Skip to main content

Netflix con pubblicità, svelato il possibile prezzo mensile

Netflix Ads
Preparatevi agli annunci su Netflix (Immagine:: Shutterstock)
  • Di che si tratta? Un leak svela il range di prezzo potenziale del piano Netflix con inserzioni pubblicitarie
  • Perché è importante? Forse possiamo farci un'idea di quanto costerà il piano Netflix con pubblicità

Sappiamo che Netflix introdurrà le inserzioni pubblicitarie in un piano meno costoso rispetto agli altri, anche se non si sa ancora di quanto. Una nuova fonte, però, suggerisce un prezzo che potrebbe attestarsi intorno ai 7-9 dollari, un range attualmente al vaglio da parte dei dirigenti dell'azienda.

Questo è quanto segnalato da Bloomberg (Si apre in una nuova scheda), secondo cui il servizio di streaming inserirà circa 4 minuti di pubblicità per ogni ora di programmazione. Sembra che Netflix mostrerà le inserzioni prima e durante i programmi, ma non dopo.

La forbice di 7-9 dollari è appena al di sotto del livello da 9,99 attualmente offerto da Netflix, ovvero il piano base venduto in Italia a €7,99 al mese con definizione standard. Da noi, il piano in alta definizione costa €12,99 al mese, mentre il piano in 4K arriva a €17,99 al mese.

Niente ripetizioni

Presumiamo che Netflix definirà dei prezzi per il nuovo servizio con pubblicità in modo simile in tutto il mondo, quindi in Italia possiamo aspettarci un costo al di sotto dei €7,99 mensili del piano base.

Secondo Bloomberg, l'opzione con pubblicità di Netflix sarà disponibile in alcuni mercati tra ottobre, novembre e dicembre. Come annunciato in precedenza, Microsoft gestirà la parte relativa alla vendita di pubblicità per conto di Netflix.

Inoltre, sembra che Netflix voglia evitare di scontentare gli spettatori, assicurandosi che le inserzioni non si ripetano e che non siano eccessivamente mirate. In altri termini, la stessa inserzione sarà vista dalla maggior parte degli utenti tra un programma e l'altro in un dato momento.


Analisi: la prossima grande scommessa di Netflix

Netflix spera nel successo di questo nuovo piano, dato che la situazione non è positiva, sebbene non disastrosa, anche se deve affrontare una maggiore concorrenza fatta dagli altri servizi di streaming arrivati negli ultimi anni. In teoria, l'azienda dovrebbe aspettarsi, dunque, ricavi dagli abbonamenti e dagli spazi pubblicitari venduti.

E, sempre secondo Bloomberg, i dirigenti Netflix mirano ad attirare nuovi utenti più attenti al budget, offrendo al contempo una nuova opzione a chi è più propenso ad abbandonare la piattaforma.

Tuttavia, le interruzioni pubblicitarie potrebbero non essere l'unico inconveniente del nuovo piano: alcune porzioni di codice nascoste nell'app Netflix suggeriscono che il livello con pubblicità non consentirà di scaricare contenuti da guardare offline.

Dovremo attendere ancora per capire meglio la situazione, ma potrebbe essere un altro fattore da prendere in considerazione per chi deve ancora decidere se abbonarsi o meno a Netflix, con un particolare riferimento al possibile piano da scegliere.

Marco Doria
Senior editor

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.

Con il supporto di