Skip to main content

PS5: ecco come funziona il feedback tattile sul controller DualSense

DualSense controller
(Image credit: Sony)

Manca pochissimo al lancio di PS5, e finalmente sappiamo anche come funziona il feedback aptico del controller DualSense. 

Il controller DualSense di Sony viene pubblicizzato come una delle migliori esperienze offerte dalle nuove console next-gen, e ora abbiamo avuto l'occasione di vederlo più da vicino.

TronicsFix ha condiviso su YouTube un video dove un controller DualSense viene smontato, analizzando le varie differenze e somiglianze con il DualShock 4 della PS4.

Mentre il DualShock 4 è dotato di pesi per regolare l'intensità delle vibrazioni, il DualSense è provvisto di due motori aptici avanzati, probabilmente controllati da uno dei chip della scheda madre.

Il video ci permette di dare uno sguardo ravvicinato sia alla scheda madre che alle levette analogiche, i grilletti e molto altro.

Il video mostra come sia relativamente facile rimuovere il frontalino del controller, il che significa che con ogni probabilità sarà facile trovare degli altri pezzi per cambiarne il colore e personalizzarlo.

Se confrontato con il controller di PS4, saltano all'occhio le dimensioni più grandi della batteria, la scheda madre rinnovata e la quantità maggiore di imbottitura ad assorbimento per le vibrazioni amplificate. 

Le levette analogiche invece hanno lo stesso identico aspetto. Questa potrebbe essere una cattiva notizia, visto il problema di stick drifting che affligge il controller per PS4 e che potrebbe ripercuotersi anche sul nuovo DualSense.

Potete vedere il video qui sotto:

Feedback aptico

Alla scheda madre è attaccata una cornice nera di grandi dimensioni che ospita i grilletti L2 e R2. I motori aptici, posizionati in basso a destra e a sinistra, sono visibilmente più grandi rispetto ai motori di vibrazione di DualShock 4.

Come già accennato, DualShock 4 si affida principalmente ai pesi per controllare l'intensità delle vibrazioni, mentre il nuovo DualSense è dotato di motori di grandi dimensioni, molto probabilmente controllati da uno dei chip della scheda madre. 

Dal video si nota con chiarezza la grande differenza tra i due controller, il che rende semplice per i fan capire esattamente in quali ambiti Sony abbia apportato i più grandi cambiamenti e miglioramenti. 

Grilletti adattivi

Chiunque stia testando PS5 in anteprima per recensirla elogia le prestazioni dei grilletti adattivi del nuovo controller DualSense.

Dal video si capisce bene come funzionano dal punto di vista tecnico. Ciascun pulsante L2 e R2 è fissato al proprio rivestimento, all'interno del quale possiamo vedere la scheda madre e un altro componente interessante.

Guardando attentamente si può notare un componente a spirale che, quando girato, cambia l'angolo del pezzo su cui poggia l'intero meccanismo.

In questo modo, la distanza tra il meccanismo e il pulsante cambia, in base al gioco a cui state giocando e alla resistenza percepita in un determinato momento.

Il meccanismo sembra funzionare in modo molto semplice, ma si prospetta come una delle funzioni migliori e più attese del nuovo controller.

Si può vedere anche il potenziometro, ossia un piccolo componente in grado di ricevere informazioni dal meccanismo a spirale per rilevare il suo posizionamento e la resistenza incontrata su ciascun grilletto.