Skip to main content

iPhone 14: aumenta il divario tra le varianti Pro, standard e Max

(Image credit: Future)

Da tempo circolano voci su un presunto aumento di RAM per gli smartphone della gamma iPhone 14, compresi iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max. Secondo le voci l'intera gamma iPhone 14 dovrebbe essere equipaggiata con 6GB di RAM.

Un report di DigiTimes (opens in new tab) (fonte MacRumors (opens in new tab)) afferma che iPhone 14 e iPhone 14 Max avranno 6GB di RAM LPDDR4X, mentre le varianti iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max, per mantenere un vantaggio, avranno la stessa quantità di RAM ma nel formato LPDDR5.

Il predecessore, iPhone 13, aveva 4 GB di RAM quindi il nuovo modello avrà 2 GB in più. Nel caso dei modelli Pro c'erano già 6 GB di RAM sia su Phone 13 Pro che su iPhone13 Pro Max, ma si trattava di memorie LPDDR4X.

La RAM LPDDR5 è più veloce e ha una migliore efficienza energetica, quindi i modelli Pro potrebbero migliorare sia in termini di prestazioni che di durata della batteria, anche se hanno la stessa quantità di RAM dei loro predecessori.

Questo significa che, anche se i quattro i modelli di iPhone 14 dovessero avere la stessa quantità di RAM, le varianti Pro e Pro Max garantiranno comunque prestazioni marcatamente migliori rispetto ai modelli standard e Max. 

Se a questa differenza si somma la presenza del nuovo chipset A16 Bionic esclusivamente sulle varianti Pro, il divario con iPhone 14 e iPhone 14 Max (che saranno equipaggiati con i processori A15 Bionic dello scorso anno) potrebbe risultare più marcata che in passato.

In un certo senso, questa notizia è positiva a prescindere dal modello di iPhone 14 che si sta prendendo in considerazione, in quanto tutti dovrebbero essere migliorati sul fronte della RAM, ma l'iPhone 14 Pro e Pro Max dovrebbero mantenere un vantaggio.


Analisi: Apple è in ritardo con le memorie LPDDR5

Sebbene il passaggio alla RAM LPDDR5 sia una buona notizia, è un passo che alcuni concorrenti diretti di Apple hanno fatto già da tempo. Samsung, ad esempio, l'ha utilizzata a partire dalla serie Galaxy S20 per i suoi flagship e non solo, visto che si trova anche su Galaxy S20 FE 5G.

Samsung non è l'unica, molti altri produttori di smartphone Android hanno già fatto la stessa cosa.

Del resto il fatto che Apple sia in ritardo non sorprende. Dopo tutto, l'azienda non è mai stata propensa ad aumentare le specifiche per il gusto di farlo. Il lento progresso della RAM negli iPhone, probabilmente, è dovuto a una politica sui costi che pensando ai prezzi degli iPhone potrebbe sembrare un po' fuori luogo. 

Se i produttori Android sono in grado di utilizzare una RAM più veloce per i loro smartphone, anche Apple dovrebbe essere in grado di farlo nei suoi telefoni di fascia alta.

Proprio per questo riteniamo un peccato che le memorie LPDDR5 si troveranno solo sulle varianti Pro, dato che è possibile trovare diversi telefoni Android di fascia media con RAM LPDDR5. È solo un altro esempio di come gli iPhone Pro vengano visti come i modelli più appetibili da acquistare proprio perché sembrano essere gli unici a proporre delle novità agli utenti Apple.

James Rogerson
James Rogerson

James is a freelance phones, tablets and wearables writer and sub-editor at TechRadar. He has a love for everything ‘smart’, from watches to lights, and can often be found arguing with AI assistants or drowning in the latest apps. James also contributes to 3G.co.uk, 4G.co.uk and 5G.co.uk and has written for T3, Digital Camera World, Clarity Media and others, with work on the web, in print and on TV.

With contributions from