Skip to main content

iPhone 13 potrebbe avere la connettività satellitare

iPhone 12
(Image credit: Apple)

Secondo una nuova indiscrezione, iPhone 13 potrebbe supportare le comunicazioni satellitari LEO (orbita terrestre bassa). In altri termini, sarebbe possibile effettuare chiamate e mandare messaggi anche senza rete cellulare.

Tecnicamente parlando, non è una novità, se ne parlava già a dicembre 2019, ma questa volta la funzione è stata citata in relazione a iPhone 13. La fonte è credibile, infatti si tratta dell'analista Apple Ming-Chi Kuo (tramite MacRumors).

Secondo Kuo, i modelli di iPhone 13 saranno dotati di un chip modem baseband Qualcomm X60 modificato, che offre la modalità per le comunicazioni satellitari. Messaggi e chiamate potrebbero essere reindirizzati alle reti satellitari anziché 4G o 5G.

Alcune domande

Kuo afferma anche che la stessa tecnologia delle reti satellitari potrebbe arrivare anche su altri prodotti Apple, come Apple Car o gli occhiali AR Apple Glass, due progetti ancora da confermare ufficialmente.

Per il momento, i dettagli restano fumosi. Non si sa se occorrerà pagare un extra per la connettività satellitare, e conoscendo Apple, potrebbe essere plausibile.

Un'altra domanda è quella circa le app che saranno in grado di sfruttare la modalità satellitare: la funzione sarà limitata alle app Apple come FaceTime e iMessage? iPhone 13 dovrebbe arrivare a settembre, dunque non dovremo aspettare molto per scoprirlo.


Analisi: Apple punta alle stelle

iPhone 12 Pro Max

(Image credit: TechRadar)

Già nel 2016 si parlava del fatto che due ex dirigenti Google si fossero uniti a un team hardware top secret di Apple, la cui missione sembrava essere la creazione di una rete di satelliti per i dispositivi hardware Apple. E ora sembra che tale missione potrebbe essere svelata a breve.

Tuttavia, secondo la nota agli investitori osservata da MacRumors, Apple userà la rete esistente realizzata dall'azienda specializzata in comunicazioni satellitari Globalstar, anziché crearne una nuova. Altri produttori di smartphone potrebbero avviare collaborazioni simili, per seguire le orme di Apple, secondo Kuo.

Sebbene le reti satellitari non offrano la velocità e la bassa latenza delle reti Wi-Fi, 4G e 5G, restano comunque abbastanza rapide e affidabili come ripiego, quando le reti dati non sono disponibili o gli utenti non hanno copertura in un dato luogo.

L'aspetto più interessante sarà vedere in che modo Apple offrirà questo servizio e quali saranno le funzionalità disponibili. Se il 2021 è stato l'anno della rivoluzione 5G, il 2022 potrebbe vedere l'arrivo della tecnologia satellitare nel mercato di massa.