Skip to main content

In arrivo i primi smartphone 5G economici con Qualcomm Snapdragon 480

Qualcomm Snapdragon 480 5G
(Image credit: Qualcomm)

Fino a poco tempo fa, il supporto al 5G era disponibile solo sugli smartphone di fascia alta. Ma ora, con l'annuncio del nuovo chipset Qualcomm Snapdragon 480 5G, anche i dispositivi più economici garantiranno l'accesso alla nuova rete veloce.

Si tratta della prima piattaforma mobile della serie 4 di Qualcomm a offrire la connettività 5G, che garantirà velocità di download e upload davvero rapidissime, contribuendo alla diffusione di questa nuova tecnologia nel mondo, inclusi i Paesi in via di sviluppo.

Dal punto di vista tecnico, la nuova piattaforma offre un sistema RF integrato con modem 5G Snapdragon X51, che supporta la tecnologia mmWave e le frequenze 5G al di sotto dei 6 GHz, in modalità standalone e non.

Inoltre, il supporto del sottosistema per la connettività mobile Qualcomm FastConnect 6200 consente di installare due antenne Wi-Fi (2x2 Wi-Fi) e di sfruttare alcune funzionalità chiave del Wi-Fi 6, inclusa la sonda 8x8 con MIMO multiutente, che garantisce grossi miglioramenti in ambito di portata e prestazioni.

Snapdragon 480 5G offre anche il Bluetooth 5.1 e il supporto di NavIC e GPS a doppia frequenza, che dovrebbe garantire maggiore precisione nella localizzazione geografica.

Prestazioni migliori per gli smartphone più economici

Sembra che il chipset, basato su elaborazione a 8 nm, aumenterà le prestazioni fino al 100% rispetto al predecessore, grazie alla CPU Qualcomm Kryo 460 da 2 GHz e alla CPU Adreno 619, con prestazioni IA superiori del 70%.

Fra le altre funzionalità, citiamo la nuova tecnologia Quick Charge 4+ di Qualcomm introdotta per la prima volta nella serie 4 e la fotocamera ISP Spectra 345 che consente di scattare foto e girare video contemporaneamente su tre fotocamere.

Riguardo all'arrivo del nuovo chipset della serie 4, Qualcomm ha dichiarato che i primi dispositivi commerciali dotati di piattaforma mobile Snapdragon 480 5G saranno annunciati all'inizio del 2021.