Skip to main content

Xbox ha deciso di sviluppare i primi titoli Cloud-based

Xbox Cloud Gaming
(Immagine:: Microsoft)

Microsoft ha assunto l'ex design director di Google Stadia, Kim Swift, come nuovo senior director di Xbox affidandogli l'incarico di sviluppare nuovi titoli cloud-based per il servizio Project xCloud.

In un intervista con Polygon (Si apre in una nuova scheda), Peter Wyse di Xbox Game Studios ha detto che Swift, che è stato anche il lead designer della serie Portal, si è unito a Microsoft “Per gestire un team focalizzato su nuove esperienze all'interno del cloud", aggiungendo che l'obiettivo di Microsoft è di creare giochi cloud-native, ovvero sviluppati direttamente per essere riprodotti in streaming.

Il servizio Xbox Cloud Gaming (conosciuto come Project xCloud) lanciato per gli iscritti a Xbox Game Pass Ultimate a settembre dello scorso anno, consente ai giocatori di riprodurre diversi giochi Xbox in streaming dai propri smartphone, anche se al momento non esistono titoli sviluppati nativamente a tale scopo.  

See more

Dato che tutti gli attuali titoli che si possono giocare sul servizio di Cloud Gaming Xbox sono stati sviluppati per girare su console o PC, nessuno di essi è in grado di sfruttare al meglio i vantaggi della piattaforma cloud-based.

Il concetto di “nuova esperienza nel cloud” dovrebbe riferirsi proprio a una nuova tipologia di giochi in grado di sfruttare le capacità dei server Xbox riducendo i tempi di caricamento e migliorando al contempo le prestazioni grafiche.

La notizia è arrivata dopo che Microsoft ha annunciato di voler aggiornare i suoi server Xbox dedicati al Cloud Gaming adeguandoli all'hardware di Xbox Series X per migliorare la qualità dell'esperienza, confermando quanto l'azienda sia intenzionata a puntare sul cloud gaming.

Fonte: The Verge (Si apre in una nuova scheda) 

Axel Metz
Staff Writer

Axel is a London-based staff writer at TechRadar, reporting on everything from the latest Tesla models to newest movies as part of the site's daily news output. Having previously written for publications including Esquire and FourFourTwo, Axel is well-versed in the applications of technology beyond the desktop, and a degree in English Literature means he can occasionally be spotted slipping Hemingway quotes into stories about electric sports cars.