)

Prime impressioni

Samsung Galaxy S20 sarà per molti il primo smartphone 5G, è dotato una fotocamera da 64MP con zoom ottico 3X e zoom digitale 30x. Un bel salto in avanti rispetto al "vecchio" Galaxy S10, ma per contro anche il prezzo sarà più alto. Galaxy S20 Plus e S20 Ultra saranno dotati di specifiche ancora migliori.

Pro

  • Comparto fotografico interessante
  • Il miglior schermo mai realizzato da Samsung
  • Connessione 5G

Contro

  • Al momento non esiste una versione economica
  • Non è il migliore della serie S20
  • Prezzo leggermente aumentato

Samsung Galaxy S20 in due minuti

Samsung Galaxy S20 è stato presentato ieri, 11 febbraio 2020, all'evento Unpacked di Samsung, insieme a Samsung Galaxy S20 Plus, Samsung Galaxy S20 Ultra, il pieghevole Samsung Galaxy Z Flip e ai nuovi Samsung Galaxy Buds Plus.

Galaxy S20 è il più economico dei nuovi smartphone e rispetto allo scorso anno offre miglioramenti mirati per fotocamera e batteria, oltre alla connettività 5G. 

Se siete interessati alla proposta Samsung del 2020, è certamente lo smartphone da provare. La versione Ultra ha una fotocamera da 108MP, che potrebbe essere interessante, ma per l'uso quotidiano il Galaxy S20 andrà benissimo. 

Lo schermo da 6,2" è di altissima qualità ed è probabilmente il migliore mai visto su uno smartphone. Nella parte posteriore è presente una tripla fotocamera, che si rivelerà perfetta per la maggior parte delle persone: può persino registrare video in 8K, un dettaglio di cui solo alcuni utenti potrebbero avere bisogno.

Galaxy S20 specifiche

Peso: 163g
Dimensioni: 151.7 x 69.1 x 7.9mm
OS: Android 10
Diagonale: 6.2 pollici
Risoluzione: QHD+ (563ppi)
Frequenza di aggiornamento: 120Hz
RAM: 8GB/12GB
Archiviazione: 128GB + microSD
Batteria: 4,000mAh
Fotocamera posteriore: 12MP + 12MP + 64MP
Fotocamera frontale: 10MP

Abbiamo provato la fotocamera del Galaxy S20 per un'ora e ne siamo rimasti impressionati. Prima di tutto, Samsung ha aumentato la dimensione del singolo pixel, dagli 1.4 micron del Galaxy S10 agli attuali 1.8 micron. Al contempo sono aumentate anche le dimensioni dei sensori. 

Stando alle dichiarazioni di Samsung, le fotografie notturne saranno più nitide, e l'azienda definisce questo aggiornamento il più sostanzioso dai tempi del Galaxy S7, nel 2016. 

Il sensore del teleobiettivo passa dai 12 MP del Galaxy S10 ai 64MP (mai singoli pixel sono più piccoli in questo caso, quindi potrebbe non essere un cambiamento così rilevante), e offre uno zoom ottico 3x oltre a uno zoom digitale 30x. 

L'ultragrandangolo ha meno megapixel, è passato da 16 a 12, ma sia il sensore che i pixel sono più grandi e dovrebbero garantire foto migliori. Sulla carta tutte e tre le fotocamere sono migliori rispetto all'anno scorso, ma il miglioramento più grande riguarda l'S20 Ultra. 

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Galaxy S20 è il primo telefono, tra quelli che abbiamo provato, capace di registrare video 8K. Sembra una cosa esagerata, finché non si realizza che così facendo c'è più margine di azione al momento di ritagliare o fare altre modifiche, senza sacrificare i dettagli, anche se il risultato dopo l'editing la risoluzione del video viene ridotta a 4K o 1080p. 

Una gran bella notizia per chi utilizza spesso il cellulare per la creazione di contenuti, per quanto i video 8K si fermino ad un massimo di 24fps e la stabilizzazione di Samsung non sia disponibile né con i video 8K né con i 4K. I video, in altre parole, potrebbero essere carenti in quanto a fluidità, sacrificando questo aspetto in favore di una maggiore risoluzione. 

Le prestazioni da top di gamma del nuovo S20 sono garantite da un processore Snapdragon a 7 nm e da ben 12GB di RAM. Il Galaxy S20 ha uno spazio di archiviazione di 128GB e, a differenza della versione base di Note 10, ha uno slot per schede microSD. Meno male, perché 128GB sono tanti in assoluto, ma ci sembrano pochi per un top di gamma del 2020. 

La batteria da 4.000 mAh dovrebbe essere grande abbastanza, ma siamo curiosi di vedere quanto la rete 5G peserà sull'autonomia. 

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Manca invece, purtroppo, il jack per le cuffie, così come sui modelli Galaxy S20 Plus e S20 Ultra. Samsung, fino all'anno scorso, aveva conservato il jack da 3,5 mm, quindi questa è una delle novità che contraddistinguono la serie Galaxy S20. 

Il Galaxy S20 ha molti aspetti interessanti, a cominciare da uno schermo di grandi dimensioni con una frequenza di aggiornamento molto alta, una nuova tripla fotocamera molto promettente, specifiche convincenti e rete 5G. 

Tutto molto bello, ma questo smartphone potrebbe risultare molto costoso, sopratutto considerando che è la versione base della gamma Samsung Galaxy. L'aumento di prezzo rispetto all'anno scorso potrebbe diventare un semaforo rosso per alcuni potenziali compratori, mentre altri potrebbero semplicemente optare per i più costosi S20 Ultra o Plus. 

Volete saperne di più sul Galaxy S20? Continuate e leggere

 Samsung Galaxy S20 disponibilità e prezzo 

  • Samsung Galaxy S20 4G, 10 marzo
  • Samsung Galaxy S20 5G 10 marzo

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Galaxy S20 costa più di quanto costava il top di gamma del 2019, un aumento dovuto in gran parte alla rete 5G e alla fotocamera migliorata. 

Lo smartphone sarà disponibile in Italia dal prossimo 10 marzo a ... fate un bel respiro ... 1.029 euro. Lo smartphone si può già prenotare su Amazon, ma se pensate di poter aspettare ancora un po' potrete optare per la variante 4G, che costa "solo" 929 euro. Quest'ultima, tra l'altro, è l'unica versione disponibile in pre-ordine.

Per confronto, parliamo di un prezzo del tutto simile a quello di iPhone 11 Pro, ma lo smartphone Apple ha solo 64G di memoria. 

Schermo più grande, ma più piccolo

  • Niente jack per le cuffie
  • La fotocamera sporge molto
  • Schermo QHD+,120Hz, HDR10+

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Galaxy S20 ha uno schermo da 6,2", cioè 0,1 pollici più grande del modello precedente. Non è un cambiamento enorme, e la risoluzione massima rimane quella dei recenti modelli S, cioè WQHD+ (3040 x 1440).

La risoluzione di default, come l'anno scorso, è Full HD+ (2220x1080), che offre un'ottima qualità visiva e aiuta a risparmiare la batteria. Gli utenti più esigenti potranno passare alla risoluzione maggiore se e quando lo desiderano. 

Lo schermo ha una frequenza di aggiornamento da 120Hz, il doppio rispetto allo standard da 60 Hz. Questa è un'altra valida ragione per tenere la risoluzione di default, visto che la WHQD+ non è compatibile e attivando la frequenza scende a 60 Hz. Le immagini sono più fluide e l'esperienza con il gaming è migliorata notevolmente.

Anche il pannello touch è migliorato e ha ora una frequenza di 240 Hz. Un dettaglio interessante in particolare con i giochi, che godono di una migliore reattività dello schermo.

L'aumento delle dimensioni dello schermo, anche se minimo, non ha portato ad un incremento complessivo delle dimensioni. Di fatto è vero il contrario: il Galaxy S20 è un po' più lungo ma è più sottile del Galaxy S10, grazie al formato 21:9. In concreto, è più maneggevole. 

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

La cattiva notizia è che non c'è un erede del Galaxy S10e, cioè il modello economico dell'anno scorso, con schermo da 5,8 pollici. 

Il modello più piccolo del 2020 è il Galaxy S20. Apprezziamo molto i fori più piccoli per la fotocamera frontale e la compatibilità HDR10+, ma una variante con schermo più piccolo ci avrebbe resi più felici. 

L'aspetto del Galaxy S20 è familiare: due pannelli di vetro, davanti e dietro, con in mezzo una cornice di alluminio. Lo schermo è curvo lungo i lati lunghi, ma la curva è meno pronunciata rispetto al Galaxy S10. Forse così ci saranno meno comandi involontari.

La serie Galaxy S20 perde il jack da 3,5 mm per le cuffie tradizionali. Se vi interessa dovrete procurarvi un adattatore per USB-C, oppure optare per un delle cuffie wireless. 

Immagine 1 di 4

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 4

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 4

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)
Immagine 4 di 4

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

I colori disponibili saranno tre: Cloud Blue, Cloud Pink e Cosmic Gray. Non sono male ma ci piacevano di più le tonalità e le sfumature del Galaxy S10. 

Galaxy S20, fotocamera migliorata

  • Tripla fotocamera con sensore da 64MP
  • Registrazione video 8K
  • Zoom digitale 10x, foto notturne migliorate

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Samsung afferma che con il Galaxy S20 ha introdotto l’aggiornamento più importante del comparto fotografico dai tempi del Galaxy S7. 

Il punto chiave è che adesso tutte tre le fotocamere posteriori sono dotate di sensori più grandi del solito. 

Si tratta di un aspetto molto importante, perché la dimensione del sensore è il dettaglio hardware che più di tutti contribuisce alla qualità delle fotografie.

In effetti, crediamo che sia più saggio ignorare i numeri che descrivono la fotocamera e concentrarsi sulla resa fotografica reale del prodotto, altrimenti il gruppo fotografico dell’S20 potrebbe, a torto, sembrare peggiore rispetto a quello del precedente S10.

In sostanza la fotocamera principale di Galaxy S20 è ora dotata di un’apertura f/1.8, peggiore di quella presente su S10 che montava un’ apertura doppia f/1.5+f/2.4, con lo scopo di migliorare gli scatti in presenza di scarsa luminosità tramite l’utilizzo dell’apertura f/1.5.

Samsung, con S20, ha però aumentato la dimensione dei pixel da 1,4 micron a 1,8 micron che, combinati al sensore più grande, permettono di fotografare più dettagli e catturare più luce di quanto fosse possibile fare con la fotocamera di  S10.

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Lo stesso discorso si può applicare anche per la fotocamera da 64 MP, nettamente migliorata rispetto ai precedenti 12 MP, anche se i singoli pixel sono più piccoli, mentre l’apertura modificata aumenta la luminosità passando da f/2.4 a f/2.0. 

Grazie alle specifiche del nuovo teleobiettivo avremo un ulteriore vantaggio, potendo contare adesso su uno zoom ottico 3x e digitale 10x.

La fotocamera ultra grandangolare da 12MP del Galaxy S20 è stata anch’essa aggiornata, con un sensore più grande e pixel più grandi (1,4 micron contro il precedente 1 micron) senza variare l’apertura f/2.2 che rimane identica. Questo dovrebbe potrebbe venire in aiuto nella realizzazione di ottimi scatti panoramici, anche se la fotocamera dell’S10 poteva contare su ben 16MP.

Proveremo più approfonditamente questa tripla fotocamera nel corso dei classici test su strada e potrete leggere i risultati dettagliati nella recensione completa, ma sappiamo già che Galaxy S20 non sarà potente quanto il fratello Galaxy S20 Ultra, dotato di ben quattro fotocamere, con la principale da ben 108MP, uno zoom ottico 10x e uno digitale 100x.

Galaxy S20 infine, spiazza tutti con la possibilità di registrare video 8K ed è anche dotato di uno stabilizzatore specifico per video (anti-roll correction), come parte del suo sistema di stabilizzazione avanzato (Super Steady Stabilization).

Ovviamente non è possibile utilizzare contemporaneamente la risoluzione più alta e la stabilizzazione avanzata. Quest’ultima può essere attivata solamente fino alla risoluzione di 1080P (nemmeno in 4K, per intenderci).

La registrazione 8K sarà limitata a 24fps ma avrà comunque un grosso beneficio, sarà possibile ritagliare ed editare i clip video senza sacrificare la qualità, se il vostro intento è esportare successivamente in 4K o 1080p.

Si tratta di una funzione relativamente nuova e noi crediamo che la maggior parte delle persone sarà propensa a registrare maggiormente in 4K, dove esiste la possibilità di scegliere più opzioni di frame rate, si avrà accesso a uno zoom 20x (8k è limitato ad uno zoom 6x) e file più piccoli (la registrazione 8K consuma la bellezza di 600MB al minuto salvando in formato HECV).

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

L’app fotocamera di Samsung continua ad essere potente e semplice da usare, continuando a migliorare anno dopo anno grazie a nuove e vecchie funzioni. 

Esiste la possibilità di passare dalla fotocamera frontale a quella posteriore con un semplice swipe, utilizzare una gesture per attivare il timer per la fotocamera frontale e con lo schermo bloccato grazie ad una doppia pressione del tasto di blocco poter aprire l’app della fotocamera, tutte funzionalità che risultano certamente comode, una volta che si prende confidenza con il dispositivo.

La nuova modalità “single-take” permette di utilizzare a distanza di 10 secondi l’una dall’altra le tre fotocamere posteriori permettendovi di avere foto e video da angolazioni leggermente diverse tra loro. 

Purtroppo in questa modalità non è possibile effettuare foto e video contemporaneamente, ma abbiamo trovato particolarmente piacevole non essere costretti a accedere al menù e poterci quindi concentrare maggiormente sul nostro soggetto. 

Ci sarà molto altro da dire sulle fotocamere di Samsung Galaxy S20 al momento della recensione completa viste le molte altre funzionalità presenti, tra le quali la possibilità di estrarre foto da 33 MP dai  video realizzati.

5G come standard

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Galaxy S20 rappresenta la migliore occasione per il pubblico di cominciare a usufruire della connessione 5G sui propri dispositivi. Solo l’1% dei telefoni acquistati nel 2019 erano dotati di capacità 5G e per la maggior parte si trattava della variante dei costosi top di gamma 4G.

L’S20 è certamente un telefono di punta e utilizzerà il 5G come connessione primaria potendosi fregiare di una velocità di download media di 200Mbps, una prestazione fino a 6 volte maggiore di quelle 4G disponibili in diverse parti del mondo  

Questo dipenderà ovviamente dalla disponibilità di 5G nell’area specifica, ma con il Galaxy S20, Samsung si presta a distribuire dispositivi che saranno certamente adeguati alle prestazioni delle future applicazioni.

Esiste un’importante distinzione tra la capacità 5G del GalaxyS20 e quelle degli S20 Plus e Ultra. Tutti e tre i modelli supportano la tecnologia sub6 in banda medio-bassa, ma solo i modelli Plus e Ultra saranno dotati di antenna a onde millimetriche, capaci di raggiungere prestazioni molto più alte. 

In ogni caso la copertura delle onde millimetriche è piuttosto limitata, dai test fatti in un grande centro cittadino siamo riusciti a raggiungere 1.4Gbps nel maggio del 2019, quando abbiamo testato la connessione 5G appena installata da un grossa azienda di telecomunicazioni. 

In definitiva il Galaxy S20 sarà certamente veloce, ma i suoi fratelli maggiori lo saranno ancora di più, dando per scontato che il vostro provider sia in grado di supportare la tecnologia a onde millimetriche, ovviamente. Le velocità sub-6 dovrebbe essere sufficiente per la maggior parte degli utenti, in ogni caso. Infine sappiamo che l’S20 verrà prodotto anche in versione 4G e che non sarà reso disponibile ovunque, ma solo in un numero limitato di paesi.

Batteria maggiorata e specifiche “forse” esagerate?

  • Grande batteria da 4.000mAh
  • Supporto per carica veloce e wireless 
  • Tecnologia Wireless Powershare

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Il resto delle specifiche include un chipset con tecnologia a 7nm, 12 GB di RAM e 128GB di archiviazione, oltre ad uno slot microSD capace di espandere lo spazio disponibile fino a 1GB.

In termini di prestazioni, l’S20 si ritrova pienamente nella categoria “troppo veloce per la maggior parte degli utenti”, poiché il chipset di nuova generazione Exynos 990 offre prestazioni inedite ed è supportato da 12GB di RAM, una quantità che difficilmente verrà sfruttata anche dagli utenti più esigenti.

Il nostro test è durato veramente poco, ma non abbiamo notato rallentamenti o scatti nel passare da un’app all’altra, ed anche se non siamo stati in grado di testare approfonditamente il dispositivo, abbiamo motivo di credere che sarà un degno rivale per iPhone. 

Nella scatola troverete un caricatore da 25W dotato di ricarica “Super Fast” di Samsung. Dopo aver introdotto questa tecnologia per la prima volta su Galaxy Note 10, Samsung l’ha ripresentata su tutta la gamma S20.

S20 è anche compatibile con la ricarica wireless, fino ad un massimo di 15W, e potrete utilizzare questa modalità con molti prodotti compatibili, come già accadeva con Samsung Galaxy Buds e le nuove Samsung Galaxy Buds+.

Non abbiamo potuto analizzare in profondità le novità dell’interfaccia One UI 2.0, ma tra queste troviamo le videochiamate Google Duo integrate direttamente nell’app Dialer. Samsung dichiara che con Galaxy S20 sarà possibile effettuare videochiamate in Full HD e chat di gruppo fino ad un massimo di 8 persone.

Prime impressioni

Samsung Galaxy S20

(Image credit: Future)

Galaxy S20 è pensato per condurci nell'era del 5G come pochi altri smartphone hanno saputo fare fino ad oggi e, nonostante ciò, quello che vi lascerà a bocca aperta non riguarda la velocità di download, ma il balzo tecnologico che l'azienda coreana ha saputo compiere con questa ultima versione di Galaxy S. 

La sua tripla fotocamera da 64 MP con obiettivo ottico 3x e zoom digitale 30x è la vera chicca di questo dispositivo, e sarà ancora più sorprendente se avete già provato a realizzare foto con il già ottimo Galaxy S10, figuriamoci con un dispositivo più vecchio. 

S20 è il telefono di cui Samsung aveva bisogno per contrastare gli iPhone 11 Pro e le sue ottime fotocamere, ma purtroppo per riuscirci ha dovuto ritoccare il prezzo. 

Il 5G e le tecnologie più innovative hanno certamente sovraccaricato di lavoro i progettisti del Samsung Galaxy S20, ed è probabilmente per questo che non è stata ancora presentata una versione più economica di S20, come invece accadde con Galaxy S10e non più di un anno fa. La serie S10, inoltre, in concomitanza di questa presentazione, è stata oggetto di un sensibile calo di prezzo, quindi se state cercando un telefono potente ed avete un budget limitato, la serie dello scorso anno potrebbe fare per voi. 

S20 Plus e Ultra sono comunque di una categoria superiore: hanno entrambi una connessione 5G migliorata rispetto al fratello minore e, per un prezzo ancora più elevato, la versione Ultra offre una fotocamera ancora migliore.

S20 è il dispositivo di congiunzione tra la serie S10 e la serie S20, ed è perfetto per chiunque desideri qualcosa di innovativo senza spendere cifre spropositate.

Che cos'è una recensione hands-on?

Le recensioni "Hands on" sono le prime impressioni di un giornalista, basate su un utilizzo dell'oggetto per breve tempo. Potrebbe trattarsi di pochi momenti o qualche ora. La cosa imporante è che abbiamo potuto usarlo personalmente e possiamo raccontarti ciò che ci è sembrato, anche se è solo un giudizio embrionale. Per saperne di più leggi Garanzia delle recensioni TechRadar.