Skip to main content

Una GPU gaming di fascia alta da Intel? Potrebbe essere più vicina del previsto

Intel logo
(Image credit: Shutterstock)

Potremmo aver dato una prima occhiata alla GPU Intel di fascia alta rivolta ai gamer (nota come DG2) in un tweet di Raja Koduri, Chief Architect (e VP senior) della divisione dedicata alle schede grafiche dell'azienda.

Koduri ha pubblicato la foto di un laboratorio dedicato ai testing del campus Intel di Folsom, in California, che mostra un prototipo di GPU (collegato a un dissipatore e a un sistema di raffreddamento che ricordano quelli per CPU) messo alla prova su 3DMark. E potrebbe (sottolineiamo "potrebbe") trattarsi proprio della DG2.

Intel forse sta testando davvero la Xe-HPG

(Image credit: Raja Koduri / Intel)

Il tweet mostra anche un'immagine dello stesso laboratorio risalente al 2012, in cui Koduri testava l'hardware Crystalwell in pre-produzione, quando lavorava per Apple (successivamente, è passato alla divisione schede grafiche di AMD per poi entrare in Intel nel 2017).

See more

Naturalmente, non abbiamo informazioni certe sull'effettiva natura del prodotto mostrato nell'immagine, ma ha senso immaginare che si tratti di una GPU gaming di fascia alta, se il tweet è davvero un teaser un po' criptico come sembra essere (in perfetto stile Koduri). D'altronde, se non si tratta della DG2, cos'altro potrebbe essere? Inoltre, VideoCardz, che ha segnalato il tweet, apporta delle prove a sostegno dell'ipotesi DG2.

Ingrandendo l'immagine e dopo qualche indagine, VideoCardz ha notato che la suite di benchmark 3DMark in esecuzione sul sistema di prova presenta tutti i vari testi installati, fra cui quello per DirectX DXR.

E come probabilmente saprete, la GPU Xe-HPG per il gaming di fascia alta supporta il Ray Tracing con accelerazione hardware, a differenza delle GPU Xe esistenti, e ciò suggerisce che i test riguardino proprio la DG2 (in caso contrario non avrebbe senso effettuare i test DXR).

Questione di Mesh

Ricordiamo anche che di recente, la DG2 era stata avvistata nell'ambito dei test con il benchmark Mesh Shader di 3DMark, pertanto è chiaramente in fase di prova. Sebbene tutti i pezzi del puzzle sembrano incastrarsi in un certo modo, non possiamo ancora giungere a delle conclusioni concrete.

Kudori sottolinea che, indipendentemente dal prototipo in test, la scheda sarà 20 volte più veloce della tecnologia messa alla prova nel laboratorio 12 anni prima, suggerendo ancora una volta una GPU ad alte prestazioni (secondo indiscrezioni precedenti, la Xe-HPG darà filo da torcere alla RTX 3070).

Se i test procederanno a passo spedito, come effettivamente sembra, possiamo solo augurarci che la scheda grafica ad alte prestazioni (che potrebbe essere realizzata da TSMC) arrivi entro il 2021, come da rumor precedenti.

Oltre ai test hardware, naturalmente, Intel dovrà lavorare sodo sul lato software, per far sì che i driver iniziali siano all'altezza.