Skip to main content

Xbox Series X, Phil Spencer torna a parlare di VR: non è tra le priorità

(Image credit: Micosoft)

Nel novembre scorso il capo della divisione Xbox di Microsoft Phil Spencer aveva confermato che la nuova Xbox Series X non supporterà il VR al momento del lancio.

In un'intervista su Gamertag Radio (tramite VentureBeat), Spencer è tornato sull'argomento spiegando che Microsoft è in attesa che la realtà virtuale su Xbox diventi “qualcosa di folle” ma in questo momento la società non vede l’utilizzo dei dispositivi VR come un elemento indispensabile sulla nuova console.

Spencer ha anche sottolineato che, sebbene il VR stia andando bene su Windows, sarebbe molto più difficile portare il supporto del visore su una console, oltre a non essere questo l’obiettivo dell’azienda in questo momento.

"La realtà virtuale non è semplice come collegare un auricolare - ha spiegato Spencer - Bisogna rifare tutto, ci sarebbe un sacco di lavoro".

Xbox VR sembra inutile per l'azienda in questo momento, ma Spencer spera che la domanda di VR cresca. Ed è a quel punto che potremmo immergerci nella realtà virtuale video ludica di Xbox.

Xbox e realtà virtuale

(Image credit: rustam_shaimov / Shutterstock.com)

Come ricostruisce VentureBeat, Spencer, nel novembre scorso aveva toccato l’argomento affermando che "nessuno richiede la realtà virtuale" e che "nessuno vende milioni di visori”.

Dopo le polemiche, ha cercato di spiegarsi sostenendo che le sue affermazioni fossero soltanto il suo punto di vista e non un insulto alla comunità di videogiocatori di questo segmento.

"Volevo essere chiaro nei confronti dei nostri clienti su quale fosse il nostro obiettivo - ha detto Spencer - stavo solo cercando di dire non lo faremo ... dobbiamo concentrare il lavoro sui nostri attuali obiettivi".

Quindi, mentre Sony rilascerà PSVR 2 insieme a PlayStation 5, non aspettatevi che Xbox Series X supporterà la realtà virtuale, almeno per il momento.