Skip to main content

Resident Evil 8: data di uscita, ultime notizie e trailer

Resident Evil 8
(Image credit: Capcom)

Con Resident Evil 7, lanciato nel 2017, Capcom si è allontanata dalla formula abituale che ha contraddistinto il suo franchise horror, abbracciando nuove esperienze con l’introduzione di PlayStation VR. Pur comportando dei rischi, queste scelte innovative hanno dato i loro frutti: gran parte dei fan e della critica hanno apprezzato questi cambiamenti, dimostrando anche un forte interesse per le novità che il prossimo capitolo potrebbe portare.

Dopo l'uscita di Resident Evil 7, un Remake di Resident Evil 2 di grande successo e un Remake di Resident Evil 3 già annunciato, Capcom non ha ancora confermato di avere in progetto Resident Evil 8.Tuttavia, siamo fiduciosi e pensiamo che il prossimo capitolo della saga di Resident Evil sia inevitabile.

In questo momento, non avendo molte informazioni ufficiali, abbiamo  deciso di mettere insieme tutte le notizie, le voci di corridoio e le nostre opinioni riguardo a ciò che ci piacerebbe vedere in Resident Evil 8.

Aggiornamento: una notizia recente suggerisce che Resident Evil 8 manterrà la prospettiva in prima persona che è stata utilizzata in Resident Evil 7. Continuate a leggere per saperne di più]. 

Resident Evil 8: data di uscita

Capcom non ha ancora confermato di avere in progetto la realizzazione di Resident Evil 8, quindi al momento non disponiamo di una data ufficiale per il suo rilascio. Non ci aspettiamo che il prossimo capitolo della celebre saga horror esca quest’anno; del resto potrebbero esserci delle sorprese, come un’ (improbabile) uscita in concomitanza con la data di lancio della Xbox Series X o della PS5

Resident Evil 8: ultime notizie e indiscrezioni 

Prospettiva in prima persona 

Non è ancora ufficiale, ma secondo un’indiscrezione piuttosto recente, Resident Evil 8 manterrà la prospettiva di gioco in prima persona che caratterizzava Resident Evil 7. Questa informazione proviene dal fansite Biohazardcast (fonte Eurogamer).

Resident Evil 7 è stato il primo gioco della serie ad adottare una prospettiva in prima persona e, anche se nei recenti remake si è tornati all’utilizzo della visuale classica in terza persona, non ci sorprenderebbe più di tanto se Capcom decidesse di riproporre questa soluzione in un capitolo del tutto nuovo. Una decisione del genere, infatti, darebbe un senso di continuità al diverso approccio, più sperimentale, che la serie ha adottato con Biohazard e permetterebbe ai prossimi capitoli di distinguersi nettamente dai remake. Questa prospettiva, inoltre, fa ben sperare per la realizzazione di una nuova terrificante avventura in VR.

Trattandosi di una voce di corridoio, non bisogna giungere a conclusioni affrettate, almeno fino a quando Capcom non confermerà ufficialmente (o negherà) l'esistenza di Resident Evil 8 e tutte le novità che potrebbero essere associate al rilascio di questo nuovo capitolo.

Progetto in fase di sviluppo iniziale 

Il remake di Resident Evil 3, lo abbiamo già detto, uscirà a breve. In base ad alcune voci di corridoio invece, come sottolinea GamesRadar, Resident Evil 8 potrebbe trovarsi ancora in una fase di sviluppo iniziale. Secondo il leaker AestheticGamer (alias DuskGolem, una fonte affidabile), esisteva già una versione di Resident Evil 8 in sviluppo nel 2016, che alla fine è stata accantonata prima di essere ripresa circa 6 o 7 mesi fa; questo significherebbe che la realizzazione del progetto vera e propria è iniziata soltanto da pochi mesi. I fan della serie, quindi,  dovranno aspettare ancora un bel pò. L’uscita di Resident Evil 8 non è certo imminente 

Naturalmente anche questa notizia va presa con le pinze, essendo soltanto il frutto di un’indiscrezione proveniente da un’unica fonte, soprattutto se si considera che non c'è stata nemmeno una conferma ufficiale che ci sia effettivamente un Resident Evil 8 in lavorazione. AestheticGamer è noto per aver fornito in passato informazioni piuttosto affidabili, avendo svelato in anteprima dettagli, poi ufficialmente confermati, sul DLC (contenuto extra scaricabile) di Resident Evil 7 Not A Hero, oltre a segnalare che Resident Evil: Resistance avrebbe avuto una meccanica di gioco simile a quella già vista in Resident Evil 3. Ovviamente tutto questo non basta per sostituirsi ad un commento ufficiale di Capcom, l’unica in grado di dare certezze sui progetti futuri legati al franchise di Resident Evil.

Test su un titolo non ancora svelato

Secondo alcune informazioni riportate in un recente post su Reddit, Capcom ha inviato delle email ai membri del suo programma, Resident Evil Ambassadors, invitandoli a testare un gioco inedito. Questa notizia non può che alimentare le speranze di chi ancora attende un annuncio ufficiale di Resident Evil 8, anche se secondo alcune voci potrebbe trattarsi di un progetto legato al franchise di Dino Crisis, di cui Capcom ha recentemente rinnovato il marchio.

L'email, tradotta dal giapponese all'inglese e pubblicata dal sito Biohaze, recita: "A tutti i Resident Evil Ambassadors, grazie per la vostra collaborazione ai progetti che riguardano la serie Resident Evil. Oggi vi informiamo che stiamo reclutando dei tester per un gioco attualmente in fase di sviluppo!

"Siamo interessati a incorporare e registrare i feedback di tutti gli Ambasciatori che prenderanno parte al test su questo titolo inedito, quindi vi preghiamo di leggere i dettagli qui sotto e, se siete interessati a partecipare, cliccate sul pulsante di iscrizione".

Non è la prima volta che Capcom invita i membri del Resident Evil Ambassadors a testare un titolo non ancora annunciato; l'ultima volta si è trattato di un test per verificare l'esperienza multiplayer in Resident Evil, Project Resistance. Il fatto che il precedente test riguardasse un progetto inerente a Resident Evil, significa che anche questa volta si tratterà di un gioco legato alla celebre saga horror? È impossibile dirlo, ma i candidati più probabili per questo titolo sono, come già anticipato, Resident Evil o Dino Crisis. Non potremo saperlo con certezza fino a quando Capcom non farà una dichiarazione ufficiale. 

Project Resistence confermato

Capcom ha annunciato Project Resistance, la nuova esperienza di survival horror asimmetrico online 1v4 ambientata nel mondo di Resident Evil. Anche in questo caso non si tratta del tanto atteso seguito del gioco principale. 

Resident Evil 8

(Image credit: Capcom)

Capcom sta lavorando a numerosi titoli non ancora confermati

I fans di Resident Evil, in seguito al briefing finanziario di Capcom del 2019 durante il quale è stata confermata l’esistenza di "numerosi" titoli ancora in via di sviluppo, già pregustano l’annuncio di un nuovo capitolo dedicato aIla celebre saga horror. Per la realizzazione di questi giochi verrà utilizzata la piattaforma RE già impiegata per la creazione di Resident Evil 7, Resident Evil 2 e Devil May Cry 5. .

Resident Evil 8

I lavori sono già iniziati

I lavori per la realizzazione del prossimo capitolo di Resident Evil, sono già cominciati. La notizia risale all'inizio del 2017, quando Jun Takeuchi, produttore esecutivo di Resident Evil 7  ha confermato il work in progress durante un'intervista per il documentario ufficiale sul "making of" di Resident Evil 7.

Il prossimo capitolo si baserà sul modello di Resident Evil 7

Nella stessa intervista Takeuchi ha anche fatto alcune considerazioni personali su come potrebbe essere il gioco. 

Il primo aspetto confermato dal produttore riguarda il fatto che Resident Evil 7 ha segnato l'inizio di una nuova era per la serie: i nuovi titoli, infatti, “saranno dei survival horror incentrati su dei meccanismi del tutto innovativi"

“Abbiamo in mente diverse idee per lo sviluppo del prossimo gioco", ha rivelato Takeuchi, "ma vogliamo anche vedere come possiamo continuare ad evolvere il survival horror stesso. Nei prossimi anni la tecnologia continuerà a progredire e ciò che i giocatori vogliono adesso potrebbe anche cambiare in futuro".

Non è facile trarre informazioni concrete da queste dichiarazioni. Quando Takeuchi ha parlato in questa intervista la pianificazione era ancora nelle primissime fasi, ed è alquanto probabile che dettagli importanti come la trama e l'ambientazione fossero ancora da definire. 

Anche se si può supporre che Resident Evil 8 sarà sviluppato sulla base di alcune linee guida già segnate da Resident Evil 7, i commenti di Takeuchi sul voler evolvere il genere e capitalizzare le tecnologie in continuo cambiamento e, non meno importanti, le aspettative dei giocatori,  suggeriscono che il team, in questo momento, non abbia ancora sviluppato una formula definitiva per la realizzazione del prossimo capitolo.

Resident Evil 7 ha integrato la realtà virtuale, quasi in via sperimentale, avvalendosi di un nuovo meccanismo di gioco basato sulla prospettiva in prima persona; allo stesso modo è molto probabile che Resident Evil 8 segua un approccio piuttosto innovativo. Potremmo dunque assistere ad altri cambiamenti: il team di sviluppo potrebbe trovare nuovi modi per integrare la tecnologia della realtà virtuale, o potrebbe anche approfondire la nuova tecnologia della realtà aumentata. 

La prima parte del documentario sul "making of" apre una parentesi sugli esperimenti di gioco, le idee e i progetti che il team stava valutando.  

Resident Evil 8

Sembra che Takeuchi stesse dicendo ai fan di non dare per scontato che gli sviluppatori avessero già pianificato ogni cosa. Resident Evil adotterà un approccio survival horror per la creazione del nuovo capitolo: ”adattarsi, cambiare e stare all'erta, questi sono i nostri punti saldi per stare al passo con le tecnologie in continua evoluzione e le richieste dei fans” 

Una cosa che sappiamo, però, è che il team di Resident Evil "vorrà sempre creare esperienze horror in cui i personaggi superano una situazione difficile".

Takeuchi ha affermato che questa è “l’essenza” che caratterizza il survival horror,  aggiungendo anche che "il prossimo gioco di Resident Evil, e quello successivo ancora, ogni futuro Resident Evil, sarà contraddistinto da personaggi che devono lottare per la propria sopravvivenza". Questo "concetto alla base del survival horror, ovvero il superamento di situazioni difficili andando contro ogni probabilità", osserva Takeuchi, sarà sempre tenuto in considerazione in quanto elemento chiave per il successo di questo genere.

Da tali osservazioni possiamo supporre che, in futuro, la serie sarà maggiormente incentrata sugli elementi survival horror di Resident Evil 7, piuttosto che approfondire il tipico gameplay d'azione visto in Resident Evil 4.

Shinji Mikami potrebbe far parte del team

Come regista dell'originale Resident Evil e del quarto capitolo, Shinji Mikami è molto amato dai fan di Resident Evil e inesorabilmente legato alla serie. Tuttavia, non è stato direttamente coinvolto nella produzione dai tempi di Resident Evil 4.

Le cose però potrebbero cambiare. In un'intervista a PCGamesN, a Mikami è stato chiesto se tornare a dirigere Resident Evil 8 fosse qualcosa che avrebbe considerato. Naturalmente, in quest’ottica avrebbe carta bianca su come impostare il gioco e le sue dinamiche. La sua risposta è stata breve e tutt'altro che ovvia: "Potrei". 

Resident Evil 8

Resident Evil 8, cosa ci piacerebbe vedere 

Nuovi nemici

Ci è piaciuto molto il Molded in Resident Evil 7, ma ci piacerebbe vedere un po' più di varietà in Resident Evil 8. I nemici pericolosi e spaventosi sono un dato di fatto, ma c'è qualcosa nell'avere a disposizione una vasta gamma di personaggi terrificanti che rende ancora più spaventosa e coinvolgente la dinamica di gioco: non avere certezze, ad aspettarti dietro l’angolo potrebbe esserci un nuovo inquietante nemico a coglierti impreparato.

Un’ambientazione diversa

Questa idea prende spunto,ovviamente, da quanto suggerito prima. Ci piacerebbe vedere una nuova location in Resident Evil 8. Per tenere i fan della serie sulle spine sarebbe interessante vedere delle ambientazioni un po' più all'aperto e un po' più varie. Nuove location vuol dire nuove opportunità per l’inserimento di nuovi nemici, quindi pensiamo che queste due proposte siano, indubbiamente, una il completamento dell’altra.

Resident Evil 8

Più risposte

La fine di Resident Evil 7 ci ha lasciato con alcune domande e anche se molte hanno trovato risposta nel contenuto extra scaricabile (DLC) che ne è seguito, non tutti i misteri sono stati svelati. Rispetto agli altri titoli targati Resident Evil, Biohazard rappresenta un mondo a sé, con una trama più distaccata e isolata dal resto della serie. Anche se comprendiamo il desiderio di un nuovo inizio, ci piacerebbe un maggiore spazio dedicato alla fase esplorativa, con l’aggiunta di elementi che fungono da collegamento con gli episodi passati. Tutto ciò renderebbe sicuramente felici i fans della saga.

Supporto VR

L'incursione di Resident Evil 7 in VR è stata entusiasmante, un ottimo esempio di come sviluppare un gioco su una piattaforma basata sulla realtà virtuale. Non ci dispiacerebbe se Resident Evil 8 continuasse sulla stessa direzione, facendo tesoro di quanto già di buono ha offerto il precedente capitolo e migliorando, magari, alcuni aspetti grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie in continua evoluzione.