Skip to main content

Samsung Galaxy S20 avrebbe una propria versione dell'AirDrop di Apple

Samsung Galaxy S10
(Image credit: Future)

Secondo nuove voci, Il Samsung Galaxy S20 potrebbe avere un servizio di condivisione file molto simile ad AirDrop di Apple e presumibilmente si chiamerà Quick Share. Funzionerà tuttavia solo tra telefoni Galaxy.

Non è la prima volta per i telefoni Android, infatti sia Realme che Huawei hanno dei servizi di condivisione file tra i propri dispositivi. Samsung aveva S Beam, anche se quel servizio funzionava con la tecnologia NFC, e non è chiaro se Quick Share funzionerà allo stesso modo. Sembra quasi che Samsung stia cercando di recupeare qualcosa che le manca rispetto ad Apple, reintroducendo questa caratteristica (anche se, essendo questo solo un rumor, restiamo scettici fino a prova contraria).

Le notizie su questo nuovo servizio sono state gentilmente concesse da Max Weinbach e XDA Developers, che sono stati in grado di far funzionare il file APK di Quick Share per scoprire delle restrizioni relative esclusivamente ai telefoni Galaxy. In realtà non sono stati in grado di trasferire file tra gli smartphone, questa non è una sorpresa in quanto è probabile che sia una versione allo stato embrionale (XDA ha spiegato che questo APK probabilmente non è destinato nemmeno ai dispositivi di test).

Quick Share dovrebbe funzionare in modo molto simile ad AirDrop: se uno smartphone Samsung compatibile si trova nelle vicinanze di dispositivi che supportano il servizio, verranno visualizzati quando si tenta di condividere una foto, un video o un file. Come AirDrop, si potrà scegliere di consentire di condividere solo ai propri contatti o venire visualizzato da tutti quelli che hanno un dispositivo compatibile.

(Image credit: XDA Developers)

Non solo una copia di Airdrop: infatti, sempre secondo gli sviluppatori XDA, Quick Share sembrerebbe avere alcune funzionalità cloud aggiuntive. Sarà possibile infatti caricare temporaneamente i file su Samsung Cloud, dopodiché potranno essere trasmessi in streaming attraverso i dispositivi Samsung Smart Things o essere scaricati su di uno smartphone Galaxy nelle vicinanze.

Non solo foto o video di grandi dimensioni, sarebbe anche in grado di caricare file di dimensioni fino a 1 GB, anche se si avrebbe un limite di 2 GB al giorno.

Condivisione di file, ma non per tutti gli smartphone S20?

Quick Share verrà lanciato insieme al Samsung Galaxy S20 Plus, secondo XDA Developers, che ha acquisito il file APK da una fonte che sarebbe in possesso proprio di un Galaxy S20 Plus 5G.

Sebbene non sia chiaro se questo servizio sia presente anche sui Samsung Galaxy S20 standard, il sito ha teorizzato che sarebbe stato lanciato su dispositivi Samsung dotati di One UI 2.1 e successivi, quindi potrebbe arrivare anche su telefoni Samsung più datati tramite un aggiornamento software.

Questo servizio, naturalmente, sarebbe disponibile solo su telefoni Samsung. La restrizione simile ad AirDrop dei dispositivi Apple, non sarebbe una sorpresa, anche se saremmo curiosi di sapere quando, o se, i Galaxy Tab ed i Galaxy Watch verranno dotati di questa funzione. Soprattutto includendo i servizi di Samsung Cloud.