Xbox Project Scarlett, si punta a frame rate e giocabilità

Xbox
Xbox
(Image credit: Future)

Bisognerà aspettare ancora un po' prima di poter mettere le mani su Xbox Project Scarlett, e finora Microsoft non si è lasciata sfuggire molto su quella che dovrebbe essere la Xbox Two. Sarà pùi di una "semplice" console? Che aspetto avrà? Ci saranno nuovi giochi? 

Microsoft non sembra incline a voler dare risposte, ma il dirigente della divisione Xbox, Phil Spencer, ha detto ai reporter di Gamespot quali sono gli obiettivi principali di Project Scarlett.

"Credo che le aree su cui vogliamo concentrarci per la prossima generazione siano il frame rate e la giocabilità", ha detto Spencer. "Vogliamo assicurarci che i giochi si carichino molto in fretta, e che girino con il più alto frame rate possibile". 

Spencer ha aggiunto che Microsoft punta, con Project Scarlett, ad avere giochi che girano in 4K/60FPS, definendolo un "obiettivo di progettazione". 

"Con questa generazione siamo davvero molto concentrati sulla grafica 4K e sulla riproduzione di Blu-Ray 4K e video in streaming", spiega Spencer. "Con Xbox One X giù in grado di gestire la grafica 4K, vedremo notevoli miglioramenti visivi con la prossima generazione". 

Microsoft comunque non si sta concentrando solo su frame rate e grafica. Secondo Spencer, anche la giocabilità è un aspetto chiave della prossima generazione: significa tempi di caricamento più brevi e miglioramenti generali nell'aspetto e nell'esperienza dei videogiochi. 

Un erede potente

Xbox Project Scarlett

Xbox Project Scarlett

(Image credit: Microsoft)

Sembra che Microsoft stia puntando in alto con Project Scarlett, e che la prossima console avrà hardware capace di mantenere queste promesse.

Sappiamo che Xbox Project Scarlett avrà un processore AMD basato su architettura Zen 2 e GPU Navi, e sarà in grado di eseguire i giochi fino a 120 FPS, potenzialmente con risoluzione 8K, con tanto di tecnologia Ray Tracing in tempo reale. Puntare ai 60 FPS, quindi, non sembra un obiettivo fuori portata. 

Usare un SSD come standard per il supporto di archiviazione permetterà poi alla console di usare tale supporto come RAM virtuale, e di aumentare i tempi di caricamento di 40 volte. Il miglioramento nella giocabilità, dunque, è praticamente garantito. 

Resta da vedere se Microsoft ha qualche altro dettaglio da svelare, riguardo le specifiche.