Skip to main content

Intel potrebbe chiedere aiuto per produrre le GPU Xe di seconda generazione

(Image credit: Intel)

Le schede grafiche Intel Xe di prima generazione saranno prodotte col nodo a 10 nm, tuttavia pare che il Team Blue possa ricorrere ai processi produttivi a 6 nm e 3 nm EUV di TSMC per quelle di seconda generazione.

TechNews Taiwan è stata la prima a riportare la notizia (come notato da Notebookcheck.net), inoltre anche AdoredTV sostiene che le schede grafiche Xe di seconda generazione (DG2) saranno prodotte da TSMC (su un processo a 7nm). 

TechNews Taiwan osserva che le DG2 (GPU ad alte prestazioni) di Intel potrebbe utilizzare i 7 nm di TSMC e, eventualmente, passare ai processi EUV a 6nm (e quindi a 3 nm).

Le fonti di TechNews Taiwan ritengono che si tratti di piani potenziali piuttosto che concreti (ma come sempre in questi casi, è possibile che le sfumature esatte dell'articolo vengano perse nella traduzione). AdoredTV sostiene anche che le schede grafiche DG2 saranno disponibili solo dal 2022. TechNews Taiwan ritiene che in questo lasso di tempo, Intel potrebbe passare ai 3nm di TSMC.

Difficile da credere? 

L’idea che Intel possa affidarsi a TSMC è inverosimile, e queste fonti non sono certo le più affidabili. Sarebbe certamente un cambiamento sorprendente per il colosso di Santa Clara, ma alla luce dei problemi che le sue fonderie hanno riscontrato negli ultimi anni, ha una logica.

Negli ultimi due anni, il Team Blue ha faticato nel sostenere la domanda di chip e il CFO di Intel, George Davis, ha recentemente ammesso che il nodo a 10nm è uscito in ritardo e con una resa produttiva non ottimale.

Intel potrebbe essere costretta a scegliere se dare priorità alla produzione ai processori o alle schede grafiche DG2, con i suoi 7nm, al fine di star dietro agli ordini dei clienti.

Detto questo, vi ricordiamo che si tratta pur sempre di voci di corridoio, per cui vi invitiamo a prenderle con le pinze.