I notebook Huawei tornano sullo store Microsoft, ma non è detto che sia una buona notizia.

Huawei MateBook D
Image credit: TechRadar

Qualche giorno fa Microsoft ha tolto i notebook Huawei dal proprio store online, negli Stati Uniti, a seguito della nuova norma del governo statunitense che proibisce alle aziende statunitensi di collaborare con alcune società cinesi, tra cui appunto Huawei. 

Ora i notebook si possono di nuovo comprare, ma è una situazione temporanea. Come racconta The Verge, Microsoft ha fatto pressioni sul governo di Washington, ottenendo l'autorizzazione a vendere i prodotti già in magazzino. Ma solo quelli. 

Un portavoce di Microsoft ha fatto sapere che "abbiamo valutato la situazione e deciso di rispondere alle molte domande, tecniche e normative, riguardo alla recente inclusione di Huawei alla lista nera del Ministero del Commercio. 

"Di conseguenza stiamo rimettendo in video, abbiamo ripreso la vendita dei prodotti Huawei in magazzino tramite il Microsoft Store". 

Al momento sono tre i notebook Huawei disponibili tramite il negozio Microsoft: Huawei Matebook 13, Matebook D e Matebook X Pro, tutti disponibili per l'acquisto immediato tranne per il Matebook X Pro con Core i5, che sembra esaurito. 

Una volta esaurite le scorte, i notebook Huawei non saranno più acquistabili negli Stati Uniti. 

E il supporto?

I notebook Huawei potrebbero essere una tentazione per molti consumatori, grazie alle loro eccellenti qualità. Il Matebook 13 è il secondo nella nostra classifica dei migliori notebook in assoluto, mentre il Matebook D è uno dei migliori notebook economici che si possano comprare oggi. 

Già, ma prima di mettere mano alla carta di credito vale forse la pena di considerare un possibile problema. Non è ancora chiaro se Microsoft continuerà a supportare questi notebook con gli aggiornamenti di Windows. 

Abbiamo domandato direttamente a Microsoft, qualche settimana fa, senza ottenere una risposta chiara e definitiva. Il che è abbastanza preoccupante. 

Se Microsoft dovesse decidere di non supportare più i notebook Huawei, infatti, allora questi dispositivi sarebbero più esposti ai pericoli perché privi degli aggiornamenti di sicurezza. 

Al momento comunque Microsoft non ha dato conferme né in un senso né nell'altro, quindi possiamo solo sperare che alla fine prevalga il buon senso. 

Sarebbe quantomeno ironico se Huawei fosse bloccata per ragioni di sicurezza, e il risultato fosse che decine di migliaia di computer in tutto il mondo diventano meno sicuri. 

Al momento, poi, Microsoft sta vendendo le ultime scorte di notebook Huawei con la piena consapevolezza delle situazione - cosa che non si può dire nei notebook venduti prima della nuova norma. Se l'azienda ha deciso di venderli comunque, forse è perché sa che sarà in grado di fornire supporto almeno per questi computer. Il contrario sarebbe abbastanza assurdo, no? 

Il prolifico leaker WalkingCat è convinto che MS continuerà a fornire aggiornamenti per i computer in oggetto, e dice di aver parlato con una fonte interna alla stessa Microsoft. O almeno "sembra che sarà così", scrive su Twitter. 

Possiamo solo sperare che le cose vadano bene, soprattutto chi ha comprato un notebook Huawei di recente. Microsoft, da parte sua, avrebbe dovuto chiarire meglio la situazione prima di rimettere in vendita in notebook.