Skip to main content

Microsoft chiede aiuto a AMD per aumentare la produzione di Xbox Series X e Series S

Xbox Series X
(Image credit: Micosoft)

A circa tre mesi dal lancio di Xbox Series X e Xbox Series S ,Microsoft sta ancora avendo grande difficoltà a soddisfare la domanda degli utenti, situazione che potrebbe protrarsi fino al mese di aprile 2021, se non oltre. 

Stando a quanto affermato dal boss di Xbox Phil Spencer nell’ambito di un video podcast (fonte VGC), Microsoft sta lavorando "il più duramente possibile" per aumentare la disponibilità di Xbox Series X. L’azienda ha persino contattato AMD per domandare un incremento di produzione dei processori e delle GPU presenti sulle sue console. 

"Alcuni utenti ci chiedono, ‘perché non ne producete di più? Perché non avete iniziato prima? Perché non le avete spedite prima? Tutto questo,” ha detto Spencer nell’ambito del video podcast con Larry Hyrb "...dipende da limiti fisici e ingegneristici. Non ci stiamo limitando: stiamo producendo al massimo delle nostre capacità. Abbiamo tutta la linea di produzione al lavoro. La scorsa settimana ho parlato al telefono con Lisa Su di AMD per chiederle: ‘come facciamo ad averne di più (CPU e GPU)?"

AMD produce sia le GPU RDNA 2 che la CPU Zen 2 octa core equipaggiate su Xbox Series X e Xbox Series S. Se l’azienda incrementasse la produzione dei suddetti chip, in teoria, Microsoft dovrebbe essere in grado di produrre più console. 

Del resto le console Xbox non sono le uniche a utilizzare i chip AMD. Anche PS5 è basata su una GPU AMD Radeon RDNA 2 e su una CPU Zen 2 da 8 core, e come Microsoft anche Sony sta riscontrando parecchi problemi di scorte.

“Il problema non riguarda solo noi […] anche PS5 ha delle scorte piuttosto limitate. La situazione è la stessa per le schede video AMD e Nvidia… c’è molto interesse nel settore gaming al momento e le vendite delle console ne sono la prova.

Quanto dureranno i problemi di scorte?

Anche se Microsoft sembra determinata a risolvere il problema, la produzione delle console Xbox è inevitabilmente legata alla disponibilità dei componenti necessari per assemblarle. 

Da qualche mese vi stiamo raccontando dei problemi di disponibilità che affliggono le schede video AMD e Nvidia, che stando a quanto riportato dalla rivista francese Cowcotland, dipendono dalla scarsità di memorie GDDR6 che potrebbe protrarsi anche nel 2021. La stessa RAM è presente anche su PS5 e Xbox Series X e potrebbe essere il motivo principale dei problemi produzione, oltre ovviamente alla pandemia da Covid-19.

Microsoft ha già dichiarato che la disponibilità di Xbox rimarrà limitata fino al mese di aprile 2021. Tim Stuart di Xbox ha confermato che i problemi continueranno  "mentre ci dirigiamo verso il trimestre post festivo..." Il che significa che le scorte rimarranno scarse anche per buona parte del 2021 e che aprile non porta con se alcuna garanzia. Stuart ha concluso cosi: “Avremo problemi di scorte nel corso dei prossimi quattro, cinque, sei mesi,”...”Non ci aspettiamo di riuscire a soddisfare la domanda prima di allora”.