Skip to main content

Intel Core i9-13900, la CPU da 24-core è pronta a sfidare i processori AMD Zen 4

(Image credit: 3dartists / Shutterstock)

Cosa succede? Sono trapelati i primi benchmark relativi al  top di gamma Intel Core i9-13900

Perché è importante? I punteggi preliminari possono darci un'idea delle prestazioni delle CPU Raptor Lake

Le CPU Intel Raptor Lake arriveranno nel corso del 2022, e proprio in questi giorni abbiamo intravisto per la prima volta le potenzialità del top di gamma della serie, un processore da 24 core in grado di far paura anche ai promettentissimi Zen 4 di AMD.

Come riportato da VideoCardz (opens in new tab), nei giorni scorsi sono emersi diversi "punteggi preliminari" relativi a un'unità di prova del nuovo Intel Core i9-13000 all'interno del database dell'utility SiSoftware Sandra (i punteggi sono stati rimossi in seguito). 

Si tratta di risultati relativi a un'unità di prova, motivo per cui non possono essere presi come riferimento, ma di certo questi punteggi possono dirci qualcosa sulle possibili prestazioni del top di gamma Raptor Lake.

Come affermavano i precedenti rumor, Intel Core i9-13900 ha una struttura composta da 8 core Raptor Cove ad alte prestazioni e 16 core Gracemont dedicati all'efficienza per un totale di 24 core (anche se avrà solo 32 thread, poiché gli efficiency core non sono dotati di hyper-threading). In altre parole, il numero di core per le prestazioni rimarrà invariato rispetto al top di gamma Alder Lake, mentre i core per l'efficienza raddoppiano: un salto davvero notevole.

Anche la cache L3 delle CPU Raptor Lake dovrebbe vedere un aumento del 20% rispetto a quella delle CPU Alder Lake, mentre la cache L2 è doppia sia per i core ad alte prestazioni che per quelli ad alta efficienza (2 MB per core per i primi e 4 MB per cluster di quattro core per i secondi).

A quanto pare, i nuovi processori Intel disporranno anche del supporto per una RAM di sistema DDR5 più veloce (5600MT/s, ovvero un aumento del 16% rispetto agli attuali chip Intel di 12a generazione); Tutto questo, va specificato, se i dettagli forniti da SiSoftware si rivelassero corretti.

Ma come si è comportato Core i9-13900 nei test?

Nei test ALU/FPU (aritmetici), il top di gamma Raptor Lake è riuscito a ottenere un miglioramento compreso tra il 33% e il 50% rispetto ai risultati dell'attuale Core i9-12900 fornito per il confronto. Inoltre, questo risultato è stato ottenuto con i clock precedenti al rilascio del processore Raptor Lake, ovvero 3,7GHz per i core ad alte prestazioni e 2,76GHz per quelli ad alta efficienza (rispetto ai 5GHz e 3,8GHz del top di gamma Alder Lake).

Nei test vettoriali/SIMD, Core i9-13900 ha ottenuto un guadagno prestazinale compreso tra il 5% e l'8% rispetto al precedente Core i9-12900.


Analisi: Cosa dobbiamo aspettarci dai Raptor Lake?

Anche se i benchmark delle unità di prova vanno letti con cautela, i punteggi di cui sopra ci danno un'idea generale di ciò che Intel mira a ottenere con i nuovi Raptor Lake.

L'enorme balzo compiuto dalla CPU Intel nei test ALU/FPU è impressionante, e sebbene i guadagni altrove non siano così eclatanti, SiSoftware osserva che sono comunque "incoraggianti". Va inoltre tenuto presente che i clock dell'unità di prova sono ridotti rispetto a quelli che avremo sulle unità finali.

Intel ha mantenuto lo stesso numero di core per le prestazioni (8), ma ha raddoppiato i core per l'efficienza portandoli a 16, motivo per cui ci aspettiamo un netto aumento delle prestazioni multi-core, anche se l'accelerazione delle prestazioni single-core risulta meno marcata.

Dato che Intel ha mantenuto invariato il numero di Core dedicati alle prestazioni raddoppiando quelli per l'efficienza, molto probabilmente l'azienda vuole porre maggiore attenzione proprio sui consumi. Tuttavia, con l'introduzione di un numero così elevato di efficiency core, le velocità di clock dovranno essere necessariamente inferiori rispetto al corrispettivo Alder Lake in modo da rientrare nei requisiti di potenza.

Grazie a una migliore efficienza, le CPU Raptor Lake potrebbero essere ideali per i portatili, mentre la differenza si vedrebbe meno sui PC desktop. I dubbi sorgono proprio in quest'ambito, dato che AMD ha promesso velocità di clock folli per i suoi prossimi processori Zen 4 e Intel non può certo restare a guardare. 

L'azienda capitanata da Lisa Su ha messo subito le cose in chiaro parlando di boost fino a 5,5GHz su tutti i Core in determinati scenari.

Tuttavia, l'attuale generazione di processori Intel Alder Lake si trova avanti ai processori AMD Zen 3 in termini di prestazioni di gioco e si dice che anche i Raptor Lake siano particolarmente efficienti in quest'ambito. Inoltre, non dobbiamo dimenticare la cache potenziata che tornerà sicuramente utile nel gaming.

Chiaramente è troppo presto per fare pronostici realistici su chi potrebbe vincere la battaglia tra le CPU di nuova generazione, ma si preannuncia una sfida serrata. 

Come di consueto speriamo che il vero vincitore sia il consumatore, dato che, in ottica competitiva, sia Intel che AMD si spingono a vicenda a fare meglio e a ridurre i prezzi.

Darren is a freelancer writing news and features for TechRadar (and occasionally T3) across a broad range of computing topics including CPUs, GPUs, various other hardware, VPNs, antivirus and more. He has written about tech for the best part of three decades, and writes books in his spare time (his debut novel - 'I Know What You Did Last Supper' - was published by Hachette UK in 2013).

With contributions from