Skip to main content

Nintendo Switch con display 4K? Per il salto generazionale serve ben altro

Nintendo Switch
(Image credit: Vantage_DS / Shutterstock.com)

C'è una nuova Nintendo Switch 2 in arrivo, ma i numerosi rumor circolati di recente lasciano spazio a diversi interrogativi. Non sappiamo ancora se si chiamerà Switch Pro o Nintendo Switch 2, ma siamo certi che per la console portatile Nintendo sia giunto il momento di un aggiornamento.

La domanda che ci siamo posti è: che tipo di aggiornamento ha in mente Nintendo per la sua Switch? E qualsiasi esso sia, riuscirà a soddisfare le aspettative dei fan?

Nintendo Switch vende ancora molto bene e non c'è un effettivo bisogno di proporre una versione aggiornata della console con hardware potenziato, anche perché una Switch drasticamente più performante potrebbe dividere in due il pubblico e, per ora, nella libreria giochi Nintendo non sono presenti titoli in 4K.

Tuttavia, uno dei rumor più insistenti che riguardano la nuova Switch indica un passaggio al 4K. Si tratterebbe di un bel salto in avanti rispetto al Full HD che, sull'attuale Switch, si può raggiungere solo collegando la console al televisore (modalità TV). 

Detto questo speriamo che Nintendo non si accontenti di poter aggiungere qualche pixel alla sua Switch, ma che proponga piuttosto un aggiornamento significativo a livello di design ed esperienza d'uso.

Nonostante il gaming in 4K non sia ancora diventato la norma (anche se Xbox Series X e PS5 dispongono di una risoluzione 4K nativa), una Nintendo Switch dotata di un processore più potente capace di riprodurre giochi in 4K (in modalità TV) porterebbe grandi benefici su tutta la linea.

Il problema è che molti giocatori scelgono Switch per la sua modalità portatile, e c'è il timore che Nintendo si sia concentrata maggiormente sul potenziamento del comparto hardware, piuttosto che sull'ergonomia e sulla fruibilità della sua console. 

Il triste esperimento di Switch Lite

Nintendo Switch Lite

(Image credit: Nintendo)

Abbiamo già visto una "Switch 2.0", anche detta Switch Lite, presentata da Nintendo nel 2019.

Allora, per guadagnare in termini di compattezza, Nintendo scese a compromessi con un display più piccolo da 5.5 pollici rispetto allo schermo da 6.2 pollici di Nintendo Switch.

Switch Lite rappresenta un buon compromesso per coloro che cercano una console portatile economica, ma non offre un'esperienza di gioco paragonabile a Nintendo Switch.

Questo è quello che ci aspettiamo da Nintendo Switch Pro o Nintendo Switch 2: una console moderna, o next gen, che consenta di giocare in modalità portatile garantendo al contempo un'esperienza premium, piuttosto che tentare di competere con PS5 o Xbox Series X come console "fissa".

Se con Switch Lite Nintendo ha puntato tutto sulla riduzione (di peso, prezzo e funzionalità), con Switch Pro dovrà andare in direzione opposta.

Non a caso alcuni rumor parlano di un display OLED da 7 pollici che, unito a una risoluzione maggiore, aumenterebbe sensibilmente la qualità dell'immagine in modalità portatile.

Nintendo Switch nella sua prima versione ha delle cornici molto spesse, quindi per Nintendo sarebbe facile guadagnare qualche centimetro senza aumentare le dimensioni generali della sua Switch.

Aggiornamenti necessari

Nintendo Switch

(Image credit: Future)

Lo schermo non è l'unica cosa si cui Nintendo deve lavorare; ci sono un buon numero di difetti nel design che potrebbero essere risolti con dei piccoli interventi. 

Il supporto, ad esempio, è famoso per la sua scarsa funzionalità dovuta a una rigidità insufficiente e al posizionamento decentrato. In particolare, considerando che la prossima Switch potrebbe essere più grande e pesante della precedente, speriamo che Nintendo proponga un supporto più rigido e stabile che risolva una volta per tutte i problemi di instabilità che caratterizzano le precedenti Switch.

Tra le questioni da risolvere ce n'è una che riguarda il comparto audio, e in particolare il posizionamento del jack per le cuffie (che si trova nella parte alta del dispositivo e costringe a far passare i cavi dietro alla console per evitare che vadano a coprire il display). Un ingresso audio nella parte inferiore della console avrebbe molto più senso e Nintendo potrebbe risolvere il problema senza sforzi eccessivi, quindi ci auguriamo che lo faccia

In alternativa, l'introduzione dell'audio Bluetooth potrebbe risolvere definitivamente il problema, consentendo di collegare un auricolare Bluetooth e togliere di mezzo i fili che impediscono di muoversi liberamente quando si usa Switch in modalità portatile.

E i Joycon?

Nintendo Switch Pro Controller

(Image credit: TechRadar)

Naturalmente la una nuova Switch rappresenta l'occasione perfetta per rinnovare i Joy-Con. Pur essendosi dimostrati molto versatili, sia quando attaccati alla console che quando utilizzati in modalità "libera", anche i controller di Switch presentano dei difetti, come i tasti troppo piccoli e i noti problemi di drifting.

I nuovi Joy-Con, per migliorare l'esperienza di gioco, dovrebbero avere dimensioni maggiori, tasti e leve più grandi, e magari un un d-pad sul Joy-Con di sinistra. In sostanza dovrebbero essere più simili al controller dedicato per Switch Pro che potete vedere qui sopra.

Siamo certi che Nintendo Switch 2, dati i possibili aggiornamenti, costerà più della versione attuale e potrebbe raggiungere cifre simili a PS5 Digital Edition (399€), rimanendo comunque al di sotto delle cifre richieste per Xbox Series X e PS5.

Certo, non ci aspettiamo che Nintendo esaudisca tutti i nostri desideri apportando gli aggiornamenti di cui abbiamo parlato in questo articolo, ma ci auguriamo che, oltre al ben accetto passaggio al 4K, la nuova Switch presenti delle soluzioni che possano far parlare di un vero e proprio salto generazionale.