Skip to main content

Garmin ha lanciato un fitness tracker a energia solare con autonomia “indefinita”

Garmin Instinct Solar Tactical Edition
(Image credit: Garmin)

Garmin ha appena lanciato una nuova gamma di fitness tracker che sfruttano la luce solare per estendere la loro autonomia; tra questi è presente un modello che, stando a quanto dichiara l’azienda, è in grado di funzionare “finché c’è luce a sufficienza”.

Tra le novità ci sono due modelli della linea Instinct range lanciata nel 2018. Instinct Solar Surf Edition, come implica il nome, è concepito per gli sport acquatici e offre dati sulle maree oltre a una modalità dedicata al surf. 

Instinct Solar Tactical Edition invece può funzionare fino a 24 giorni al chiuso e fino a 50 giorni con un'adeguata esposizione solare, tempo che si estende per una durata indefinita se si utilizza la modalità risparmio energetico.

Anche la serie Fenix ha visto l’arrivo di due nuovi modelli. A marzo di quest’anno, Garmin ha presentato Fenix 6 X Pro Solar, un orologio di fascia alta costruito sulla base del già ottimo Fenix 6 Pro con ricarica solare e autonomia migliorata. A questo si sono aggiunte due varianti di fascia bassa, caratterizzate da un’autonomia elevata e da un prezzo contenuto.

Fenix 6 Pro Solar e Fenix 6S Pro Solar sono due modelli dedicati a chi pratica surf, mountain bike e arrampicata (oltre ai classici sport come la corsa, il nuoto e il ciclismo su strada) e includono un sistema di monitoraggio del sonno, il pagamento rapido con Garmin Pay, una memoria dedicata ai brani musicali e svariate mappe di campi da golf e piste da sci di tutto il mondo.

La differenza principale tra i due sta nell’autonomia. Pro S Solar può funzionare in modalità smartwatch (senza GPS) per 9 giorni in ambiente chiuso con una singola carica e fino a 10.5 giorni se esposto al sole. Pro Solar invece raggiunge i 14 giorni indoor e i 16 con l’aiuto dei raggi solari.

Infine Garmin ha introdotto Tactix Delta Solar Edition, un orologio rugged con standard costruttivi militari. Le sue funzioni avanzate comprendono una modalità “stealth” che blocca il rilevamento della posizione e la connettività wireless e un pulsante dedicato che cancella istantaneamente la memoria del dispositivo. Questo modello è costruito in acciaio e nylon tattico e raggiunge 21 giorni di autonomia indoor e 24 se utilizzato all’esterno in modalità risparmio energetico.

Il futuro punta verso il sole

Un classico orologio sportivo dura circa una settimana tra una carica e l’altra (o meno se avete il GPS attivo) ma il Power Glass di Garmin garantisce autonomia extra grazie alla ricarica tramite esposizione ai raggi solari.

Va sottolineato però che, anche se il Power Glass è resistente ai graffi, non si avvicina minimamente alla robustezza delle lenti in vetro zaffiro. Per rendere al meglio il Power Glass deve essere esposto direttamente ai raggi solari e Garmin sconsiglia l’uso di ogni tipo di protezione in quanto potrebbe ridurre la quantità di luce catturata dallo schermo.

I precedenti modelli con ricarica solare proposti da Garmin appartengono alla fascia alta ed è bello sapere che l’azienda ha esteso questa funzione anche ad alcuni fitness tracker meno costosi.

I prossimi a ricevere l'implementazione questa tecnologia potrebbero essere i modelli della gamma Forerunner e, nel tempo, la ricarica solare potrebbe diventare uno standard per tutti gli smartwatch Garmin. Vi faremo sapere non appena avremo ulteriori dettagli a riguardo.