Skip to main content

iPhone 14 è lo smartphone Apple più facile da riparare dai tempi di iPhone 7

iPhone 14
(Image credit: Apple)

Tra tutte le novità introdotte con iPhone 14, una è passata quasi inosservata: la facilità con cui può essere riparato. Apple ha modificato il design interno in modo da facilitare l’accesso alla componentistica e consentire interventi mirati e “fai da te”.

Il cambiamento affonda le sue radici in un provvedimento preso dalla Commissione federale per il commercio, organo governativo statunitense, contro le restrizioni che i produttori impongono alle riparazioni, impedendo a consumatori ed imprese di riparare i loro prodotti autonomamente.

L’impostazione governativa in merito al “diritto alla riparabilità” si è tradotta in atto nello Stato di New York, a giugno 2022, con l’emanazione del “Digital fair repair act” che entrerà in vigore tra un anno.

Apple si è mossa per tempo, introducendo le modifiche richieste nel nuovo iPhone 14, evitando così che un nuovo modello non possa più essere commercializzato in alcuni Stati.

iPhone 14: una nuova architettura

Tutti i modelli di iPhone14

(Image credit: Apple)

La versione base è l’unica a consentire una riparazione più agevole, poiché iPhone 14 Pro e 14 Pro Max mantengono la precedente architettura (per smontare iPhone 14 Plus occorre aspettare ottobre). Il primo indizio del nuovo design è fornito dalla possibilità di aprire iPhone 14 sia dal lato frontale che posteriore, ma c’è dell’altro: rimuovendo due viti e un connettore, si riesce ad aprire il dispositivo da ambedue i lati.

La scocca è stata completamente ripensata, in modo da favorire la riparabilità senza compromettere la resistenza agli urti. La fotocamera selfie e gli speaker mantengono la posizione accessibile che avevano guadagnato con iPhone 13 Pro. Un video dimostrativo, pubblicato sul sito iFixing, mostra come, rimuovendo una serie di viti, si riesca ad accadere ad ogni singola componente di iPhone 14 in pochi minuti.