Xbox Series S, perchè è molto più facile da acquistare di Series X o PS5?

Xbox Series S
(Immagine:: Shutterstock/Miguel Lagoa)

A un anno e mezzo dalla loro uscita, sia Xbox Series X che PS5 sono ancora difficilissime da reperire. Tutto questo non dovrebbe sorprendervi se considerate l’impatto che i problemi dei fornitori globali e la carenza di chip hanno avuto sulla produzione delle console, soprattutto visto l’elevato numero di richieste per entrambe le piattaforme.

Eppure, in qualche modo, la Xbox Series S è riuscita a non incappare negli stessi guai delle sue controparti più costose: la trovate quasi sempre in stock presso i principali rivenditori online come Amazon. 

La Xbox Series S è stata persino messa in vendita più volte, con il suo prezzo che è sceso a €269,99, e cioè a 30 euro in meno rispetto a quello di lancio. 

E ora, secondo GamesIndustry.biz, per la prima volta in assoluto in Europa, la sua ampia disponibilità ha persino favorito l’ultima generazione di console Xbox a vendere più di PS5. Non male per una console che, apparentemente, non vuole nessuno. 

Se vi state chiedendo (proprio come noi) per quale motivo la Xbox Series S sembra essere notevolmente più semplice da acquistare rispetto a Xbox Series X, PS5, Nintendo Switch OLED e persino PS4, sappiate che siamo qui per cercare di farcene una ragione. 

Processi di produzione più semplici 

Xbox Series S insides

(Image credit: Microsoft)

In definitiva, il motivo per cui l’Xbox Series S è molto più facile da avere rispetto a Xbox Series S e PS5 si riduce alle differenze nei rispettivi processi di produzione. Ciascuna di queste due console racchiude un’unità di elaborazione accelerata (APU) AMD semi-personalizzata che consiste in una CPU octa-core basata su Zen 2 e GPU RDNA 2, che forniscono alle piattaforme la potenza necessaria alla risoluzione 4K a 120 frame al secondo. 

Secondo l’insider del settore Daniel Ahmad, questi potenti chipset rendono sia PS5 che Xbox Series X difficili da produrre in grandi quantità. 

D’altro canto, il processo di produzione alla base della Series S è significativamente meno oneroso in termini di risorse, tanto che l’architetto del sistema Xbox Andrew Goossen ha confermato a Eurogamer che il suo chipset era ancora più semplice ed economico da produrre rispetto a quello dell’Xbox One di precedente generazione. 

See more

Microsoft è (comprensibilmente) ancora piuttosto riservata sulla differenza di realizzazione di Xbox Series X e S. Ma già dando un’occhiata alle loro specifiche tecniche, possiamo notare come l’APU di Xbox Series S sia la metà di quella di Series X, e di come anche il numero dei transistor sia praticamente dimezzato (8 milioni contro 15,3 milioni). 

Detto altrimenti, questa differenza potrebbe voler dire che l’APU del modello S sarebbe due volte più semplice da produrre. 

Se considerate il fatto che la Series S è sprovvista di unità disco, utilizza meno RAM, ha un SSD più piccolo ed è disponibile in uno chassis di plastica di dimensioni ridotte, il motivo per cui la console entry-level di Microsoft sia più facile e più veloce da produrre rispetto al suo cugino premium appare chiaro.

Gli scalper non cercano Series S

PS5 scalpers

(Image credit: Shutterstock/swissmacky/Future)

È giusto dire che, nonostante la convenienza e l’ampia disponibilità, Xbox Series S potrebbe non tentare alcuni consumatori. Sebbene averla per €269,99 sia un affare (parliamo pur sempre di una console di nuova generazione), gli scettici potrebbero ancora preferire varianti più costose come Series X e PS5. Probabilmente, confidano che dureranno più a lungo della Series S. 

Per fortuna però, scalper e rivenditori non sembrano interessati a procurarsi l’Xbox Series S, soprattutto a causa del markup relativamente esiguo che possono applicare alla console, nonché per il fatto che se ne trovino in abbondanza. 

Una rapida ricerca su internet mostra che su siti di e-commerce quali eBay si vendano molti meno modelli di Series S che di Series X. 

Non solo il modello S viene rivenduto meno di frequente, ma costa anche meno del suo prezzo originale. Al contrario, Xbox Series X può essere spesso avvistata in vendita per circa €600,00, un prezzo significativamente superiore a quello consigliato di €499,99.

Il futuro della Series S è tutto da scrivere

Xbox Series S against a stark black background

(Image credit: M. Andrei)

Tuttavia, tutto questo non vuol dire che non valga la pena acquistare Xbox Series S. Rimane comunque un’ottima scelta, nonché una console relativamente economica e all’altezza dei giochi moderni.

Alla fine dei conti, sempre meglio avere una console meno appariscente che non avere la console premium che non riuscite a procurarvi. Series S ha anche aiutato le vendite di Microsoft in Giappone, mercato in cui l’azienda ha sempre dovuto lottare per competere. 

Rispetto a tutte le altre opzioni disponibili (comprese altre console e persino i migliori PC da gaming economici), Xbox Series S è un ottimo punto di partenza per addentrarsi nel vasto mondo dei videogiochi. 

Con Series S, potete sfruttare l’ampia selezione di titoli Microsoft tramite Xbox Game Pass (da Forza Horizon 5 a Halo Infinite, passando per Psychonauts 2). Secondo il nostro editor di hardware da gioco Adam Vjestica, è persino un ottimo compagno di viaggio. 

Anche prima del rilascio dell’ultima generazione di console Xbox, lo stesso Phil Spencer ha previsto che la Series S venderà un numero sempre maggiore di copie nel lungo periodo. 

“Penso che, nel corso della generazione, il prezzo giocherà un ruolo molto importante e per questo la Series S venderà sempre di più”, dice Spencer Kotaku. 

Anche questo sembra altamente plausibile, soprattutto perché i giocatori sono sempre più impazienti e optano per Series S invece di aspettare nuove ondate di rifornimento di PS5 e Xbox Series X.