Skip to main content

Quando esce GTA 6? Non presto, ecco perché

GTA Online
(Image credit: Rockstar Games)

Siamo pronti a scommettere che molti di voi sono nella trepidante attesa che Rockstar Games annunci ufficialmente il progetto legato alla realizzazione di GTA 6, ma l’editore Take-Two ha smorzato gli entusiasmi tramite una videoconferenza, lasciando intendere che non vedremo a breve un nuovo capitolo di GTA e, a essere onesti, questa notizia non ci sorprende.

Nell’ambito della suddetta videoconferenza, Take-Two ha rivelato che GTA Online (la modalità multiplayer online di GTA 5) ha fatto segnare il "miglior trimestre in assoluto sia per dimensioni di pubblico che per numero di prenotazioni ricevute".

Inoltre, il guadagno del terzo trimestre derivante dalle microtransazioni presenti in Grand Theft Auto Online è cresciuto del 54%, soprattutto per merito del lancio dell'aggiornamento “Diamond Casino and Resort” a luglio 2019.

"Siamo attualmente sulla buona strada per conseguire un nuovo record di bilancio riguardante i ricavi provenienti da Grand Theft Auto Online nell'anno fiscale 2020", ha dichiarato Strauss H. Zelnick, CEO di Take-Two Interactive durante la videoconferenza. "Anche le vendite di Grand Theft Auto V hanno superato le nostre aspettative e il titolo è stato venduto in oltre 120 milioni di unità".

Dunque, per quale motivo Rockstar Games dovrebbe avere intenzione (o bisogno) di lanciare ufficialmente GTA 6, considerando il successo che GTA Online sta tuttora riscuotendo tra i giocatori di tutto il mondo? Semplicemente, un motivo non c’è.

Una barca di soldi

GTA Online

(Image credit: Rockstar Games)

Ad oggi, 120 milioni di copie di GTA 5 sono state vendute in tutto il mondo. Da quanto emerge dalle dichiarazioni rilasciate, Take-Two Interactive prevede che GTA Online possa rappresentare un’importante fonte di introiti per l'anno fiscale 2020 e il produttore auspica che "le attuali spese dei consumatori cresceranno di circa il 10%, trascinate principalmente dalla crescita di Grand Theft Auto Online e Red Dead Online".

Dunque, Rockstar non ha la necessità in termini finanziari di pubblicare GTA 6 in tempi brevi, per lo sconforto dei fan che attendono con ansia l’uscita di un nuovo capitolo della serie. GTA 5 (e quindi GTA Online) sta ancora cavalcando la cresta dell’onda, con un numero sempre crescente di consumatori che investe il proprio denaro in transazioni in-game, rimpolpando le casse del produttore statunitense. Ecco perché non avrebbe senso introdurre un nuovo gioco in questo momento: si rivelerebbe un rischio troppo elevato per Rockstar.

Nonostante ciò, crediamo che Rockstar Games possa approcciare un eventuale annuncio di GTA 6 e di un nuovo GTA Online seguendo tre strade, differenti l’una dall’altra (e una sembra più probabile delle altre).

Drag and drop dei giocatori

(Image credit: Rockstar Games)

Il primo approccio consiste nel lancio sul mercato di GTA 6 nei prossimi anni (probabilmente alla fine del 2021 o a metà del 2022) con una modalità online immediatamente disponibile. Rockstar potrebbe in questo modo provare a trasferire l’intera community di giocatori di GTA Online nella nuova modalità multiplayer.

Tuttavia, alcuni giocatori potrebbero trovare difficoltoso il passaggio a un prodotto che non sia GTA 5 o GTA Online e tale spostamento potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. Come abbiamo visto con Red Dead Online, gli utenti non sempre fanno i salti di gioia quando si tratta di spostarsi altrove, dopo aver investito ore e ore di gioco. E non parliamo soltanto di tempo, ma anche del denaro speso nelle transazioni in-game che molto probabilmente verrebbero perdute nel passaggio a una nuova modalità multiplayer online (a meno che Rockstar non trovi un modo per trasferire tali transazioni da un titolo all’altro).

In pratica, è più probabile che lo studio concentri i propri sforzi sulla storyline principale di GTA 6, per poi rilasciare in un secondo momento una modalità online.

Gioco a metà

(Image credit: Rockstar)

La seconda opzione è quella più probabile e consiste nel lancio di GTA 6 nella stessa finestra temporale del punto precedente, ma senza una modalità online. Ciò consentirebbe ai giocatori di acquistare GTA 6 ma, allo stesso tempo, di giocare (e spendere soldi) a GTA Online.

Rockstar potrebbe quindi implementare una modalità online per GTA 6 a distanza di qualche mese (o anno) dopo il lancio, trasferendo lentamente i giocatori da GTA Online alla nuova modalità multiplayer, cercando di non avere ripercussioni negative sulle prestazioni di altri servizi, come Red Dead Online.

La modalità online di GTA 5 è stata lanciata a poche settimane dall’uscita del gioco principale, ma ha iniziato a riscuotere un discreto successo soltanto dopo anni, diventando la modalità preferita dagli utenti.

Inoltre, vale anche la pena prendere in considerazione il tempo extra che potrebbe essere necessario per sviluppare la modalità online di GTA 6 su console di nuova generazione. Tuttavia, il presidente di Take-Two, Karl Slatoff, è fiducioso che un possibile passaggio a un nuovo titolo online possa rivelarsi una fonte di successo.

"Non possiamo sapere cosa porterà la transizione a una nuova generazione di console”, ha affermato Slatoff. "Ma non c'è motivo di credere che il successo che stiamo vivendo con i servizi attualmente disponibili possa diminuire con l’avvento della nuova generazione."

C’è da dire che non tutti i giocatori potrebbero voler passare al gaming di nuova generazione fin da subito, viste le indiscrezioni trapelate riguardanti i prezzi delle nuove console. Dunque, un passaggio lento e graduale verso il futuro potrebbe rivelarsi utile a lungo termine.

Inoltre, il lancio ritardato di una modalità online consentirebbe a Rockstar di continuare a raccogliere i frutti da GTA Online e, contemporaneamente, alimentare la fanbase di GTA 6. Quindi, una volta raggiunta una quota considerevoli di utenti, l’azienda potrebbe avviare il processo di trasferimento dei giocatori dal vecchio al nuovo mondo. A nostro avviso, si tratta del modo più sensato di affrontare la questione. A meno che…

...GTA Online diventi indipendente

(Image credit: Rockstar Games)

L'ultima (e meno probabile) opzione consiste nel rendere GTA Online indipendente. Invece di rappresentare semplicemente una modalità multiplayer aggiuntiva per GTA 5, GTA Online potrebbe diventare un gioco a sé stante, senza legami con nessuno dei titoli principali di Grand Theft Auto.

Si tratterebbe di una mossa rischiosa e un netto taglio con il passato da parte di Rockstar, ma significherebbe che i giocatori non debbano essere costretti a acquistare un gioco completamente nuovo per accedere a GTA Online.

Invece, Online potrebbe essere reso disponibile come download gratuito per console o tramite Rockstar Games Launcher su PC.

Tuttavia, questo approccio influirebbe probabilmente sulle vendite del titolo principale. Sembra che la modalità multiplayer online gratuita rappresenti un’attrazione non di poco conto per i giocatori di GTA 5, che potrebbero non essere più interessati all’acquisto del gioco principale a pagamento, comportando ingenti perdite di denaro per Rockstar Games.

La verità è che al momento possiamo solo speculare su ciò che accadrà con GTA 6 e GTA Online. Tuttavia, Take-Two ha annunciato che svelerà una parte dei propri piani nel corso dei prossimi mesi e speriamo che GTA 6 rientri tra questi.