Skip to main content

Sony ha presentato un proiettore da 10,000 lumen con risoluzione 4K nativa

(Image credit: Sony)

Sony ha presentato una nuova gamma di proiettori nel corso del 2020 che include  un modello top di gamma in grado di raggiungere una luminosità pari a 10,000 lumens.

Di norma, i proiettori premium hanno circa 3,000 lumen, il che la dice lunga sulle specifiche del nuovo VPL-GTZ380. Il responsabile della divisione Digital & Home Cinema di Sony, Christopher Mullins, afferma che questo modello “cambierà il mondo di vedere i proiettori.”

“Si tratta di un proiettore HDR,” ha aggiunto Mullins, “con il doppio della luminosità del nostro precedente top di gamma”.

A questa caratteristica si aggiunge un gamma di colore DCI-P3 al 100% per migliorare la precisione rispetto al 97% utilizzato finora, segno che Sony non intende scendere a compromessi sulla qualità del suo nuovo proiettore di punta.

10,000 lumen equivalgono a circa 600-700 nits su un display TV, il che, secondo Mullins, significa ottenere “la stessa luminosità che si può avere su un pannello OLED, ma su uno schermo da 4-5 metri”. Il portavoce di Sony ha aggiunto che sarà possibile raggiungere “le stesse tonalità di nero nelle ombre”, dato che il proiettore è pensato per massimizzare il contrasto e la risoluzione, oltre che la luminosità.

Mullins ha aggiunto che: “Ci sono altri proiettori sul mercato che offrono un numero elevato di lumens, ma nessuno riesce a ottenere un tale livello di contrasto,”...“SXRD [Silicon X-tal Reflective Display, una tecnologia LCOS utilizzata da Sony] garantisce un contrasto otto volte superiore rispetto a un pannello DLP [digital light processing].”

Un campione su tutti i fronti 

La luminosità non è l’unico asso nella manica di Sony. Il processore X1 Ultimate, già presente si TV OLED Sony Bravia di fascia alta, è stato riadattato appositamente per il proiettore.

“È un chip ottimizzato per i proiettori, ma abbiamo utilizzato diverse tecnologie già presenti sui nostri TV”.

Il chip X1 Ultimate è conosciuto per le sue prestazioni da primo della classe nell’upscaling e per la sua eccellente gestione dell'immagine, quindi ci aspettiamo di vedere risultati simili anche dalla sua versione riadattata per la nuova gamma di proiettori Sony.

Sony's VPL-GTZ380 projector hits 10,000 lumens

Sony's VPL-GTZ380 projector hits 10,000 lumens (Image credit: Sony)

Solo il modello di punta di Sony – disponibile entro la fine del 2020 – disporrà di questo processore, mentre gli altri due proiettori (già disponibili) utilizzano il chip X1 standard.

Tra questi c’è il nuovo VPL-VW790ES che ha rimpiazzato il precedente VPL-VW760ES. Il prezzo, seppur minore rispetto al modello di punta, è di circa €13.000. La luminosità raggiunge i 2,000 lumen e il proiettore si basa su un sistema laser con una risoluzione 4K nativa. 

L’altro invece è il VPL-VW590ES, un proiettore a bulbo che non dispone del sistema di accensione veloce dei modelli laser e ha una durata minore (considerando che si tratta di un sistema che si usura più velocemente). Tuttavia, si tratta del primo proiettore a lampada prodotto da Sony a sfruttare la funzione Digital Focus Optimizer che, secondo Mullins, è in grado di compensare ottimamente la sfocatura ottica della lente.

Tutti e tre i modelli dispongono di un sistema HDR dinamico per garantire dei neri profondi e ridurre il rumore anche nelle immagini più luminose.

Get an HDR projector for a true home cinema

Get an HDR projector for a true home cinema (Image credit: Sony)

Proiettati verso il futuro 

Mullins ha tenuto a sottolineare che Sony ha prodotto i primi proiettori con risoluzione 4K nativa nel 2011 posizionandosi da subito al top nel settore.

Si tratta di un mercato in continua crescita, tendenza sottolineata dalla grande quantità di modelli presentati durante l’IFA 2020. Samsung, ad esempio, si è fregiata di aver prodotto il primo proiettore HDR10+ al mondo, chiamato Premiere; questo proiettore è in grado di offrire proiezioni in 4K HDR e utilizzare metadati dinamici per ogni scena, oltre a utilizzare l’ottimo sistema operativo Samsung Tizen OS.

Anche il nuovo LG CineBeam HU810P ha delle caratteristiche notevoli, con una superficie di proiezione massima di ben 300 pollici e un’opzione che consente di regolare la dimensione dell’immagine riducendola fino a 40 pollici.