I nuovi MacBook Pro potrebbero dire addio alla touch bar

MacBook Pro Touch Bar
(Immagine:: Apple)

I nuovi MacBook Pro dovrebbero arrivare prima della fine del 2021 e, stando a recenti rumor, saranno privi di touch bar.

Questa informazione portata alla luce da 9 to 5 Mac (Si apre in una nuova scheda) arriva direttamente dagli analisti di DSCC (Display Supply Chain Consultants), convinti che la touch bar non sarà presente sui prossimi MacBook Pro e verrà sostituita dai classici tasti funzione della tastiera.

DSCC afferma quanto segue: “..le nostre fonti suggeriscono che in futuro Apple potrebbe eliminare la Touch Bar”

Dal verbo condizionale si deduce la mancanza di basi solide a supporto di questa ipotesi, ma del resto non è la prima volta che si parla dell'addio alla touch bar, voce circolata insistentemente anche nei primi mesi del 2021.

A dirlo  è anche il famoso analista Apple Ming-Chi Kuo, seguito a ruota da Mark Gurman di Bloomberg, un'altra delle fonti più affidabili in ambito Apple. Quest'ultimo sostiene di aver avuto modo di testare dei MacBook Pro "aggiornati" privi di Touch Bar, e che la sua rimozione dipenderebbe dal fatto che molti utenti non la trovano utile.

Non possiamo nemmeno escludere che la touch bar rimanga un'esclusiva di alcuni modelli, anche se questo porterebbe gli sviluppatori a dare meno peso alle applicazioni che la sfruttano e potrebbe risultare controproducente.

In ogni caso, il passo indietro da parte di Apple rappresenterebbe una piccola sconfitta. La touch bar è stata fin dall'inizio una funzione piuttosto divisiva, e molti utenti MacBook hanno da subito manifestato le loro perplessità sulla sua reale utilità.

Altri invece preferivano (e continuano a preferire) i tasti fisici. In generale, anche a causa degli sviluppatori, finora non ci sono mai state App o funzioni specifiche tali da giustificarne la presenza della touch bar, che sembra destinata a scomparire completamente dai futuri MacBook Pro.

Marco Silvestri
Senior Editor

Marco Silvestri è un Senior Editor di Techradar Italia dal 2020. Appassionato di fotografia e gaming, ha assemblato il suo primo PC all'età di 12 anni e, da allora, ha sempre seguito con passione l'evoluzione del settore tecnologico. Quando non è impegnato a scrivere guide all'acquisto e notizie per Techradar passa il suo tempo sulla tavola da skate, dietro la lente della sua fotocamera o a scarpinare tra le vette del Gran Sasso.