Skip to main content

Dopo iPhone 13 il notch dovrebbe sparire per sempre

Due diverse angolazioni di iPhone 13
(Image credit: Apple)

Non sono mai stato un grande fan del notch degli iPhone, quell'elemento che ospita la fotocamera anteriore e i sensori di Face ID. Per me è sempre stato un elemento di disturbo, ma dopo molte indiscrezioni e speculazioni, Apple ha annunciato che sia iPhone 13 che iPhone 13 Pro avranno un notch più piccolo, il primo grosso miglioramento da questo punto di vista dal suo debutto nel 2017 su iPhone X.

Sebbene comprenda il motivo della sua presenza, non riesco a farmelo piacere, nemmeno dopo tre anni di utilizzo del mio iPhone X. Me ne sono fatto un po' una ragione pensando a quanto Face ID sia migliore del Touch ID, soprattutto per la facilità con cui il dispositivo scansiona il volto e mi permette di utilizzare l'iPhone senza alzare un dito.

Tuttavia, anche se il mio iPhone X si avvicinava al momento della "pensione", ho voluto attendere l'annuncio del nuovo iPhone 13, che finalmente è arrivato. E sebbene non abbiamo visto il ritorno del Touch ID come auspicato da qualcuno, abbiamo appreso dell'arrivo di un notch più piccolo (e dunque meno distrazioni per me).

Di solito, quando Apple riduce le dimensioni di un elemento, un po' come è successo con il 3D Touch sui vecchi iPhone, significa che l'azienda è già pronta a eliminarlo del tutto e personalmente non vedo l'ora.

Il notch è una distrazione

iPhone X su sfondo bianco

(Image credit: Apple)

Gli iPad con Face ID non hanno il notch per via delle cornici spesse, rispetto agli iPhone. Il bordo stesso può nascondere le fotocamere che consentono di usare il Face ID e scattare selfie sui tablet Apple.

Il sistema di autenticazione Face ID funziona con tre fotocamere nel notch, che agiscono all'unisono per verificare il volto dell'utente durante la scansione, al fine di concedere l'accesso all'iPhone solo al suo effettivo proprietario.

In precedenza, il Touch ID richiedeva solo l'uso di un dito o del pollice per autorizzare l'accesso, un metodo ancora più semplice quando si usa Apple Pay.

Tuttavia, a partire dal 2017, tutti i modelli principali di iPhone presentano il notch per il Face ID, che disturba non poco la fruizione dei contenuti.

Per via della sua posizione centrale sulla parte superiore del display, ogni app iOS deve adattarsi alla presenza del notch, mentre le app video come YouTube offrono la possibilità di ingrandire il contenuto, per riempire il display, anche se il notch è lì a disturbare. Sebbene alcuni utenti dichiarino con orgoglio di non farci più caso dopo un certo tempo, io continuo a notarlo. È un elemento di disturbo costante, e per me influisce negativamente sull'esperienza complessiva degli iPhone a partire dal modello X.

Ma adesso, iPhone 13 presenta un notch più piccolo del 20% sul piano orizzontale, anche se leggermente più alto, e le app devono adattarsi ancora una volta a questo nuovo formato più compatto.

Ho gioito. Sebbene avessi già pianificato l'upgrade per quest'anno a prescindere da tutto, un notch più piccolo mi ha convinto ancora di più, dato che andrà a ridurre le mie sofferenze degli ultimi tre anni del 20%. Tutto questo, però, non mi soddisfa al 100%.

iPhone 13 in rendering

(Image credit: TechRadar)

Quale sarà il prossimo passo?

Apple è un'azienda che basa tutto sull'eleganza e sulla semplicità, e per questo tende a ridurre le azioni richieste o le periferiche necessarie, al fine di snellire e velocizzare l'accesso alle funzioni dei propri prodotti.

Per fare qualche esempio, ha eliminato il jack cuffie a partire da iPhone 7, rimosso del tutto il pulsante Home con iPhone X e ha sostituito Touch ID con Face ID.

E il notch più piccolo prosegue su questa scia, con più spazio disponibile sullo schermo per le app.

Tuttavia, se guardiamo al mondo Android, molti dispositivi hanno già abbandonato il notch in favore di un design con "foro passante", del diametro di un solo obiettivo per fotocamera.

Il Samsung Z Fold 3 ha la fotocamera frontale sotto al display, giusto per fare un esempio, eliminando del tutto la presenza del notch.

Samsung Galaxy Z Fold 3

(Image credit: Future)

Possiamo dunque farci un'idea di come sarebbe un futuro iPhone se Face ID si trovasse al di sotto dello schermo, facendo sparire per sempre quel dannato elemento di disturbo.

La riduzione del notch su iPhone 13 è un buon inizio, ma lascia intendere che Apple stia iniziando a orientarsi verso uno smartphone dal display senza interruzioni, un po' come negli iPad, ma con un formato da 6,1 e 6,7 pollici.

iPhone X mi ha servito bene negli anni, ma sapere che iPhone 13 inizia finalmente a ridurre le dimensioni del notch e a offrire una fotocamera molto migliore rispetto al mio vecchio smartphone mi fa pensare che in futuro vedremo un iPhone "full-display", almeno questo è quello che mi auguro.

Non vedo l'ora che ciò si realizzi, così da poter dimenticare per sempre quell'elemento così fastidioso e invadente.