iPhone 16 prende in prestito un dettaglio dal design iPhone 12: di cosa si tratta?

Apple iPhone 12
Apple iPhone 12 (Immagine:: Apple)

Apple dovrebbe presentare la linea iPhone 15 a settembre, ma questo non ha impedito ai leaker di speculare sulla serie iPhone 16 in arrivo il prossimo anno.

Abbiamo già riportato alcune indiscrezioni secondo cui iPhone 16 Pro e 16 Pro Max potrebbero essere gli iPhone più grandi mai visti, e le nuove immagini CAD ottenute da 9to5Mac confermano questa ipotesi. Oggi è emersa una nuova indiscrezione secondo la quale l'iPhone 16 potrebbe prendere in prestito una caratteristica chiave del design dalla linea iPhone 12.

Secondo il leaker @URedditor, l'iPhone 16 avrà una fotocamera dal design verticale, piuttosto che riproporre la stessa configurazione diagonale vista su tutti gli iPhone a partire dall'iPhone 13. "Questo renderà il dispositivo immediatamente riconoscibile come l'ultimo modello" nel 2024, scrive @URedditor:

Nonostante la vociferata aggiunta di un obiettivo principale da 48MP sull'iPhone 15 di base, secondo quanto riferito il prossimo smartphone Apple avrà la stessa disposizione della fotocamera dell'iPhone 14, per cui un possibile ritorno alle origini dell'iPhone 16 costituirebbe una novità nel design degli iPhone o, più che altro, un ritorno alle origini.

Non sarebbe la prima volta che Apple trae ispirazione dal design dei suoi dispositivi più datati. Con l'iPhone 6 l'azienda aveva abbandonato l'estetica lineare dell'iPhone 4, per poi tornare a riproporla con l'iPhone 12. L'iPhone 15, invece, riproporrà i bordi leggermente curvi dell'iPhone 11 (vedi foto).

Ci sembra ovvio che l'iPhone 16 non utilizzerà le stesse fotocamere dell'iPhone 12. Quest'ultimo dispone di due fotocamere principali da 12MP e, sebbene anche l'iPhone 14 utilizzi questa configurazione ormai obsoleta, il già citato obiettivo principale da 48MP che dovrebbe arrivare sull'iPhone 15 si troverà molto probabilmente anche sull'iPhone 16.

Per quanto riguarda le altre caratteristiche che l'iPhone 16 potrebbe introdurre, ci aspettiamo che il telefono - o perlomeno i modelli Pro - abbia dei comandi aptici per volume e accensione. Si diceva che l'iPhone 15 Pro e l'iPhone 15 Ultra sarebbero stati dotati di tasti a stato solido, ma gli analisti di Apple hanno recentemente smentito tali ipotesi, aggiungendo che è più probabile che la venga introdotta con la linea iPhone 16 a causa della sua complessità tecnologica.

Oltre ai pulsanti di accensione a stato solido, l'iPhone 16 Pro dovrebbe poter contare su un obiettivo a periscopio e avere un display più grande. Se così fosse converrebbe aspettare la prossima serie iPhone piuttosto che investire sul Pro di quest'anno.

In altre parole, l'iPhone 16 Pro potrebbe essere una versione più piccola (e potenzialmente più economica) del tanto vociferato iPhone 15 Ultra, che dovrebbe arrivare quest'anno per sostituire l'iPhone 15 Pro Max. Per avere conferma dell'esistenza di questo telefono, però, dovremo aspettare fino a settembre.

Marco Silvestri
Senior Editor

Marco Silvestri è un Senior Editor di Techradar Italia dal 2020. Appassionato di fotografia e gaming, ha assemblato il suo primo PC all'età di 12 anni e, da allora, ha sempre seguito con passione l'evoluzione del settore tecnologico. Quando non è impegnato a scrivere guide all'acquisto e notizie per Techradar passa il suo tempo sulla tavola da skate, dietro la lente della sua fotocamera o a scarpinare tra le vette del Gran Sasso.

Con il supporto di