Skip to main content

Diablo 4 sarà una bomba a livello grafico

Personaggi e scenari dettagliati di Diablo 4
(Image credit: Blizzard)

Nei giochi di ruolo d'azione, a volte siamo così impegnati a cliccare sul bottino e massacrare belve e nemici, che ci dimentichiamo dello scenario che ci circonda. Ma con Diablo 4, il problema non si porrà nemmeno.

L'ultimo aggiornamento trimestrale sullo sviluppo del gioco ci offre uno sguardo ravvicinato al suo stile grafico, tanto bello da vedere quanto spinto nei dettagli più truculenti.

Dal punto di vista del gameplay, probabilmente l'aspetto principale è che Diablo 4 permetterà di personalizzare il protagonista con un livello di dettaglio mai visto prima nella serie. Sarà possibile cambiare i tipi di armatura, ma per la prima volta potremo anche modificare tratti somatici distintivi dei personaggi, in modo da renderli davvero unici nel mondo di gioco.

"Sarà possibile modificare il volto del personaggio, la capigliatura, la peluria sul viso (barba e sopracciglia) e aggiungere gioielli (piercing al naso o orecchini), cambiare il trucco e i segni sul corpo come tatuaggi e body painting", spiega Arnaud Kotelnikoff, Lead Character Artist di Diablo 4. 

"Potrete anche modificare il colore della pelle, degli occhi, di capelli e barba/sopracciglia e dei segni sul corpo. Alcuni elementi saranno specifici delle varie classi, al fine di supportarne i vari background distintivi, ma molti saranno condivisi per offrire più possibilità di scelta".

Personaggi e scenari dettagliati di Diablo 4

(Image credit: Blizzard)

"L'aspetto e lo stile delle classi sono da sempre uno degli ingredienti segreti di Diablo, infatti ogni classe è subito riconoscibile e dotata di una personalità forte e unica", afferma Luis Barriga, Game Director di Diablo IV.

"Diablo IV offre ai giocatori maggiori opzioni di personalizzazione rispetto agli altri giochi della serie, il che rende più difficile raggiungere questo obiettivo. Tuttavia, il risultato giustifica lo sforzo. Il vostro Barbaro si distinguerà da quelli di tutti gli altri giocatori, pur restando fedele alla sua classe. Parlando dei mostri, ci siamo focalizzati sulla creazione di nuovi nemici, aggiornando quelli tratti dal bestiario dei giochi precedenti, sfruttando al contempo il pieno potenziale dei nuovi processi e delle nuove tecnologie". 

Blizzard ha dovuto "ricostruire interamente il motore di rendering e gli strumenti di authoring" per raggiungere questo nuovo livello di fedeltà, secondo John Mueller, l'Art Director del gioco.

"Volevamo sfruttare gli ultimi strumenti e le nuove tecniche, ma ci preoccupava il possibile sbilanciamento verso un 'realismo' tale da compromettere quella sensazione quasi artigianale che riteniamo sia alla base dei giochi Blizzard. Non volevamo che i personaggi sembrassero creati proceduralmente o troppo generici a causa di tali processi. Abbiamo accettato il realismo in termini di materiali e in relazione all'aspetto dei personaggi. Credo che il punto di contatto sia rappresentato dall'aspetto incredibile dei filmati pre-renderizzati di Diablo III".

Personaggi e scenari dettagliati di Diablo 4

(Image credit: Blizzard)

Il risultato finale è evidente: si tratta del capitolo di Diablo più dettagliato di sempre e possibilmente (quantomeno giudicando da queste anteprime) il gioco Blizzard dalla grafica più bella fra quelli realizzati finora.

"Abbiamo migliorato enormemente il livello di dettaglio, la struttura superficiale dei materiali complessi come la pelle, i tessuti, i capelli, le pellicce, il metallo, fino ad arrivare ai dettagli come il contorno occhi e i rivoli di sudore", aggiunge Mueller.

"Abbiamo creato un sistema solido per la personalizzazione dei personaggi, qualcosa di inedito in Diablo, la cui lavorazione è stata immensa. Queste soluzioni dovevano funzionare non per singoli personaggi, ma per centinaia di combinazioni di pezzi di armatura, diverse corporature, decine di personalità uniche e illustrazioni uniche per cinque classi distinte (nella fase iniziale). Per il nostro team, è stata una sfida del tutto nuova".

Mostruosamente bello da vedere

Ma il piatto forte dell'ultimo aggiornamento di Diablo 4 è l'anteprima di alcune delle creature che affronterete mentre esplorerete ogni angolo di Sanctuary. Date un'occhiata alle clip qui sotto per farvi un'idea dei mostri che affronterete: dalle succubi al "Vescovo sanguinario" (Blood Bishop). Sono tanto orrendi quanto affascinanti.

Quello che avete visto è realizzato con l'engine del gioco. E siamo a uno stadio di sviluppo abbastanza avanzato, quantomeno dal punto di vista del reparto artistico. "A questo punto, il lavoro rappresenta bene ciò che vedrete nel gioco quando lo proverete personalmente", sottolinea Mueller.

Diablo 4 offre un mondo aperto e un maggiore focus sulle opportunità di azioni dinamiche in multigiocatore. Fin dall'inizio, si è ispirato all'estetica dark di Diablo 2, abbandonando il mondo colorato di Diablo 3. Questa decisione sembra essere quella giusta e crediamo che per molti giochi, questo stile grafico è esattamente ciò che si aspettano gli appassionati della serie.

Non abbiamo ancora una data di rilascio per Diablo 4, ma chi sente un irrefrenabile impulso al massacro, può consolarsi con Diablo 2: Resurrected, la versione remastered del grande classico di casa Blizzard atteso per il 23 settembre 2021, oppure attendere Diablo Immortal, il nuovo capitolo mobile in arrivo anch'esso nel 2021.