Skip to main content

Iris Xe Max: la GPU Intel dedicata ai portatili compatti promette prestazioni interessanti

Intel Logo
(Image credit: Shutterstock.com / Alexander Tolstykh)

Intel ha ufficialmente lanciato le sue GPU Iris Xe Max per portatili (precedentemente conosciute come DG1), svelando le prestazioni in ambito gaming con risoluzione 1080p e spiegando quali vantaggi presentano se affiancate a CPU Intel con grafiche XE integrate. 

Intel Iris Xe Max dispone di 96 EU (Execution Units), ha un clock da 1.65GHz e 4GB di memoria LPDDR4x.

Tra i primi portatili con GPU Intel dedicata (disponibili dal 1 novembre) troviamo Acer Swift 3x, Asus VivoBook Flip TP470 e Dell Inspiron 15 7000 2-in-1. Tutti e tre i modelli, oltre alla GPU Intel Iris Xe Max, dispongono di processori Intel Tiger Lake di undicesima generazione con grafiche Xe integrate in grado di lavorare in tandem tramite un sistema che Intel chiama Deep Link.

Il termine Deep Link fa riferimento al modo in cui le GPU e le CPU Xe sono “legate” tra loro per massimizzare le prestazioni tramite la condivisione delle risorse.

Stando a quanto sostiene Intel, quando la GPU discreta non è in uso, è possibile utilizzare parte delle sue risorse per ottenere un aumento di potenza del 20% lato CPU rispetto a un portatile equipaggiato con le GPU Nvidia MX350.

Deep Link promette grandi risultati per la codifica e il montaggio video, e più in generale in ambito creativo. Intel parla di un sistema AI 7 volte più veloce rispetto ai portatili con Nvidia MX350, che si riflette in una velocità di codifica superiore di 1.8 volte rispetto alle GPU Nvidia RTX 2080.  

Prestazioni in gioco

Ma come vanno i portatili con GPU Intel dedicata nel gaming? Intel Iris Xe Max si comporta piuttosto bene con risoluzione 1080p, garantendo prestazioni generalmente superiori ai portatili che utilizzano Nvidia MX350 e, in alcuni titoli, si dimostra nettamente superiore alla controparte Nvidia.

Ad esempio, i benchmark di Intel rivelano risultati migliori in Metro Exodus, dove la GPU è in grado di toccare i 42 fps contro i  29 fps di Nvidia MX350. Su GRID 2019 Iris Xe Max riesce a raggiungere i 46 fps, mentre Nvidia MX350 si ferma a 37 fps; i restanti titoli  (Gears Tactics, Hitman 2, The Witcher 3) hanno invece dato risultati piuttosto simili.

Con Borderlands 3, Nvidia MX350 è riuscita a fare meglio della GPU Intel, anche se con una differenza minima in termini di fps.

Analizzando i risultati, Iris Xe Max sembra essere la risposta di Intel a Nvidia MX350, e si è dimostrata migliore su diversi titoli, risultato piuttosto impressionante trattandosi della prima GPU dedicata per portatili proposta dalla casa. Nvidia MX350 è comunque il modello base della casa per pc portatili e, nonostante sia uscita nel 2020, si basa sull’architettura Pascal, due generazioni indietro rispetto alle attuali GPU desktop Ampere. 

Va anche specificato che tutti i suddetti benchmark sono stati svolti con dettagli bassi o medi in 1080p. Bisogna anche tenere a mente che questi test sono stati svolti da Intel stessa, quindi dovremo attendere i nostri test interni per dirvi di più a riguardo.

Intel ha anche dichiarato che le grafiche Xe-LP saranno disponibili sui PC desktop di fascia bassa nella prima metà del 2021. Infine il produttore ha detto che le schede video di fascia alta Xe-HPG usciranno nel 2021, come previsto (probabilmente verso fine anno).